EFSA rifà i conti sul glifosate

13 Nov 2015
Post2PDF Versione PDF

Non è probabile che sia un cancerogeno, contrordine sul glifosate e forse una differenza tra il solo glifosate e alcune miscele che contengono anche il glifosate, così potrebbero spiegarsi le
differenze tra le analisi IARC ed EFSA.

http://www.efsa.europa.eu/it/press/news/151112

1 commento al post: “EFSA rifà i conti sul glifosate”

  1. franco nulliNo Gravatar scrive:

    Il Glifosate é probabilmente cancerogeno in certe condizioni e concentrazioni di assorbimento come l’acido acetilsalicilico, il paracetamolo e infiniti altri prodotti che usiamo per curarci e nutrirci; forse anche l’insalata lattuga, chi può dirlo; cosa non lo é ?
    Anche le bistecche toscane e il nostro salame e prosciutto sono potenzialmente cancerogeni secondo l’OMS.
    Il vero valore che bisognerebbe considerare é il potenziale nostro assorbimento nel corso di una vita.
    Credo che ciascuno di noi abbia ingerito molte più aspirine e tachipirine o insalate e bistecche che non microgrammi di Glifosate nella sua vita…
    Per il resto mi devo rimettere ai pareri degli enti preposti. E credo che EFSA non sia l’ultimo arrivato.
    Per questa ragione, pur non potendo coltivare OGM, continuerò ad utilizzare il Glifosate con prudenza e tranquillità nelle mie campagne gestite a minima lavorazione per la gestione delle infestanti primaverili.
    Può essere che io morirò di cancro fra un paio di mesi, ma non sarà certo per colpa del Roundup e della Monsanto!

Lascia un tuo commento

Per allegare una vostra immagine a fianco ai commenti registrarsi al sito Gravatar. Quando inserite la mail in fase di commento, bisogna usare la stessa mail che avete usato per registravi al Gravatar

Nella categoria: News, OGM & Insicurezza alimentare, OGM & Salute

Le rubriche di Salmone

Luca Simonetti

Slow Food. Cattivo, sporco e sbagliato

Petrini aggiorna il suo manifesto, “Buono, pulito e giusto”. Qualche…