Agricole e Confagricoltura per la sperimentazione in campo

26 Ott 2015
Post2PDF Versione PDF

Leggi il comunicato stampa Confagricoltura: bene l’endorsement del ministro Martina alle nuove tecniche di miglioramento genetico oggi su “L’Espresso”

Leggi Così la disinformazione ha tagliato la ricerca

62 commenti al post: “Agricole e Confagricoltura per la sperimentazione in campo”

  1. SCIENZA_79No Gravatar scrive:

    CVD

  2. franco nulliNo Gravatar scrive:

    Che siano buone notizie?
    Ai posteri la sentenza…

  3. VitangeloNo Gravatar scrive:

    Ma endorsement non significa innanzitutto “girata di un assegno”?
    Chi salverà l’inglese dagli italiani! Ticket da “biglietto” è diventato una tassa per la salute ed endorsement approvazione….del nulla. Quando non si vuol far capire qualcosa agli italiani o peggio li si vuol stupire con gli effetti speciali si ricorre all’inglese (cattivo)!
    Mah! Chi vivrà vedrà!

  4. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    per una volta Vitangelo siamo d’accordo ……. quando utilizzano un termine inglese, noi l’abbiam già preso in quel posto!

  5. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    mi spiegate la differenza tra “Genome editing” e OGM …… grazie

  6. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    dimenticavo ……. CISGENESI è un OGM e non ci piove ……… per cui rimane da chiarire questo nuovo inglesismo “Genome editing”, che sarà un nuovo gioco di parole per prendere in giro la gente …… caro Vitangelo

  7. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Ecco un’altra cazzata di prima mattina.

  8. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    ok ….. CISGENESI non è un OGM!

    Mi spieghi quali promotori e quali marcatori vengono utilizzati?

  9. SCIENZA_79No Gravatar scrive:

    OGMbb, DIPENDE….

    Puoi utilizzare i promotori che ritieni più utili e congeniali al risultato (anche endogeni); per quanto invece riguarda i marcatori, questi non sono essenziali.

    Nell’esempio che riporto sotto, i ricercatori hanno sviluppato un tipo di mela cisgenica per il gene MdMYB10 utilizzando il suo promotore. Per quanto riguarda il gene marcatore invece, hanno utilizzato due strategie: in un caso non hanno inserito alcun gene marcatore come appunto dicevo sopra, nell’altro lo hanno fatto saltare in seguito allo screening dei trasformanti.

    http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4410516/pdf/fpls-06-00286.pdf

  10. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    ok, però ho letto che hanno utilizzato l’agrobcterium …….. non si porta dietro niente?

  11. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    in parole povere, come è fatto il cassetto genico?

  12. SCIENZA_79No Gravatar scrive:

    E’ descritto nel lavoro…

  13. SCIENZA_79No Gravatar scrive:

    Tuttavia, come ho già avuto modo di dirti tempo fa, possono inventarsi quello che vogliono; troverete sempre una scusa per dire NO.

  14. VitangeloNo Gravatar scrive:

    Fosse per me continuerei a chiamarli Organismi Geneticamente Modificati e Migliorati sapendo che per ottenerli ci sono tecniche di ingegneria genetica indipendentemente dalla via seguita che ovviamente subisce l’evoluzione che la conoscenza suggerisce come la migliore per raggiungere l’obiettivo finale. Se la tecnica suggerisce anche cambi di denominazione, ben venga; l’importante è che si conosca bene il processo. Anche la banale selezione delle piante, gli incroci e la poliploidia hanno assunto nomi diversi per le diverse strade seguite. L’importante è ottenere novità vegetali (perché parlo di piante) da valutare severamente senza paraocchi e preconcetti politici.

  15. SCIENZA_79No Gravatar scrive:

    Infatti Vitangelo, dal punto di vista normativo non fa alcuna differenza visto che le tecniche utilizzate sono le stesse.

  16. SCIENZA_79No Gravatar scrive:

    Dovresti però spiegarlo a Martina…magari ripetizioni a prezzi modici…sai siamo ancora in tempo di crisi

  17. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    ok, però ho letto che hanno utilizzato come vettore l’agrobcterium …….. non si porta dietro niente?

  18. SCIENZA_79No Gravatar scrive:

    Ogmbb, ti si è incantata la tastiera? Non capisco se non hai accesso all’articolo o semplicemente non hai voglia di leggerlo e studiarlo. Cmq tra l’LB e l’RB c’è solo il gene MdMYB10 con il suo promotore…

  19. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    troverete sempre una scusa per dire NO. …….. io non ho detto NO nemmeno alla soia RR ……. l’importante è che le due produzioni (OGM e non OGM) possano coesistere. Poi etichettatura e libero mercato.

    Chiedo troppo?

    Vitangelo, se sono alimenti migliori perchè non lo dite alla gente che li vuole comprare? Potete già farlo adesso, nessuno vi vieta di vendere alimenti OGM etichettandoli.

    Per favore, smettiamola di fare disinformazione.

  20. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    Scienza_79, io ci capisco poco in queste cose. Anche quando hanno lanciato i primi OGM hanno detto che:
    - sono uguali agli altri …… non è vero;
    - consentono la coesistenza …… non è vero;
    - servono meno diserbanti …… non è vero;
    - ………

    Io guardo il risultato finale ………. allora se non c’è niente di diverso, in un momento in cui il consumatore non ne vuole sapere, perchè non utilizzare la MAS ……… solo perchè si fa più in fretta?……… la fretta è del diavolo!

  21. SCIENZA_79No Gravatar scrive:

    Ogmbb l’unico che fa disinformazione qui sei tu…te l’ho già dimostrato a più riprese

  22. SCIENZA_79No Gravatar scrive:

    Qui ognuno di noi vorrebbe etichettare…sono i tuoi compagnucci che non vogliono

  23. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    ok, quando avrei fatto disinformazione? ma dai…….

    non hai risposto alla mia domanda

  24. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    per l’etichettatura c’è la LEGGE, cosa c’entrano i compagnucci?

  25. SCIENZA_79No Gravatar scrive:

    A quale domanda non avrei risposto?

  26. SCIENZA_79No Gravatar scrive:

    La legge? Già comodo ripararcisi dietro….. ahhhhhhhhh

  27. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    quella sulla MAS

  28. SCIENZA_79No Gravatar scrive:

    Beh se non conosci la differenza e pretendi di parlare di OGM hai problemi seri. Ma con chi sto parlando? Quanti anni hai?

  29. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    Ma quale ripararsi dietro la Legge? non dirmi che non lo sai! Gli alimenti OGM si possono vendere in Italia, basta etichettarli. Se sono migliori, perchè non farlo?

  30. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    non fare il saputello ……. conosco la differenza ….. perchè non volete utilizzare la MAS? Solo perchè ci vuole un pò più di tempo per la selezione?

  31. SCIENZA_79No Gravatar scrive:

    Allora cominciate ad etichettare i derivati….

  32. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    ho 22 anni compiuti, vado per i 23

  33. SCIENZA_79No Gravatar scrive:

    Ti ripeto non sai nulla sulle differenze….fidati

  34. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    magari l’etichettatura dei derivati ….. magari …… sono anni che lo dico …… la finiremmo di romperci i maroni con gli OGM!!!!!!

  35. SCIENZA_79No Gravatar scrive:

    Beh evidentemente non ti danno molto ascolto…prova a dirlo più forte

  36. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    io, caro Scienza_79, che presumo 79 sia il Tuo anno di nascita e quindi sei molto giovane, non ho fretta!

    Voglio guardarci bene prima di fare una scelta. Pensa se avessimo fatto la cazzata di seminare colza RR o bietola RR in Italia.

  37. SCIENZA_79No Gravatar scrive:

    Guarda che la tua posizione l’ho capita molto tempo fa…

  38. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    allora vedi che potremmo trovare un punto di accordo. Personalmente non ne posso più di privatizzazione dei guadagni e di collettivizzazione dei costi, soprattutto nel caso in cui a pagare questi costi potrebbero essere i miei figli.

  39. SCIENZA_79No Gravatar scrive:

    Guarda che l’Italia sta già pagando le scelte idiote fatte in passato…e non mi riferisco questa volta agli OGM

  40. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    vero, vero ……. spesso per colpa di gente che guarda solo al beneficio immediato e non tanto agli effetti futuri ……. facciamo le cose con calma e poi “avanti tutta”

  41. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    visto che ancora nessuno mi ha risposto ……. mi spiegate la differenza tra “Genome editing” e OGM …… grazie

  42. SCIENZA_79No Gravatar scrive:

    Per come se ne sta parlando in questi giorni, il genome editing permette di realizzare mutazioni puntiformi in punti precisi e prestabiliti del genoma di un organismo. Il prodotto che ne verrebbe fuori sarebbe indistinguibile da uno ottenuto per mutagenesi casuale che colpisse per caso la stessa base azotata…ed è per questo che attualmente non rientra nella definizione legislativa di tecnica atta a produrre un OGM. Ovviamente la tecnica permette molto di più…se avrò tempo ne parlerò approfonditamente più in là se anche Roberto sarà d’accordo.

  43. SCIENZA_79No Gravatar scrive:

    Ora che ci penso…mi sembra che Alberto ne parlò tempo fa. Ricordo che era un testo molto ben fatto ed accurato…

  44. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    ….. e, così come nella “Cisgenesi”, quali sono gli “effetti a cascata” di questa mutazione? chi li decide?

  45. SCIENZA_79No Gravatar scrive:

    ?????????

  46. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Scienza 79

    Mandalo a quel paese, lui discute di tutto senza sapere di niente.

  47. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    ha parlato sapientino, che se fosse per lui avremmo coltivato la bietola RR in Italia perchè il 1° anno non va a fiore …… forse hai studiato troppo e ragionato poco ….. caro il mio sapientino

  48. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    Scienza_79, gli “effetti a cascata” sono quelli relativi alle altre caratteristiche del frutto ….. per esempio è risaputo che il mais Bt ha un maggior contenuto di lignina del suo isogenico …….. il pomodoro arricchito di vit. A ha un minor contenuto di licopene, ecc

    qualcuno ricorderà la mela “Florina” è resistente alla ticchiolatura, ma fa schifo ….. schifo è un pò forte, però hanno smesso di coltivarla perchè nessuno la comprava.

  49. SCIENZA_79No Gravatar scrive:

    Ogmbb, la domanda che poni non ha senso, nel senso (scusa la ripetizione) che ogni mutazione o alterazione del genoma (indipendentemente dalla tecnica isata), va studiata e fa caso a se. È ovvio che se si conosce cosa il gene fa o in che modo è connesso con altri geni e pathway biochimici, è possibile fare delle previsioni…ma sono poi le verifiche sperimentali quelle che hanno l’ultima parola…

  50. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    ho capito, non conoscete gli “effetti a cascata” ……. pasiensa! Si gioca agli apprendisti stregoni …….. “o la va o la spacca!”

    Ripassatevi Dulbecco e poi ne riparliamo

    http://www.repubblica.it/online/scienza_e_tecnologia/artificiale/dulbecco/dulbecco.html

  51. SCIENZA_79No Gravatar scrive:

    Vabbè dopo questa passo

  52. SCIENZA_79No Gravatar scrive:

    Ragazzi se volete pensateci voi perchè nun cia posso fà…

  53. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    Parola di Dulbecco ………

    “Alcuni dei risultati ottenuti in esperimenti di questo genere hanno una particolare importanza per il nuovo progetto Venter-Smith. In un esperimento, per esempio, si è aggiunto, anziché eliminarlo, un gene ad un’alga unicellulare.

    L’alga originaria era fotosintetica, cioè otteneva energia dalla luce solare, e l’usava per produrre gli zuccheri che sono necessari per la sua esistenza; dopo l’introduzione del nuovo gene, perse l’attività fotosintetica e cominciò ad usare gli zuccheri presenti nell’ambiente, anziché fabbricarli dentro di sé. Perciò il nuovo gene causò una profonda perturbazione dell’operazione di altri geni. Questo effetto non è sorprendente. Ci sono molti esempi che dimostrano una connessione tra le funzioni di geni apparentemente indipendenti. Per esempio, coi metodi oggi a disposizione è possibile determinare il grado di attività di tutti i geni in una cellula; ed è stato dimostrato che introducendo un nuovo gene in una cellula, la funzione di un gran numero di altri geni viene alterata. Eliminare un gene avrà, presumibilmente, conseguenze simili. Ciò è molto importante per il nuovo progetto: non è sufficiente introdurre un gene nell’organismo per determinarne l’effetto, che invece dipende da quali altri geni sono già presenti. Perciò bisognerà determinare l’effetto di un gene su organismi contenenti diversi gruppi di geni, il che complicherà le cose.

    È chiaro perciò che l’esperimento proposto, apparentemente abbastanza semplice, incontra grandi difficoltà nell’applicazione a organismi viventi. Bisogna pensare che gli organismi oggi esistenti sono il risultato di una evoluzione che è durata milioni di anni, durante la quale tutti questi problemi, ed altri ancora, sono stati incontrati e risolti con molti tentativi. Oggi è possibile imitare l’evoluzione nel laboratorio, usando organismi molti semplici, ma è sempre un problema serio.

    Si parla molto dei possibili pericoli degli esperimenti. Certo, questa è una grande incognita. Vengono prese alcune precauzioni, che sembrano molto valide, ma che si basano sulle nostre attuali conoscenze; sarà così anche con le novità che possono derivare dall’esperimento? Nessuno lo sa. Nel passato, ci sono stati molti casi in cui i risultati sono andati oltre le aspettative.”

  54. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    SCIENZA_79, ti capisco ……. hai tutta la mia comprensione ….

  55. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Dio si è sbagliato l’ha creato solo rompicoglioni!!!

  56. SCIENZA_79No Gravatar scrive:

    Allora OGMbb o mi prendi per i fondelli nella speranza di farmi alterare, o non sei in grado di leggere e capire. In tutti e due i casi, io sto soltanto perdendo il mio tempo…quindi buona vita

  57. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    io sono serio. Non prendo in giro nessuno e mi dispiace che possa dare questa sensazione……. a volte sono un pò stronzo nei modi.

    Il problema nasce dal fatto che per voi è tutto bello …. è tutto pulito …… nessun problema …… possibile che non si siano controindicazioni ……. possibile che non ci siano elementi di incertezza in questa tecnologia? …….

    parlatene ogni tanto

  58. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    per esempio non parlate più di piante OGM HT e vi limitate a sostenere il mais Bt …….. questa è stata una grande conquista anche se gli effetti ambientali delle piante OGM HT si conoscono da 20 anni. Come mai? Allora quelli, rompicoglioni, come me servono per evitare, se possibile, quella privatizzazione dei guadagni e quella collettivizzazione dei costi che non voglio lasciare in eredità ai miei figli.

    Guardiamoci bene (transgeni nei cloroplasti, promotori inducibili, assenza di marcatori antibiotici, etichettatura anche dei derivati, libero mercato) e poi “avanti tutta”.

  59. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    Francesco Salamini …….

    “Il trattamento dell’arsenale tecnologico oggi disponibile al miglioramento genetico ha come fuoco centrale la considerazione dei marcatori molecolari e dei piani di selezione assistita (MAS) che gli stessi permettono. E’ discusso il loro ruolo nella comprensione della variabilità genetica quantitativa e nel definire quali effetti genici (QTL) la influenzano.”

  60. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Perchè credi che la Monsanto o la Syngenta o la Bayer o la BSAF ecc. ecc. non usino da tempo i marcatori molecolari. Ne conoscono più loro che tutte le università italiane e ci creano ottime nuove varietà, che non forniscono a noi Europei, ma modificano geneticamente e le vendono come tali perchè ci guadagnano di più.

    Spiega per favore ai lettori del blog come si usano i MAS e cosa sono i Qtl dato che ne parli.

    Aspettiamo la tua lezione e se non ce la dai “at se sol n’ingnuranton”.

  61. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    MAS sta per “Mangia Ancora Sfigato” e QTL sta per “Quello che Ti Lasciano”. In poche parole persone che soffrono la fame (sfigate) si accontentano di mangiare gli avanzi degli altri.

    Ho fatto un pò fatica ma credo di essere riuscito nella spiegazione …… vero sapientino, che non sa che le bietole possono andare a seme anche il primo anno di vegetazione!

  62. franco nulliNo Gravatar scrive:

    Alberto, lo so che ti diverti, ma ti rodi anche il fegato a rispondergli…
    Lascia perdere e vieni a trovarmi che parliamo di cose serie davanti ad un buon salame col prosecchino!
    Ti aspetto quando vuoi.

Lascia un tuo commento

Per allegare una vostra immagine a fianco ai commenti registrarsi al sito Gravatar. Quando inserite la mail in fase di commento, bisogna usare la stessa mail che avete usato per registravi al Gravatar

Nella categoria: News, OGM & Agricoltura italiana, OGM & Ambiente, OGM & Ricerca

Le rubriche di Salmone

Luca Simonetti

Slow Food. Cattivo, sporco e sbagliato

Petrini aggiorna il suo manifesto, “Buono, pulito e giusto”. Qualche…