Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /web/htdocs/www.salmone.org/home/wp-settings.php on line 512 Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /web/htdocs/www.salmone.org/home/wp-settings.php on line 527 Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /web/htdocs/www.salmone.org/home/wp-settings.php on line 534 Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /web/htdocs/www.salmone.org/home/wp-settings.php on line 570 Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /web/htdocs/www.salmone.org/home/wp-includes/cache.php on line 103 Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /web/htdocs/www.salmone.org/home/wp-includes/query.php on line 61 Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /web/htdocs/www.salmone.org/home/wp-includes/theme.php on line 1109 Deprecated: Call-time pass-by-reference has been deprecated in /web/htdocs/www.salmone.org/home/wp-content/plugins/newsletter/plugin.php on line 910 Deprecated: Call-time pass-by-reference has been deprecated in /web/htdocs/www.salmone.org/home/wp-content/plugins/newsletter/plugin.php on line 910 OGM & Insicurezza alimentare | Salmone.org - Part 2

Per qualcuno la crisi economica non è mai arrivata

Luglio 21st, 2013
Post2PDF Versione PDF | 2 Comments

Il duo Rampini-Petrini ci offrono uno spaccato del consumatore a cui non sono diminuiti di un centesimo gli introiti nonostante la crisi. Stiamo parlando del 2% dei consumatori italiani che mangiano biologico e Repubblica si schiera decisamente da questa parte, ossia in difesa di una “minoranza”. Ci aspettiamo la prossima battaglia di Repubblica perché si promuova il gioco del golf nelle scuole e si faccia scuola guida sulle Ferrari testarossa che sono notoriamente prodotte a chilometro zero.

La resa degli OGM

Nella categoria: News, OGM & Insicurezza alimentare, OGM & Luoghi comuni

FDG scrive a Catania, Balduzzi e Clini, ma si dimentica di Vittorio Grilli

Marzo 20th, 2013
Post2PDF Versione PDF | 21 Comments

La Fondazione dei diritti genetici chiede ai tre ministri la promulgazione della clausola di salvaguardia includendo se stessa tra le istituzioni che dispongono di “una vasta letteratura scientifica” atta a risolvere il problema.

L’emergenza nasce dalla notizia che il Signor Leonardo Facco avrebbe acquistato semi di mais OGM sufficienti a piantare 32000 ettari e sarebbe pronto a consegnarli a chiunque facesse richiesta (qualcuno dice gratuitamente, ma non è chiaro).

Manca di tutta evidenza una analoga richiesta al Ministro Grilli che in quanto titolare dell’Economia dispone di modernissima macchinetta calcolatrice.

I numeri sono questi: i semi di mais tradizionale sufficienti per piantare un ettaro costano circa 260 euro. Quelli di mais OGM del tipo Mon810 circa 300 euro. Dai calcoli approfonditi elaborati da salmone, sembra che la cifra necessaria per acquistare 2 miliardi e 600 milioni di semi necessari a coltivare i 32mila ettari è di 9,6 milioni di euro. Quindi esisterebbe un signore che ha investito 9,6 milioni di euro nello scorso mese di settembre scommettendo di rientrare in questo mese del suo investimento. Ci permettiamo di sollevare qualche dubbio sulla possibilità che il signor Facco abbia investito somme anche solo lontanamente comparabili a quella proposta.
C’è anche un altro dubbio che ci assale. Se i semi erano già pronti il 28 settembre forse non sono i semi buoni per il nostro emisfero, ossia da piantare ad aprile, ma forse il distratto signor Facco ha comprato i semi buoni da piantare a settembre, appunto, nell’altro emisfero. Se così fosse forse dovremo lanciare una colletta per pagare il riscaldamento alla famiglia del Sig. Facco.

Leggi articolo del Manifesto

Nella categoria: News, OGM & Agricoltura italiana, OGM & Insicurezza alimentare

La farina del sacco sbagliato

Febbraio 22nd, 2013
Post2PDF Versione PDF | 1 Comment

imgres1L’enorme mercato delle farine animali non si era mai fermato nonostante l’indice puntato su di loro da 12 anni (in Italia), da almeno 20 nel Regno Unito e da oltre 30 sui giornali scientifici di tutto il mondo. Ora prendono nuovo vigore con delle liberalizzazioni progressive ben illustrate da Alberto Guidorzi. Certo viene da pensare che al posto di preoccuparsi di OGM sicuri potrebbero preoccuparsi dei rischi veri dell’uso di farine animali… Ed invece non sorprende nemmeno il gioco delle tre carte dei deputati francesi che votano, si pentono, criticano ed approvano allo stesso tempo.

Ma inutile ragionare sui retroscena: prendiamoli in parola e aiutiamoli nella loro battaglia. Josè Bovè vuole che si etichettino le carni di animali nutriti con farine animali: pienamente d’accordo! siamo pronti a lanciare una raccolta di firme. Solo aggiungerei che vorrei la stessa etichetta sulle PIANTE NUTRITE CON FARINE ANIMALI (per i pochi che ancora non lo sapessero stiamo parlando di una cospicua parte delle produzioni biologiche), ed allora lì forse ci perderemmo la zavorra delle signore e dei signori eurodeputati francesi.

Leggi farine animali e Soia OGM nei mangimi

Nella categoria: News, OGM & Insicurezza alimentare, OGM & Soia

Una posizione laica sugli OGM

Novembre 6th, 2012
Post2PDF Versione PDF | 3 Comments

Davvero difficile essere una associazione di consumatori e non mettere il finto vestito degli anti-OGM.
Altroconsumo pone delle domande ragionevoli e concrete: quale è il vantaggio degli OGM resistenti ad erbicida per i consumatori?
Le risposte ci sono, ma evidentemente, finora, non sono state abbastanza ben spiegate.

Leggi le domande di Altroconsumo

Nella categoria: News, OGM & Insicurezza alimentare

Umberto Veronesi sostiene gli OGM

Marzo 28th, 2012
Post2PDF Versione PDF | 6 Comments

Un nuovo testo ( chi ha a cuore il pianeta e la lotta alla fame non può essere contro gli OGM) dell’illustre oncologo su Grazia. Questi testo sono fondamentali perché le indagine demoscopiche ci spiegano che l’opposizione agli OGM si annida sopratutto tra le donne non più giovanissime e questi testi su Grazia o Oggi valgono molto di più a cambiare i pregiudizi che gli articoli sui quotidiani dove i lettori hanno già una opinione consolidata.

Nella categoria: News, OGM & Insicurezza alimentare