Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /web/htdocs/www.salmone.org/home/wp-settings.php on line 512 Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /web/htdocs/www.salmone.org/home/wp-settings.php on line 527 Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /web/htdocs/www.salmone.org/home/wp-settings.php on line 534 Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /web/htdocs/www.salmone.org/home/wp-settings.php on line 570 Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /web/htdocs/www.salmone.org/home/wp-includes/cache.php on line 103 Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /web/htdocs/www.salmone.org/home/wp-includes/query.php on line 61 Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /web/htdocs/www.salmone.org/home/wp-includes/theme.php on line 1109 Deprecated: Call-time pass-by-reference has been deprecated in /web/htdocs/www.salmone.org/home/wp-content/plugins/newsletter/plugin.php on line 910 Deprecated: Call-time pass-by-reference has been deprecated in /web/htdocs/www.salmone.org/home/wp-content/plugins/newsletter/plugin.php on line 910 OGM & Mais | Salmone.org - Part 2

Trebbiatura pubblica di mais OGM a Vivaro

Ottobre 14th, 2013
Post2PDF Versione PDF | 42 Comments

champagne_glasses1In qualche modo quella di sabato 12 ottobre 2013 è stata una data storica: a nove anni dalla nascita di Futuragra ed a quasi sei dalla prima richiesta di semina, un mais OGM regolarmente iscritto al catalogo comune europeo un mais Bt è stato, seminato, coltivato, è fiorito, cresciuto e è stato raccolto.

Durante l’estate 2013 in Italia non sono scomparsi i turisti, non si è avuta voce di stragi o epidemie, la vendita dei prodotti Made in Italy non è precipitata e nessuna delle profezie dilettantesche dei vari pasdaran anti-innovazione si sono verificate. Inoltre la popolazione di Vivaro o della provincia di Pordenone non si è sollevata, gli iscritti a Coldiretti della zona non si sono incatenati alle ruote della mietitrebbia, il resto del Friuli ha assistito interessato ed incuriosito a questa disfida che ha mostrato come il Governatore del Friuli Serracchiani ne capisca molto più di leggi rispetto al Ministro dell’Ambiente Orlando (leggi anche http://www.salmone.org/friuli-la-coltivazione-di-mais-bt-e-libera/ ).

Un gruppetto di intolleranti agli OGM ha fatto visita ai campi di Vivaro nella notte tra l’11 ed il 12 ottobre imbrattando qualche stelo di mais, ma non essendo esperti hanno imbrattato il mais non OGM, dimostrando che la loro competenza in materia era più adatta alle discussioni da salotto. Tutto è andato per il meglio sopratutto per la ragionevolezza della Digos e dei Carabinieri che hanno costantemente presidiato i luoghi. La Forestale ha ripreso ogni passaggio della trebbiatura forse alla ricerca di una tardiva rivincita dopo che il decreto a sei mani aveva fatto una fine tanto indecorosa.
Ora ci sono dei dati tecnici, una analisi della biodiversità, dei quintali raccolti e delle fumonisine misurate. Gli agricoltori hanno visto che coltivare mais Bt è possibile e che si è nella piena legalità. L’esempio è stato ben percepito ed altri comuni ed altre provincie si stanno mobilitando.
Molti giornali hanno commentato sulla notizia chi, come il Sole, chiamandoli campi illegali. Una simile titolazione da la misura di quanto il giornale della Confindustria italiana debba ancora fare molta strada per arrivare a schierarsi con l’impresa, la ricerca e l’innovazione in questo Paese.
Le voci parlano di forse 1000 ettari coltivati da Ovest ad Est della pianura padana con mais Bt e quindi tanti agricoltori non solo in Friuli hanno toccato con mano l’innovazione: forse è arrivato il momento di smettere di fare le prove di forze e far vedere che è possibile anche avere una vera mediazione politica non subalterna di un solo sindacato agricolo.

Guarda i video della trebbiatura con Silvano Dalla Libera che scende dal trattore (video 1) e con la mietitrebbia che torna indietro per sollevare una ventina di piante abbattute al suolo in modo da rispettare le prescrizioni della Forestale che aveva intimato di non lasciare una sola spiga per terra (video 2).

Leggi: FuturAgra annuncia: il veneto pieno di campi seminati OGM - Gli attivisti sbagliano mira. fallisce il blitz anti OGM - La prima trebbiatura del mai OGM in Italia: le spighe ai Ministri - Blitz con le coltivazioni OGM, ma i No Global sbagliano campo - Trebbiato il primo mais italiano OGM - Sommario rassegna stampa sugli OGM (dal 09/10/2013 al 12/10/2013)

Ogm: Defez, piu’ trasparenza su mais italiano Su presenza tossina prodotta da fungo potenzialmente cancerogena
(ANSA) - ROMA, 12 OTT - La qualita’ del mais italiano e’ buona, ma serve un’informazione piu’ trasparente sulla presenza di una tossina prodotta da un fungo e sospettata di essere cancerogena. E’ quanto chiede Roberto Defez, dell’istituto di Genetica e Biofisica del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr), oggi a Vivaro (Pordenone) per la prima trebbiatura di mais Ogm, che potrebbe pero’ slittare a causa del maltempo.”Chiedo che venga applicato il regolamento europeo 1126 del 2007, che fissa il limite massimo delle tossine prodotte dai funghi chiamate fumonisine e sospettate di indurre il tumore dell’esofago”.
Il regolamento Ue fissa inoltre in 1.000 e in 200 parti per milione il limite massimo fissato rispettivamente per adulti e bambini. ”Il mais italiano e’ ottimo, ma va considerato questo aspetto”, ha detto ancora Defez. Ai dosaggi limite delle fumonisine per bambini e persone con la celiachia, ha proseguito, si riferisce anche un documento ufficiale
dell’Istituto Superiore di Sanita’.
”Il mais raccolto in questi giorni - ha rilevato Defez - ha 13 volte meno fumonisine perche’ e’ stato modificato il gene che protegge dall’attacco di un parassita che ‘ferisce’ la pianta lasciando campo libero al fungo che produce la tossina”. (ANSA)

Nella categoria: News, OGM & Ambiente, OGM & Argomenti contro, OGM & Coesistenza, OGM & Mais

Friuli: la coltivazione di mais Bt è Libera

Ottobre 2nd, 2013
Post2PDF Versione PDF | 84 Comments

images[COMUNICATO STAMPA] OGM: LA REGIONE FRIULI SCRIVE A FUTURAGRA “LA COLTURA DI MAIS OGM E’ LIBERA”

[ORDINANZA] Direzione centrale attività produttive commercio, cooperazione, risorse agricole e forestali

Nella categoria: News, OGM & Mais

Intervista a Dario Bressanini

Ottobre 2nd, 2013
Post2PDF Versione PDF | 20 Comments

«Io, prof universitario esperto di ogm, sconfitto sul web dalle bufale tipo la fragola-pesce»

Nella categoria: News, OGM & Luoghi comuni, OGM & Mais

Adottiamo le spighe OGM: solo 10 euro

Settembre 9th, 2013
Post2PDF Versione PDF | 4 Comments

Il campo di mais OGM di Vivaro, in provincia di Pordenone, è il primo esempio di coltivazione biotecnologica in Italia. Il campo è stato seminato nel pieno rispetto della normativa italiana ed europea e rappresenta un’occasione unica per l’agricoltura italiana di rinnovarsi.

Vivaro è la dimostrazione che l’Italia può e deve accedere all’innovazione. Oltre un decennio di demagogia ha impedito al nostro paese di competere ad armi pari con gli altri produttori di mais biotech del mondo, a partire dalla Spagna che oggi è il primo produttore di mais OGM in Europa.

Le recenti manifestazioni di sedicenti gruppi ambientalisti che ancora una volta hanno cercato di danneggiare il campo in spregio a ogni più elementare principio di civiltà e gli appelli alla distruzione da parte di esponenti politici che dimostrano di non conoscere la legislazione e soprattutto i diritti degli agricoltori sanciti dall’Unione Europea richiedono di proseguire la battaglia per l’innovazione.

Il decreto ministeriale con il quale, ancora una volta, la politica vuole mettere a tacere le legittime richieste degli agricoltori e le prerogative europee deve essere contrastato. Futuragra ritiene che questo decreto sia illegittimo e presenterà ricorso.
Il campo di Vivaro è legale e va difeso. Futuragra chiede agli agricoltori, ai ricercatori, agli scienziati e a tutti i cittadini di sostenere questa battaglia adottando simbolicamente, con una donazione di 10 euro, una spiga di mais del campo di Vivaro e di partecipare alla trebbiatura in ottobre per:

  • Finanziare le spese legali contro un decreto illegittimo e illiberale
  • Raccogliere dati scientifici per sopperire all’assenza della ricerca pubblica alla quale viene
    impedito di agire
  • Fare sapere che il campo di Vivaro appartiene a tutti coloro che credono nel diritto, nella scienza
    e nell’innovazione.

Tutti i sostenitori potranno partecipare a visite didattiche presso il campo e saranno invitati alla festa in occasione della trebbiatura nel prossimo mese di ottobre.

Leggi il volantino della campagna di Futuragra

Nella categoria: News, OGM & Mais

OGM: Domenica 15 settembre tutti alla festa di Vivaro (PN)

Settembre 9th, 2013
Post2PDF Versione PDF | 18 Comments

mais-griglia
Articolo aggiornato il 16 Settembre 2013

L’associazione italiana maiscoltori organizza una visita ad alcuni campi di mais resistente alla piralide messi a confronto con gli ibridi isogenici convenzionali.

l’appuntamento è per il 15 settembre 2013 alle ore 9, in via roma 9 a Vivaro (Pordenone)

Per informazioni telefonare al n. 329-8420551 o al n. 041-987400

—————————————————————————-

Foto della giornata (grazie a Lanice per avercele inviate)

cimg2866cimg2887
cimg2886cimg2884
cimg2881cimg2877

Nella categoria: News, OGM & Agricoltura italiana, OGM & Mais