Le aziende italiane hanno più terra di quelle che coltivano OGM

21 Gen 2011
Post2PDF Versione PDF

l’ISTAT pubblica i dati sulle aziende agricole italiane da cui si nota che perdiamo 47000 aziende l’anno ogni anno dal 2000. La taglia media delle aziende italiane è ora di 10, 47 ettari ognuna, mentre i 14 milioni di coltivatori che nel mondo coltivano OGM su 134 milioni di ettari hanno a disposizione ciascuno 9,57 ettari quindi la taglia media delle aziende italiane è del tutto consona a coltivare OGM.

ISTAT: MENO 474.000 AZIENDE AGRICOLE RISPETTO AL 2000

L’Istat ha diffuso un rapporto dal titolo “Noi Italia. 100 statistiche per capire il paese in cui viviamo” dal quale emerge il forte cambiamento avvenuto nell’ultimo decennio nel settore agricolo. Le aziende agricole sono circa 1,7 milioni, con una superficie totale di 17,8 milioni di ettari e sono diminuite di 474 mila unità. A tale diminuzione si è accompagnato l’aumento della dimensione media: è il cambiamento più evidente avvenuto nella struttura del settore agricolo nel periodo intercensuario, in linea con le tendenze in atto in Europa. Le aziende agrituristiche sono poco più di 19 mila delle quali più di un terzo gestite da donne. Il forte incremento registrato negli ultimi cinque anni (erano circa 14 mila nel 2004) coinvolge anche la disponibilità di posti letto, cresciuta da 141 mila a 193 mila unità, a indicare anche una sostenuta crescita della domanda per questo tipo di turismo.

1 commento al post: “Le aziende italiane hanno più terra di quelle che coltivano OGM”

  1. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Queeli dell’ISTAT danno i numeri del lotto.

    Noi 17,8 milioni di ettari da coltivare non li abbiamo avuti neppure quando il Duce faceva coltivare i cucuzzoli delle montagne.

    Qualcuno mi sa dare un spiegazione di questo numero per me inspiegabile?

    C’è la discussione di quanto sia diminuita la SAU dai 15 milioni di ha
    censiti nel dopoguerra. I più ottinmisti parlano di 12,5 mentre quelli pessimisti dicono 11,5 ed io sono tra questi.

Lascia un tuo commento

Per allegare una vostra immagine a fianco ai commenti registrarsi al sito Gravatar. Quando inserite la mail in fase di commento, bisogna usare la stessa mail che avete usato per registravi al Gravatar

Nella categoria: News, OGM & Agricoltura italiana

Le rubriche di Salmone

Luca Simonetti

Slow Food. Cattivo, sporco e sbagliato

Petrini aggiorna il suo manifesto, “Buono, pulito e giusto”. Qualche…