Cresce la richiesta di cibi senza OGM in USA

27 Ago 2014
Post2PDF Versione PDF

http://online.wsj.com/articles/the-gmo-fight-ripples-down-the-food-chain-1407465378

“Non-GMO” is one of the fastest-growing label trends on U.S. food packages, with sales of such items growing 28% last year to about $3 billion, according to market-research firm Nielsen. In a poll of nearly 1,200 U.S. consumers for The Wall Street Journal, Nielsen found that 61% of consumers had heard of GMOs and nearly half of those people said they avoid eating them. The biggest reason was because it “doesn’t sound like something I should eat.”

Una ulteriore evidenza che OGM e non-OGM coesistono anche nella patria degli OGM. Una ulteriore prova che dagli OGM si può tornare indietro.

1 commento al post: “Cresce la richiesta di cibi senza OGM in USA”

  1. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Questo invece è una ulteriore prova che il Medioevo con le sue paure ed i suoi tabù è trascorso invano.

    http://www.geneticliteracyproject.org/2014/08/25/glp-infographic-gmo-research-is-all-industry-funded-biofortified-analysis-sets-record-straight/

Lascia un tuo commento

Per allegare una vostra immagine a fianco ai commenti registrarsi al sito Gravatar. Quando inserite la mail in fase di commento, bisogna usare la stessa mail che avete usato per registravi al Gravatar

Nella categoria: News, OGM & Luoghi comuni, OGM & Mondo

Le rubriche di Salmone

Luca Simonetti

Slow Food. Cattivo, sporco e sbagliato

Petrini aggiorna il suo manifesto, “Buono, pulito e giusto”. Qualche…