Cosa c’entra il Ministro dell’Agricoltura nazista con Expo 2015: ce lo spiega Elio Cadelo

27 Dic 2013
Post2PDF Versione PDF

Suolo e Sangue è una brutta storia di orgoglio nazionalistico di una Europa che speriamo sia tramontata per sempre e che veda invece un continente che sia aperto e desideroso di innovarsi e proiettarsi verso un migliore futuro.

Leggi il rischio è demonizzare l’innovazione.

1 commento al post: “Cosa c’entra il Ministro dell’Agricoltura nazista con Expo 2015: ce lo spiega Elio Cadelo”

  1. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Roberto c’entra c’entra. Senti questa che ci viene dalla Francia di Petain (almeno il fascismo nostrano certe stupidate non le ha dette, anche se ne ha dette tante altre…)

    “Lenglet presidente del consiglio superiore d’igiene pubblica di Francia tra il 1940 e 1946, cioè sotto Petain, ebbe a dire: “ se esiste una razza francese lo si deve al frumento ed il pane degradato di oggi non contiene più gli elementi essenziali del frumento e quindi diminuisce la vitalità della razza francese. Tutto ciò è la conseguenza del modo di fare le farine oggi”. Alexis Carrel, il premio Nobel per la medicina nel 1912 addirittura ne fa un elemento di eugenetica, conformemente alle idee del filo-fascista Partito Popolare Francese, ed afferma, nel suo libro “L’homme cet inconnu”, che: “Si fa credere al pubblico che il pane bianco è superiore a quello scuro. La farina è burattata sempre più completamente ed è così privata dei principi più utili….e nei paesi dove il pane è la parte principale dell’alimentazione le popolazioni degenerano”.

Lascia un tuo commento

Per allegare una vostra immagine a fianco ai commenti registrarsi al sito Gravatar. Quando inserite la mail in fase di commento, bisogna usare la stessa mail che avete usato per registravi al Gravatar

Nella categoria: News, OGM & Luoghi comuni, OGM & Ricerca

Le rubriche di Salmone

Luca Simonetti

Slow Food. Cattivo, sporco e sbagliato

Petrini aggiorna il suo manifesto, “Buono, pulito e giusto”. Qualche…