Allevatori e mangimisti ancora in mezzo al guado

01 Ott 2009
Post2PDF Versione PDF

Con i prezzi dei mangimi e con la pratica di usare mangimi da OGM ormai da oltre un decennio appare incomprensibile la continua titubanza delle associazioni di categoria.
Se e’ chiaro che a nessuno piace trovarsi nell’occhio del ciclone, dovrebbe essere altrettanto chiaro ai principali attori della partitra degli OGM in zootecnia che non e’ con atteggiamenti tremebondi e balbettanti che si uscira’ dal ricatto che attuano associazioni pseudo-ambientaliste che continuano a fare il gioco dei grandi produttori mondiali di pesticidi.

Scarica gli articoli di agrisole-1 e agrisole-2

Lascia un tuo commento

Per allegare una vostra immagine a fianco ai commenti registrarsi al sito Gravatar. Quando inserite la mail in fase di commento, bisogna usare la stessa mail che avete usato per registravi al Gravatar

Nella categoria: News, OGM & Mais

Le rubriche di Salmone

Luca Simonetti

Slow Food. Cattivo, sporco e sbagliato

Petrini aggiorna il suo manifesto, “Buono, pulito e giusto”. Qualche…