Il dito indica la Luna, lo sciocco continua a guardare il dito

Aprile 14th, 2016
Post2PDF Versione PDF | 8 Comments

brief-51-infographics-englishI dati ISAA si prestano ad una lettura per manipolatori di pubblica opinione che grideranno al trionfo perche’ per la prima volta in 20 anni non aumentano gli ettari mondiali coltivati ad Ogm. Una visione da gioco delle tre carte. Ci sarebbero troppe cose da dire (ad esempio che calano gli ettari coltivati con resistenze ad erbicidi ed aumentano quelli con tratti multipli, che siamo ad 810mila ettari di mais resistente a carenza idrica, etc. etc., etc.).
Ma il passaggio fondamentale e’ che il trucco c’e', ma non si vedra?:

Thirdly, the advent of genome-edited crops may be the most important development identified by today’s scientific community. A recent and promising application is the powerful technology, named CRISPR. Many well-informed observers are of the view that genome editing offers a timely and powerful unique set of significant comparative advantages over conventional and GM crops in four domains: precision, speed, cost and regulation. Unlike the onerous regulation that currently applies to transgenics, genome-edited products logically lend themselves for science-based, fit-for-purpose, proportionate, and non-onerous regulation. A forward-looking strategy has been proposed (Flavell, 2015) featuring the troika of transgenes, genome editing and microbes (the use of plant microbiomes as a new source of additional genes to modify plant traits) to increase crop productivity, in a “sustainable intensification” mode, which in turn can viably contribute to the noble and paramount goals of food security and the alleviation of hunger and poverty.

Leggi: Invitational Essays to Celebrate the 20th Anniversary of the Commercialization of Biotech Crops (1996 to 2015): Progress and Promise

Nella categoria: News, OGM & Ambiente, OGM & Aspetti legali, OGM & Coesistenza

Non mangiamo piante naturali, ma l’opposto di quello che avrebbe prodotto la selezione naturale

Aprile 4th, 2016
Post2PDF Versione PDF | 2 Comments

Mangimi Ogm per fare prodotti DOC ed IGP consumati da tanto tempo da essere oramai parte integrate dei prodotti tipici. [VIDEO]Non esistono semi sterili Ogm ed infine con gli Ogm si salverebbe parte della biodiversita’ di prodotti tipi italiani ora in via di estinzione [VIDEO]

Nella categoria: News, OGM & Ambiente, OGM & Argomenti contro, OGM & Coesistenza

Due notizie su TTIP

Ottobre 16th, 2015
Post2PDF Versione PDF | No Comments

Senza restare paralizzati dal falso problema degli Ogm: tassi dazi e libero commercio. Qui si vedrà chi produce in maniera competitiva e chi sono per curare orti e paesaggi.

Nella categoria: News, OGM & Aspetti legali, OGM & Coesistenza

Da Imenotteri a Lepidotteri, i geni si spostano

Settembre 21st, 2015
Post2PDF Versione PDF | No Comments

Il trasferimento genico tra generi distanti centinaia di milioni di anni avviene anche mediato da virus e conviene alle specie riceventi.

http://journals.plos.org/plosgenetics/article?id=10.1371/journal.pgen.1005470

Nella categoria: News, OGM & Ambiente, OGM & Coesistenza, OGM & Ricerca

Quanti altri casi Moore, Lomborg e Lynas?

Agosto 27th, 2015
Post2PDF Versione PDF | No Comments

voila_capture2015-08-27_05-44-15_pmAlberto Guidorzi mette in fila le costosissime battaglie di Greenpeace per avversare gli Ogm. Battaglie in cui ha investito decine di milioni di dollari. Sarebbe bastata una frazione irrisoria di questi fondi per condurre un serio esperimento di tossicologia a lunghissimo termine con lo scopo di verificare la sicurezza sanitaria di un qualunque Ogm. Ma hanno preferito versare un fiume di denari in altre attività’ temendo di fallire in una simile prova tecnica. Non e’ un caso che i fuoriusciti dalla multinazionale ambientalista siano tutti dei pro-Ogm che hanno capito quanto sia importante avere prove scientificamente inoppugnabili.
Leggi le Contorsioni GrenPeace e solidali

Nella categoria: News, OGM & Ambiente, OGM & Argomenti contro, OGM & Coesistenza

Le rubriche di Salmone

Luca Simonetti

Slow Food. Cattivo, sporco e sbagliato

Petrini aggiorna il suo manifesto, “Buono, pulito e giusto”. Qualche…