Truffa Bio

27 Dic 2011
Post2PDF Versione PDF

ex-girasoliSequestrato il 10% di tutto il biologico italiano ed arrestata la persona che certifica il 25% del biologico italiano (leggi i furbetti della biotruffa). Un giorno sapremo anche se fidarci della gran parte del biologico italico prodotto in Campania, Calabria e Sicilia. Eppure la Food Standard Agency (leggi il Report for the Food Standards Agency: Confronto di composizione - nutrienti e altre sostanze- di organico e convenzionale prodotti alimentari: una revisione sistematica della letteratura disponibile ) ce lo aveva spiegato bene che non ci sono vantaggi nutrizionali sensibili tra prodotti da agricoltura biologica e convenzionale, ma in questo campo i consumatori hanno il diritto di scegliere come alimentarsi, con gli OGM questo diritto è negato per paura che tutti li comprino senza fare ascoltare i gruppi di interesse che li osteggiano.

1 commento al post: “Truffa Bio”

  1. PieroNo Gravatar scrive:

    E’ di questi giorni la notizia che alla domanda “come riconoscere se un prodotto è davvero biologico o si tratta di un ‘”impostore” cercherà di rispondere un gruppo di ricercatori europei che nei prossimi tre anni lavorerà alla messa a punto di un”impronta digitale analitica’ dei prodotti biologici che permetterà di identificare il ‘vero bio’ rispetto ai tentativi di frode.
    Il progetto sarà coordinato dall’Università di Copenhagen e vede la collaborazione italiana della Fondazione Edmund Mach.
    Non è cosa da poco e, se il progetto avrà successo, è probabile che ci si concentrà, finalmente, sull’effetiva produzione “organica” tralasciando implicazioni squisitamente ideologiche che, fra l’altro -se valide- sarebbero da imporre a tutte le produzioni. Per esempio, gli ogm non sono anch’essi “organici”; cosa c’entra il divieto di applicazione dell’embryo tranfer previsto dal disciplinare bio? (REGOLAMENTO (CE) N. 834/2007 DEL CONSIGLIO del 28 giugno 2007 relativo alla produzione biologica e all’etichettatura dei prodotti biologici e che abroga il regolamento (CEE) n. 2092/91, Art. 14 punto C)
    Vedremo …

Lascia un tuo commento

Per allegare una vostra immagine a fianco ai commenti registrarsi al sito Gravatar. Quando inserite la mail in fase di commento, bisogna usare la stessa mail che avete usato per registravi al Gravatar

Nella categoria: News, OGM & Salute

Le rubriche di Salmone

Luca Simonetti

Slow Food. Cattivo, sporco e sbagliato

Petrini aggiorna il suo manifesto, “Buono, pulito e giusto”. Qualche…