DOP ed IGP puniscono le piccole imprese

28 Gen 2009
Post2PDF Versione PDF

Per una volta un articolo che non parla di OGM, ma dei problemi legati ai marchi DP ed IGP ed al tessuto stesso dell’agricoltura italiana. I dati mostrano come i margini di guadagno sono ormai ridotti all’osso ed un investimento in immagine si traduce in un danno commerciale. Ancora una volta si dimostra come andrebbero sostenute due filiere distinte: quella degli OGM e delle produzioni di derrate alimentari da un lato e quella delle produzioni tipiche e certificate dall’altra. Le due filiere si aiuterebbero l’un l’altra senza interferire o penalizzare gli agricoltori, ma per fare un simile passo si dovrebbero abbandonare le guerre di religione e l’ideologia partigiana.

Scrica l’articolo (qui).

Lascia un tuo commento

Per allegare una vostra immagine a fianco ai commenti registrarsi al sito Gravatar. Quando inserite la mail in fase di commento, bisogna usare la stessa mail che avete usato per registravi al Gravatar

Nella categoria: News, OGM & Agricoltura italiana

Le rubriche di Salmone

Luca Simonetti

Slow Food. Cattivo, sporco e sbagliato

Petrini aggiorna il suo manifesto, “Buono, pulito e giusto”. Qualche…