Arctic Rice

14 Mar 2015
Post2PDF Versione PDF

I tanti Pinocchi che circolano lo finiranno per chiamare Riso Pesce, ma il pesce non c’entra nulla. Alcuni ricercatori hanno identificato il gene che potrebbe consentire al riso di crescere in aree più’ fredde di quelle dove e’ oggi coltivato. Il gene e’ un gene di riso e naturalmente gli scienziati sono cinesi.
http://www.cell.com/abstract/S0092-8674%2815%2900124-5
Summary

Rice is sensitive to cold and can be grown only in certain climate zones. Human selection of japonica rice has extended its growth zone to regions with lower temperature, while the molecular basis of this adaptation remains unknown. Here, we identify the quantitative trait locus COLD1 that confers chilling tolerance in japonica rice. Overexpression of COLD1jap significantly enhances chilling tolerance, whereas rice lines with deficiency or downregulation of COLD1jap are sensitive to cold. COLD1 encodes a regulator of G-protein signaling that localizes on plasma membrane and endoplasmic reticulum (ER). It interacts with the G-protein α subunit to activate the Ca2+ channel for sensing low temperature and to accelerate G-protein GTPase activity. We further identify that a SNP in COLD1, SNP2, originated from Chinese Oryza rufipogon, is responsible for the ability of COLDjap/ind to confer chilling tolerance, supporting the importance of COLD1 in plant adaptation.

3 commenti al post: “Arctic Rice”

  1. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    sono contento, così la smetteremo di coltivare riso a Vercelli, Pavia, Milano, ecc.

  2. beppeNo Gravatar scrive:

    Al posto di lamentarsi perche’ gli altri corrono, potrebbe essere utile pretendere di poter correre anche noi, no? O ancora convinti di essere i piu’ belli?

  3. franco nulliNo Gravatar scrive:

    OGM bb…
    Il tuo ragionamento é analogo a quello del marito che si taglia il “pisello” per fare un dispetto alla moglie!.
    Complimenti. Con questo criterio andremo molto lontano (dal mondo civile)!

Lascia un tuo commento

Per allegare una vostra immagine a fianco ai commenti registrarsi al sito Gravatar. Quando inserite la mail in fase di commento, bisogna usare la stessa mail che avete usato per registravi al Gravatar

Nella categoria: News, OGM & Ricerca

Le rubriche di Salmone

Luca Simonetti

Slow Food. Cattivo, sporco e sbagliato

Petrini aggiorna il suo manifesto, “Buono, pulito e giusto”. Qualche…