Comunicato stampa: FUTURAGRA

23 Ott 2013
Post2PDF Versione PDF

FUTURAGRA: MINISTERO DELL’AGRICOLTURA RISARCISCE CON 2.000 EURO SILVANO DALLA LIBERA PER LE SPESE LEGALI A SEGUITO DEL DECRETO ANTI-OGM DEL 2010

Lo stabilisce una sentenza del TAR del Lazio. I Ministri Zaia, Prestigiacomo e Fazio non potevano impedire al Vicepresidente di Futuragra di seminare mais Bt nei suoi terreni

Pordenone, 23 ottobre 2013 - Lo Stato italiano risarcirà le spese legali di 2.000 euro all’agricoltore Silvano Dalla Libera, Vicepresidente di Futuragra, per il ricorso al decreto interministeriale del 2010. Nel marzo di tre anni fa infatti i Ministri Zaia, Prestigiacomo e Fazio firmarono un decreto per vietare a Dalla Libera di seminare sul suo campo mais Bt. Quindici mesi dopo il TAR del Lazio condannò il Ministero delle politiche agricole a risarcire Dalla Libera, per avergli impedito di coltivare sementi OGM nei suoi terreni nonostante una sentenza del Consiglio di Stato avesse riconosciuto il suo diritto. “Dopo oltre due anni il Ministero rispetta le leggi, ha dichiarato Dalla Libera. Il risarcimento delle spese legali è solo il primo dei rimborsi che aspettiamo per i danni economici subiti. Riteniamo giusto però che a rimborsarci siano proprio quei Ministri che volutamente non hanno rispettato le leggi europee e non lo Stato sotto forma di tasse pagate dai cittadini”.

“Questa sentenza costituisce un precedente importante anche per il decreto dello scorso luglio presentato dai Ministri De Girolamo, Lorenzin e Orlando, che Futuragra intende impugnare e denunciare alla Commissione europea proseguendo la sua battaglia per poter seminare e produrre OGM nel nostro Paese e a fianco degli agricoltori che vogliono accedere all’innovazione, ha continuato Dalla Libera. Questo decreto voluto dal Ministro espone l’Italia al rischio di una procedura di infrazione da parte dell’Unione europea, che verrebbe pagata con i soldi dei contribuenti. La Commissione europea ha infatti più volte ribadito che non è possibile sottoporre ad autorizzazione nazionale le varietà che sono regolarmente iscritte nel catalogo comune europeo, come il MON 810″.

“Mentre la nostra politica prova ossessivamente ad alzare un muro ideologico di cartapesta contro gli organismi geneticamente migliorati, il nostro settore continua ad essere attanagliato dalla crisi, ha concluso Dalla Libera. I numeri degli ultimi dieci anni sono impietosi: l’agricoltura italiana ha perso 5 miliardi di euro e oltre 500 mila aziende agricole sono state costrette a cessare l’attività. Quelli che tentano di bloccare l’introduzione degli OGM nel nostro Paese agiscono per un fatto esclusivamente politico, in spregio al diritto europeo che ci permette di produrre cibo sano, nel rispetto della salute dei consumatori e dell’ambiente e con un maggiore guadagno per le imprese”.

Per informazioni:

Silvano Dalla Libera, Vicepresidente Futuragra Tel. 333 9866279
Ufficio Stampa: +39 02 43511671

www.futuragra.it |Facebook: www.facebook.com/Futuragra |Twitter: www.twitter.com/Futuragra

7 commenti al post: “Comunicato stampa: FUTURAGRA”

  1. FrancescoPDNo Gravatar scrive:

    Non sarebbe il caso di promuove una class-action contro lo stato da parte di tutti quelli che hanno avuto riposta negativa alla richiesta di autorizzazione alla semina?

  2. roberto defezNo Gravatar scrive:

    parlane con Luca Simonetti

  3. VitangeloNo Gravatar scrive:

    Intanto ieri al question time telelvisivo la Ministra, come una scolaretta, in risposta ad una interrogazione parlamentare sulla sicurezza alimentare attaccava gli OGM. Forse, poverina, non era stata informata della notizia di cui sopra. O la furbetta faceva finta di non sapere! Anche la stampa e la TV fanno i furbi ignorando la novità. Vediamo cosa succede da oggi! Comunque, il muro si sta sgretolando, piano piano, però! Ed è già un bel segnale.

  4. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    Caro Vitangelo il muro si sgretolerebbe completamente se avessimo:

    - OGM con transgeni nei cloroplasti;
    - OGM con promotori inducibili e non costitutivi;
    - OGM senza marcatori antibiotici.

    Io, sinceramente, se fossi in Dalla Libera chiederei i danni per “Mancato reddito” dal 1993, anno in cui si è iniziato a coltivare OGM nel mondo, fino ad oggi.

  5. VitangeloNo Gravatar scrive:

    Forse li avremmo già o saremmo a buon punto se non fosse stata bloccata la ricerca sugli OGM in Italia grazie a chi sai meglio di me visto che sei un loro sodale! Io li ho difesi e continuo a…. difendermi in tribunale senza mai aver commesso i fatti come anche il PM che mi ha accusato ha ammesso nell’ultima udienza. Ora aspetto l’esito finale.
    Ma chi mi darà indietro la tranquillità perduta e alla nazione l’ottimo gruppo di lavoro costruito con anni di sacrifici di tanti e tanti fondi unicamente pubblici?
    E’ facile ora voler chiedere i danni dal 1993. Dalla Libera non lo farà perchè non è uno sciacallo, ma un libero e coraggioso cittadino che lotta anche per te, che a quanto pare ti stai preparando a saltare il fosso. O mi sbaglio?

  6. marco pastiNo Gravatar scrive:

    Vorrei davvero che il muro si stesse per sgretolare ma non si cancellano anni di diffamazione attraverso tutti i mezzi di comunicazione più importanti in poco tempo grazie ad una condanna di un tribunale, e le forze in campo sono tuttora totalmente sproporzionate quindi mi sa che il muro sia ancora li bello robusto.
    L’anno scorso con la siccità è mancata soia nazionale non ogm ed il suo prezzo è volato alle stelle Coop Italia si è trovata in difficoltà perchè ha dovuto riconoscere un extra prezzo per comprare la soia e la sua determinazione nel combattere gli ogm per fidelizzare i consumatori ha un po’ vacillato. Ma quest’anno la produzione di soia è tornata normale i prezzi sono tornati sotto alla soia d’importazione. Sempre l’anno scorso molti agricltori si sono trovati in difficoltà per via delle aflatossine che si trovano più facilmente nel mais attaccato dalla piralide e l’interesse per il mais bt si è riacceso nonostante gli anatemi della Coldiretti. Certo che come agricoltore non posso sperare nella siccità per abbattere il muro!

  7. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Dalla Libera dove trova avvocati che per 2000 € gli fanno vincere un ricorso al TAR? Credo proprio che se non ci fosse di mezzo la soddisfazione morale, la soddisfazione materiale è ancora di la da venire!

Lascia un tuo commento

Per allegare una vostra immagine a fianco ai commenti registrarsi al sito Gravatar. Quando inserite la mail in fase di commento, bisogna usare la stessa mail che avete usato per registravi al Gravatar

Nella categoria: News, OGM & Agricoltura italiana, OGM & Coesistenza

Le rubriche di Salmone

Luca Simonetti

Slow Food. Cattivo, sporco e sbagliato

Petrini aggiorna il suo manifesto, “Buono, pulito e giusto”. Qualche…