Corbellini fa una breve lezione ai docenti di Pollenzo

23 Lug 2014
Post2PDF Versione PDF

Articolo aggiornato il 31 Luglio dopo la pubblicazione iniziale

Chi nutre lo stomaco e chi la mente

Manlio Rossi Doria, la politica di Coldiretti, il crack di Federconsorzi e le mancate risposte di Martina. Una domanda sorge spontanea, ma se Callisto Tanzi oggi proponesse allo Stato Italiano una attività imprenditoriale secondo voi gli verrebbe dato spazio? Ed allora dopo la vicenda Federconsorzi non si dovrebbero aprire gli occhi sulle ingenti perdite che si stanno accumulando in alcuni Consorzi Agrari?

http://media.mimesi.com/cacheServer/servlet/CropServer?date=20140723&idArticle=191742102&authCookie=1119342686

Anche Guidorzi spiega qualcosa a Martina sul Foglio

Chi vende biologico difende e non vede oltre

Ora arrivano le risposte a Corbellini. Buiatti, Cenni e Farinetti rispondono sull’Unità… Della serie dilettanti allo sbaraglio.

29 commenti al post: “Corbellini fa una breve lezione ai docenti di Pollenzo”

  1. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Ma allora a 74 anni sono ancora in grado di pensare moderno, visto che leggendo Corbellini mi sembra di fare una elencazione delle idee che ho in testa che sono frutto del mio curriculum professionale. I miei figli mi dicono che sono un Matusa e quasi quasi ci credevo, ma ora se me lo dicono ancora li mando a quel paese.!!!!!

  2. PieroNo Gravatar scrive:

    se posso: complimenti a l’Unità che ha pubblicato un articolo così poco “diplomatico” sull’argomento
    en passant segnalo la crisi che il giornale sta attraversando; penso che sia giusto esprimere solidarietà a chi vi lavora e l’augurio che una testata storica sia salvata dalla chiusura

  3. PieroNo Gravatar scrive:

    ma è una lotta impari…
    BRUXELLES - “Il nostro principale auspicio” è “raggiungere un accordo entro fine anno” con il Parlamento Ue sulla direttiva che dà agli stati membri facoltà di scelta sulla coltivazione degli Ogm. Lo ha affermato il ministro dell’ambiente Gian Luca Galletti in audizione alla commissione ambiente dell’Europarlamento. “In campo ambientale, il dossier Ogm rappresenta la priorità legislativa della presidenza italiana”, ha assicurato il ministro, nel giorno in cui il Consiglio affari generali ha formalizzato l’accordo politico trovato dai ministri dell’ambiente dei 28 a giugno. L’opinione pubblica, ha sottolineato Galletti, “ha già dato segnali chiari riguardo alla coltivazione degli Ogm ed è per questo motivo che riteniamo costituisca un dovere politico procedere il più velocemente possibile ad un accordo tra Consiglio e Parlamento”.
    ANSA Europa

  4. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    E’ un auspicio vano Piero, ci vorra molto più tempo per mettersi tutti d’accordo.

    La questione basilare da dirimere, In sede OMC Responsabile di un eventuale rifiuto e quindi della violazione delle regole che reggono il mercato mondiale è il paese membro o l’UE ancora?

    L’accordo di libero scambio nel Nord Atlantico lo buttiamo a mare? Accetteremo che inizino le ritorsioni da parte USA e Canada?

  5. OGM, basta bugie!No Gravatar scrive:

    corbellinate

    http://ogmbastabugie.blogspot.it/2013/08/gilberto-corbellini-e-gli-ogm-in.html

  6. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Le corbellinate si sono trasformate in cretinate

  7. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Sig. Minstro ecco il suo made in Italy in quattro mesi quanti soldi ci ha portato in cassa, però guardi anche quello che abbiamo speso all’estero.

    http://agronotizie.imagelinenetwork.com/agricoltura-economia-politica/2014/07/18/cereali-264-l-import-2-l-export/39155?ref=correlatig.

  8. OGM, basta bugie!No Gravatar scrive:

    esportazione di prodotti industriali = importazione di prodotti agricoli

    http://ogmbastabugie.blogspot.it/2013/12/le-importazioni-di-alimenti-sono-la.html

  9. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    L’Organizzazione delle industrie biotecnologiche ha preso questa iniziativa

    “Invito all’azione: l’industria agro-biotech 2014-2019
    Settore Agri-biotech presenta la sua potenzialità e opportunità di sviluppo nei prossimi anni. Come un settore ad alta intensità di ricerca, delle biotecnologie agricole possono contribuire alla crescita economica e la competitività dell’UE. Per saperne di più”

    Credete voi che abbiano considerati l’Italia degna di ricevere questo messaggio? Evidentemente ci considerano come l’ultima ruota del carro. Ministro Martina registri o meglio piglia incarta e porta a casa!

    http://www.europabio.org/sites/default/files/position/call_to_action_agri-biotech_industry_2014-2019.pdf

  10. OGM, basta bugie!No Gravatar scrive:

    Farinetti ha risposto alle corbellinate

    http://www.unita.it/scienza/non-capisco-i-toni-contrastare-gli-ogm-e-un-favore-al-bene-comune-1.582512

  11. PieroNo Gravatar scrive:

    Farinetti ne fa soprattutto una questione di “toni”, è comprensibile.

    Il Prof. Buiatti incentra il suo intervento sui MAS e su un singolare ragionamento.
    Poiché …
    “Vediamo in maggiore dettaglio cosa è successo in Argentina, Brasile, Paraguay per comprendere meglio la parte economica del problema.
    In quel caso, quando i Governi hanno aperto la strada agli Ogm i messi delle imprese hanno comprato moltissime piccole aziende locali come le nostre e cacciato i contadini, salvo una parte come braccianti. Questo anche usando le armi come in Paraguay, e perdendo tutta la biodiversità delle piante locali insieme ai linguaggi delle comunità distrutte spostate nelle favelas. È quindi diminuita la quantità di cibo disponibile e si sono coltivati soprattutto la soia e in piccola parte il mais esportati per la nutrizione degli animali dei Paesi sviluppati. Tutto qui il grande vantaggio degli Ogm che ha dato un potere incredibile alle multinazionali ed ha eliminato colture e culture anche in Cina, India e recentemente Africa.”
    poiché tutto questo (dato e non concesso)vietiamo gli Ogm in Italia! Naturalmente nessuno cita la ricerca originale italiana bloccata o, peggio, mandata al rogo (ahimè non in senso figurato)
    Poi il solito attacco all’Efsa e ai brevetti (che scadono e comunque di nuovo c’entrano poco con i divieti senza se e senza ma)

  12. OGM, basta bugie!No Gravatar scrive:

    corbellinate

    http://ogmbastabugie.blogspot.it/2014/07/25-luglio-2014-ancora-corbellini-sugli.html

  13. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    L’Unità

    Nella condizione del giornale che è di “tutti a casa” l’Unità non poteva non pubblicare la lettera di Corbellini (in altre occasioni sicuramente non l’avrebbe pubblicata perchè qui i ruderi delle Lubianka esistono ancora). Però subito dopo ha scatenato i fedelissimi da un lato e gli opportunisti dall’altro (Farinetti e Buiatti) perchè così i lettori del giornale hanno potuto nutrirsi della “dinsinformatia” dei Soviet.

    Prof. Buiatti, anche qui faccio fatica a scrivere il titolo accademico, in quanto uno che parla di metodi molecolari solo ora significa che usa paroloni per illudere. I marcatori molecolari caro Buiatti le multinazionali del seme li usano da 30 anni prima quelli fenotipici e ora quelli genotipici e lei vorrebbe suggerire al Ministro di spendere soldi per scoprire ciò che altri posseggono già operativamente? Le faccio notare che ho usato operativamente nel senso che fin dall’inizio possedevano il germoplasma adatto su cui usarli e riuscire ad accumulare geni interessanti. Mi sa dire se lei parte adesso e senza avere un germoplasma già con buone caratteristiche agronomiche accumulate quando arriverà a creare qualcosa. Professore non racconti balle a chi il naso se l’è rotto sul miglioramento vegetale, cosa che lei non ha mai fatto in quanto non si può fare nelle biblioteche delle università.

    L’Argentina per la Monsanto è stata un mezza débacle, perchè il suo brevetto non è riconosciuto e quindi hanno sfruttato gli OGM in barba alla Monsanto, mentre in Brasile inizialmente il suo presidente Lula aveva proibito gli OGM, ma gli agricoltori brasiliani li hanno contrabbandati dall’Argentina e si sono messi a coltivarli mettendo il governo di fronte al fatto compiuto. La MOnsanto se voleva prendere qualche royaltie ha dovuto scendere a patti con gli agricoltori.

    Quando uno scrive ” abbiamo bisogno della qualità dei prodotti e quindi spuntare prezzi veramente alti” rivela il suo vero scopo, caro Farinetti, cioè nell’aver sposato la causa di questa sinistra ancora troppo ideologica, cioè lei vuol farci i suoi affari in barba a chi ora non ha da mangiare e al fatto che la nostra bilancia alimentare sia deficitaria per il 50%. Quanto poveri si presentano nei suoi negozi?

    Quando poi la Cenni parla di biologico e da delle cifre senza capo ne coda è tipico di chi vuole solo imbonire o imbrogliare le carte. On Cenni (ho fatto fatica a scrivere “onorevole”) cosa significa che è salito dell’8,7% la richiesta di biologico se non mi da il 100%.
    Ora la superficie a biologico dichiarata è circa 1 milione di ettari e subito ne dobbiamo tirare via 700.000 perchè sono prati pascoli e qui di biologico non se ne produce (il latte chiamato biologico ed il convenzionale non presentano differenze in quanto la madre il latte lo fa sempre uguale in quanto il suo cervello biologico pensa di dover sempre alimentare la prole). Poi ci tiriamo via tutti gli uliveti abbandonati perchè il prodotto non è raccolto e se fosse raccolto sarebbe un concentrato di larve di mosca delle olive che non si conserverebbe e diverrebbe presto rancido.
    Mi sa dire on. Cenni cosa rimane di superficie per dare prodotti biologici? Sono tutti prodotti importati in quanto chi vende biologico così fa affari d’oro e favorisce le truffe. L’ultima è un olio biologico fatto con scarti. I truffatori una volta camuffavano i prodotti convenzionali ora camuffano i prodotti biologici perchè sfruttano un plus valore generato da una domanda fideistica . Mica sono fessi. A parità di volumi proposti il biologico presenta una percentuale di truffe enormemente superiore e per fortuna che è poco.

    Vincenzo Vizioli non inverta le cose è Fidenato che è nella legalità e non la trimurti delle ministre a cui si aggiunge la componente di riserva (nel caso ne venisse a mancare qualcuna per abuso di potere….) che è la Serracchiani, che pur sapendo di commettere un atto illegale ha preferito non opporsi, come aveva già fatto d’altronde, perchè ne andava di mezzo l’occupazione di un posto di potere sa visegretario del partito dominante, preludio ad un prossimo ministero di peso.
    Serracchiani non faccia la “verginella” per favore.

    Ancora una volta Vizioli ( com’è insito nel suo cognome) ha il vizio di mescolare le cose: il biologico è un residuale nell’ambito dell’economia agricola nazionale, non lo è nell’ambito di fonte di lauti guadagni (anzi furti legalizzati per me) fatti a spese di gente che non sa che la vita è una malattia mortale trasmessa sessualmente, cioè di gente che vuol autosoggestionarsi di morire sana.

    Vizioli demagogia la sta facendo lei perchè non è informato. Infatti quando si seleziona una pianta per poi ingegnerizzarla questa viene paragonata e analizzata fin nei minimi particolari e per più anni con la pianta isogenica di provenienza, cioè con una pianta esattamente uguale in tutto e per tutto salvo il transgene. Ciò serve a stabilire l’equivalenza della derrataprodotta con la pianta convenzionale. Solo una volta stabilito ciò si pone in commercio e guarda caso dopo venti anni nessuna di queste prove di equivalenza è stata smentita.

    Sia serio Vizioli lei si è fatto confondere dal sistema metrico decimale si tratta di metri e non di Km. Certo il polline si può trovare anche a qualche km, ma non è più vitale, un po’ come il suo polline!

    Vizioli nessuno di noi porta in palmo di mano le multinazionali e tanto meno io che le ho incolpate di non sfruttare tutto il germoplasma che hanno comprato a caro prezzo sul mercato (COMPRATO e non RUBATO) noi ci incazziamo con voi perchè con il vostro comportamento avete messo le multinazionali in una torre d’avorio inassaltabile e permesso loro di sfruttare un mercato in assoluto monopolio, non solo ma di limitarsi a creare e sfruttare PGM che davano loro lauti guadagni e senza doverle cambiare. Altro che solo quattro piante, ma perchè si deve cambiare un cavallo che vince le corse? Non si stia a preoccupare per le multinazionali, in riserva ne hanno già pronte molte di piante ingnerizzate da mettere in commercio e con più geni impilati per risolvere più problemi che assillano gli agricoltori.Il MON 810 è stato sfruttato per tutta la vita del brevette senza nessuna concorrenza perchè nessuno lo ha potuto fare non disponendo dei soldi necessari per preparare dossier costosissimi. Siete stati voi che avete voluto questo, non verto io inquanto arcisicuro che un gene fa sempre lo stesso suo lavoro e se è buono rimane buono (salco che non muti, ma quasto è valido con tutti i geni)

    Vizioli perchè voi biologici seminate il grano RENAN che è frutto di marchingegni biotecnologici. questo però non lo dite. Perchè non obbligate le aziende biologiche ad avere una stalla con capi di bestiame se obbligate a concimare con solo letame? Così facendo i vostri soci concimano con le più svariate sostanze organiche che più inquinate non si può.

    Vizioli lei è un ignorante (nel senso che ignora) cosa sia un brevetto. Infatti al contrario di cosa dice lei il vivente non è brevettabile in nessuna parte del mondo, mentre in Europa i piccoli coltivatori se hanno interesse possono riseminare la loro produzione senza dover pagare nessun diritto di brevetto. Onorevole Cenni Schmeiser era un farabutto e non un martire. Si informi

  14. PieroNo Gravatar scrive:

    Non è questo l’argomento di questo blog, tuttavia, da lettore/abbonato de l’Unità non posso non chiedere a Alberto di correggere o ritirare la sua frase di apertura. Se fosse venuto da qualcuno dei perditempo che transitano a volte da queste parti, non l’avrei nemmeno preso in considerazione, ma in bocca ad Alberto il riferimento alla Lubjanka non può passare inosservato. Né mi sembrano corrette le illazioni sui motivi per cui il giornale avrebbe pubblicato Corbellini. Ricordo che l’Unità si avvale, per la sezione scienze, della collaborazione di Pietro Greco. P. Greco aveva affrontato questi argomenti già nel 2003 come direttore di “Scienza Esperienza”. Conservo i ritagli di un bel dibattito da lui promosso, se Roberto ritiene glieli invio.
    Alberto, tutto quello che scrivi sopra è sacrosanto e condivisibile, il cappello proprio non c’entra nulla!

  15. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Piero

    Lasciami l’opinione-convinzione (che tu dal tuo punto di vista giustamente consideri sbagliata) che la lettera di Corbellini è stata pubblicata per provocare le reazioni e non per aprire un dibattito. Molti lettori dell’Unità (non tutti evidentemente) piace leggere i contro e non i pro. Ciò che mi lascia molto perplesso è la subitanea mobilitazione dei soliti noti.

  16. PieroNo Gravatar scrive:

    Prima di commentare ancora, chiedo a Roberto se è d’accordo di spostare (in effetti solo fino a un certo punto, ragionare sugli interventi e sulle intenzione di chi li fa non è, forse, OT) l’attenzione su questo scambio di opinioni.

  17. PieroNo Gravatar scrive:

    Alberto: è del tutto ovvio che tu possa avere le tue opinioni. A me sembra che aver lanciato in prima pagina l’intervento di Corbellini sia stato un atto importante; per la verità non è stata neppure la prima volta e abbiamo già commentato qui articoli pubblicati da l’Unità. Che l’articolo di Corbellini suscitasse reazioni era del tutto prevedibile e, perché no, auspicabile. Avresti probabilmente ragione tu se Corbellini, o altri, si vedesse negare la contro-replica. Purtroppo temo che non potremo avere questa verifica, considerato che da venerdì l’Unità non uscirà più. E sul fatto che questo sarà un brutto giorno per la libertà di opinione, credo che possiamo essere tutti d’accordo.

  18. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    La sparizione di un giornale è sempre un fatto che mina la democrazia. Di questo ne sono convinto come te.

  19. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Piero
    La sparizione di un giornale è sempre un fatto che limita la democrazia. Di questo ne sono convinto come te.

  20. OGM, basta bugie!No Gravatar scrive:

    torno dalle ferie e vedo che le cose non sono cambiate…….i soliti opinionisti di sempre…….con i soliti modi

  21. OGM, basta bugie!No Gravatar scrive:

    Devo dire che corbellini è un grande …………. Lascio a voi la possibilità di scrivere la parola successiva al posto dei puntini.
    Corbellini è uno storico della scienza che riesce a fare un articolo su Manlio Rossi Doria e non sa nemmeno quando è morto. Infatti scrive che è morto nel 1986, invece è morto nel 1988. Ma fa niente, pasiensa. Bocciato!

    http://www.treccani.it/enciclopedia/manlio-rossi-doria/

    Solo questo aspetto vi può dare un’idea del personaggio corbellini. Guardi corbellini, che gli Economisti agrari, Manlio Rossi Doria lo conoscono molto bene. Credo abbiano letto quello che ha scritto, peccato che egli non abbia avuto il tempo di scrivere nulla a proposito degli OGM, poiché gli OGM sono stati creati ai primi anni ’90, quando Rossi Doria era già morto da una decina di anni. Pertanto, corbellini, ha scelto anche la persona sbagliata. Sicuramente un ottimo Economista Agrario, ma che non ha fatto in tempo ad occuparsi delle problematiche relative agli OGM.

    Poteva scegliere il prof. Mario Prestamburgo, Economista Agrario, già Presidente della SIDEA (Società Italiana degli Economisti Agrari), nonché sottosegretario al Ministero dell’Agricoltura, in tempi molto più recenti di quelli di Rossi Doria (1995-96).

    http://it.wikipedia.org/wiki/Mario_Prestamburgo

    In questo caso, però, avrebbe avuto delle sorprese, poiché il prof. Mario Prestamburgo, così come gran parte degli Economisti Agrari italiani, è contrario all’introduzione degli OGM agricoli (senza paura di essere smentiti possiamo dire che gli Economisti Agrari favorevoli agli OGM si contano sulla punta delle dita).

    Mario Prestamburgo, quando era Presidente della SIDEA è stato tra i firmatari di questo documento: “Ogm, un manifesto italiano per difendere l´agricoltura”.

    http://greenreport.it/web/archivio/show/id/4389

    Caro Storico della scienza, nei primi anni 2000 usciva anche un appello del “Consiglio dei Diritti Genetici” intitolato “PRECAUZIONE SUGLI OGM”, tra i firmatari molti scienziati delle più disparate comunità scientifiche anche alcuni Economisti Agrari, sicuramente non favorevoli agli OGM

    http://www.claudio-rise.it/wilderness/genetici.htm

    Di seguito l’elenco dei firmatari il documento
    1) Gianluca Brunori
    Economista agrario, Università di Pisa

    2) Leonardo Casini
    Economista agrario, Università di Firenze

    3) Claudio Malagoli
    Economista agrario, Università di Bologna

    4) Francesco Marangon
    Economista agrario, Università di Udine

    5) Mario Prestamburgo
    Economista agrario, Università di Trieste

    6) Donato Romano
    Economista agrario, Università di Firenze

    7) Giorgio Schifani
    Economista agrario, Università di Palermo

    8) Simone Vieri
    Presidente Istituto Nazionale di Economia Agraria, Università La Sapienza di Roma

    Caro corbellini, con Farinetti e compagnia non ha fatto una gran bella figura! Uno storico della scienza che non conosce le date! corbellini, continui così, avrà un sacco di fans!

    http://www.unita.it/scienza/non-capisco-i-toni-contrastare-gli-ogm-e-un-favore-al-bene-comune-1.582512

  22. OGM, basta bugie!No Gravatar scrive:

    Devo dire che corbellini è un grande …………. Lascio al lettore la possibilità di scrivere la parola successiva al posto dei puntini.
    corbellini è uno storico….ripeto storico della scienza che riesce a fare un articolo su Manlio Rossi Doria e non sa nemmeno quando è morto. Infatti scrive che è morto nel 1986, invece è morto nel 1988. Ma fa niente, pasiensa. Bocciato!

    http://www.treccani.it/enciclopedia/manlio-rossi-doria/

    Solo questo aspetto vi può dare un’idea del personaggio corbellini. Guardi corbellini, che gli Economisti agrari, Manlio Rossi Doria lo conoscono molto bene. Credo abbiano letto quello che ha scritto, peccato che egli non abbia avuto il tempo di scrivere nulla a proposito degli OGM, poiché gli OGM sono stati creati ai primi anni ’90, quando Rossi Doria era già morto da una decina di anni. Pertanto, corbellini, ha scelto anche la persona sbagliata. Sicuramente un ottimo Economista Agrario, ma che non ha fatto in tempo ad occuparsi delle problematiche relative agli OGM.

    Poteva scegliere il prof. Mario Prestamburgo, Economista Agrario, già Presidente della SIDEA (Società Italiana degli Economisti Agrari), nonché sottosegretario al Ministero dell’Agricoltura, in tempi molto più recenti di quelli di Rossi Doria (1995-96).

    In questo caso, però, avrebbe avuto delle sorprese, poiché il prof. Mario Prestamburgo, così come gran parte degli Economisti Agrari italiani, è contrario all’introduzione degli OGM agricoli (senza paura di essere smentiti possiamo dire che gli Economisti Agrari favorevoli agli OGM si contano sulla punta delle dita).

    Mario Prestamburgo, quando era Presidente della SIDEA (Società Italiana di Economia Agraria) è stato tra i firmatari di questo documento: “Ogm, un manifesto italiano per difendere l´agricoltura”.

    Caro Storico della scienza, nei primi anni 2000 usciva anche un appello del “Consiglio dei Diritti Genetici” intitolato “PRECAUZIONE SUGLI OGM”, tra i firmatari molti scienziati delle più disparate comunità scientifiche anche alcuni Economisti Agrari, sicuramente non favorevoli agli OGM

    Di seguito l’elenco dei firmatari il documento
    1) Gianluca Brunori
    Economista agrario, Università di Pisa

    2) Leonardo Casini
    Economista agrario, Università di Firenze

    3) Claudio Malagoli
    Economista agrario, Università di Bologna

    4) Francesco Marangon
    Economista agrario, Università di Udine

    5) Mario Prestamburgo
    Economista agrario, Università di Trieste

    6) Donato Romano
    Economista agrario, Università di Firenze

    7) Giorgio Schifani
    Economista agrario, Università di Palermo

    8) Simone Vieri
    Presidente Istituto Nazionale di Economia Agraria, Università La Sapienza di Roma

    Caro corbellini, con Farinetti e compagnia non ha fatto una gran bella figura! Uno storico della scienza che non conosce le date! corbellini, continui così, avrà un sacco di fans!

  23. roberto defezNo Gravatar scrive:

    Imperdibile risposta di Corbellini alla Cenni, Farinetti e Buiatti, peccato che anche OGMbb non abbia pubblicato qualcosa perchè avrebbe avuto anche lui un attimo di gloria:

    http://www.wired.it/scienza/biotech/2014/08/04/corbellini-difesa-ogm/

  24. OGM, basta bugie!No Gravatar scrive:

    Le solite corbellinate di uno storico che non conosce la data di morte del personaggio di cui sta parlando……non ho parole…..bocciato

    http://ogmbastabugie.blogspot.it/2013/08/gilberto-corbellini-e-gli-ogm-in.html

  25. OGM, basta bugie!No Gravatar scrive:

    Tra l’altro, corbellini parla male del PD, ma il PD è l’unico partito che è senz’altro favorevole agli OGM in agricoltura…….non ho mai capito perchè, ma così è!

    http://ogmbastabugie.blogspot.it/2013/04/enrico-letta-e-sicuramente-favorevole.html

    http://ogmbastabugie.blogspot.it/2014/02/quale-la-posizione-del-pd-nei-confronti.html

  26. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Solo per gli imbecilli è criticabile l’intervento di Corbellini.

  27. OGM, basta bugie!No Gravatar scrive:

    le solite corbellinate, di uno che l’agricoltura l’ha vista solo sui libri di storia. Uno storico che parla di Manlio Rossi Doria e sbaglia la sua data di morte……corbellini……bocciato!

    http://ogmbastabugie.blogspot.it/2014/07/25-luglio-2014-ancora-corbellini-sugli.html

  28. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Chi avrà la pazienza e l’onestà intellettuale (però è una carttaristica genetica che qualcuno non possiede, ha il gene silenziato) di leggere i contenuti di questo link potrebbe ricavarne utili informazioni.

    http://www.newyorker.com/magazine/2014/08/25/seeds-of-doubt

  29. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    VEDISEMU, continua a offendere ……. l’unica cosa che alla tua età sai fare bene …..

Lascia un tuo commento

Per allegare una vostra immagine a fianco ai commenti registrarsi al sito Gravatar. Quando inserite la mail in fase di commento, bisogna usare la stessa mail che avete usato per registravi al Gravatar

Nella categoria: News, OGM & Agricoltura italiana, OGM & Ricerca

Le rubriche di Salmone

Luca Simonetti

Slow Food. Cattivo, sporco e sbagliato

Petrini aggiorna il suo manifesto, “Buono, pulito e giusto”. Qualche…