Dalla Svizzera via libera agli OGM

06 Set 2012
Post2PDF Versione PDF

Non sono pericolosi per la salute, l’ambiente e nemmeno per la coesistenza

Leggi Vantaggi e rischi derivanti dall’emissione deliberata nell’ambiente di piante geneticamente modificate

4 commenti al post: “Dalla Svizzera via libera agli OGM”

  1. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Il MInistro dell’agricoltura italiano potrebbe essere indotto a fare parimenti, solo che affiderebbe l’indagine a GenEticaMente con Mario Capanna Gran Coordinatore.

  2. franco nulliNo Gravatar scrive:

    E non mi pare che stiamo parlando dello Swaziland, anche se c’é assonanza fra i nomi…
    Questa é la Confederazione Elvetica, la Svizzera, CH.

    Non voglio dire che siano l’oracolo di Delfi, ma nemmeno dei cretini e sicuramente un paese civile che alla salute dei suoi ricchi cittadini tiene in modo particolare.

    Franco

  3. marylinNo Gravatar scrive:

    Non è ai suoi ricchi che tiene la Confederazione Elvetica, ma alle sue multinazionali… Non a caso la Sygenta è CH al 100% ed è al 3o posto a livello mondiale nel settore biotech quindi ognuno faccia i suoi conti.. un po’ interessato come giudizio non trovate?

  4. franco nulliNo Gravatar scrive:

    Verissimo quello che dici.
    Ma ti assicuro (ho un pezzo di famiglia svizzera per “importazione”) non venderebbero gli “svizzeri” ad una multinazionale “fellona”…
    Un bel conflitto di interessi…
    Credo che l’industria (in quanto tale), per quanto importante, sia per loro meno importante del fattore umano e degli interessi finanziari.
    Pronto a ricredermi in qualunque momento di fronte alla realtà opposta.

    Franco

Lascia un tuo commento

Per allegare una vostra immagine a fianco ai commenti registrarsi al sito Gravatar. Quando inserite la mail in fase di commento, bisogna usare la stessa mail che avete usato per registravi al Gravatar

Nella categoria: News, OGM & Europa, OGM & Salute

Le rubriche di Salmone

Luca Simonetti

Slow Food. Cattivo, sporco e sbagliato

Petrini aggiorna il suo manifesto, “Buono, pulito e giusto”. Qualche…