Esiste in Italia una comunità scientifica?

17 Lug 2013
Post2PDF Versione PDF

Esiste in Italia una comunità scientifica? di Roberto Defez

Oggi mercoledì 17 su Tuttoscienze de La Stampa

8 commenti al post: “Esiste in Italia una comunità scientifica?”

  1. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Roberto

    Almeno tu hai trovato spazio, io invece ho inviato questa lettera a Sergio Romano del Corriere della Sera, ne ho inviata un’altra alla Tamaro, e una alla Debac, ma di tesi contrarie al pensare ad una ex padrona del giornale, vale a dire l’ineffabile Crespi, che dice dice di fare agricoltura biologica su 350 ettari della sua azienda solo perchè non ci deve campare degli emolumenti che ne escono, nemmeno parlarne.
    Trascrivo qui il testo della lettera al Romano (che evidentemente resterà nella memoria di computer se non già cancellata.
    ——-
    Egregio Dr. Romano

    Ieri ho voluto visitare il campo di mais OGM con il tratto MON 810 inglobato e che il Sig. Giorgio Fidenato dopo che tutti gli impedimenti frapposti in Italia sono stati dichiarati illegali, ha seminato. Si tratta per ora di un mais di soli 30/40 cm di altezza, rispetto ai mais limitrofi alti già due metri e che ormai stanno segnando la fioritura. Non esiste, e non esisterà quindi nessun pericolo per fioriture in epoche diverse e organi sessuali femminili non più recettivi. Proporrei quindi di approfittare della situazione per far divenire il campo dell’agricoltore Fidenato un laboratorio a cielo aperto al fine di verificare o meno il comportamento della tossina Bt prodotta da questo mais OGM e che dovrebbe limitare le generazioni del parassita “Piralide del Mais” e diminuire il contenuto di micotossine cancerogene che si accumulerebbero nei semi. Purtroppo temo che nottetempo pattuglie prezzolate di devastatori faranno tabula rasa del campo e nessuno interverrà per impedirlo. Abbiamo già assistito ad un episodio di caccia alle streghe: mi riferisco alla distruzione di trent’anni di lavoro del ricercatore dell’Università della Tuscia, Prof Eddo Rugini, perché un ex-sessantottino si è fatto paladino del rispetto della legge, (da che pulpito viene la predica) che non aveva concesso una proroga del permesso a coltivare che aveva concesso in precedenza. Buon senso voleva che si giungesse ad avere risultati per fare una valutazione complessiva, in fin dei conti si sono buttati dei soldi pubblici già spesi e pericoli di contaminazioni e diffusione nell’ambiente di materiale OGM non ve n’erano. Tutte le precauzioni erano state prese. Durante la visita mi ha avvicinato una signora che era venuta per poter capire e mi ha chiesto dov’era il polline, al che io ho risposto che doveva passare almeno un altro mese se non di più. La Signora mi ha allora chiesto se andando vicino od in mezzo a quel granoturco fosse stata ricoperta di polline OGM. Io ho risposto che coperta no, ma dei granuli di polline vitale si sarebbero depositati su di Lei. Terrorizzata mi chiese allora cosa le sarebbe capitato ed io ho risposto che se era vera la teoria di Mario Capanna, l’ex sessantottino appunto, le poteva nascere un “figlio-pannocchia”.. Lei non mi crederà e fa bene perché l’episodio è inventato, ma se Mario Capanna ha propalato la fandonia della “fragola-pesce”, ed in molti ci hanno creduto, anche il “figlio-pannocchia” è proponibile.
    Cosa ne pensa della situazione venutasi a creare in l’Italia e nell’UE rispetto agli altri paesi del globo? Crede che siano oscurantisti o lungimiranti?

  2. bacillusNo Gravatar scrive:

    Ottimo intervento Roberto. Bisogna che la comunità scientifica si assuma le responsabilità che le competono e che inizi a far sentire la propria voce. Siamo sull’orlo del baratro. La vicenda Stamina e la mozione anti-OGM firmata anche da una scienziata del calibro di Ilaria Capua sono episodi sconvolgenti per chi crede in un possibile futuro migliore, in cui si possa raggiungere il benessere in modo sempre più sostenibile grazie al progresso scientifico e tecnologico.
    L’analfabetismo scientifico degli italiani è un dato di fatto, ma se anche la classe dirigente manifesta palesemente inettitudine ed indolenza non abbiamo speranze.
    Per questo la tua sferzata è quanto mai opportuna. Grazie.

  3. roberto defezNo Gravatar scrive:

    Ho intercettato la Capua che si è scusata dicendo di avere sbagliato e di non aver poi votato la mozione, ma certo resta la sua firma come presentatrice e la cosa non va bene

  4. bacillusNo Gravatar scrive:

    Beh, dispiace. Ero un fan sfegatato di Capua, ora lo sono un po’ meno. Mai fidarsi.

  5. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    Certo che esiste!

    - esiste una comunità scientifica che crede che gli OGM rappresentino un mezzo per far uscire dalla crisi la nostra agricoltura;

    - esiste una comunità scientifica che crede che l’Italia possa far concorrenza agli USA o al Brasile o all’Argentina con gli OGM;

    - esiste una comunità scientifica che crede che gli OGM non diano alcun problema di coesistenza;

    - esiste una comunità scientifica che crede che al di là della modificazione genetica introdotta, null’altro cambia nell’organismo trasformato;

    - esiste una comunità scientifica che crede che con le piante OGM HT si possa agevolmente risolvere il problema delle erbe infestanti;

    - esiste una comunità scientifica che crede che con le piante OGM Bt si possa agevolmente risolvere il problema della piralide;

    - esiste una comunità scientifica autoreferenziale, che non si mette in discussione e che crede che le ragioni degli altri siano solo fuffa.

  6. PieroNo Gravatar scrive:

    dopo la lettura di Repubblica di oggi ho inviato la seguente lettera alla rubrica dei lettori

    Acquisto quotidianamente Repubblica
    Se il giornale non concederà ad autentici scienziati lo stesso risalto che oggi ha concesso agli articoli, pieni di notizie inesatte per non dire false e tendenziose sugli Ogm, il sottoscritto,
    “lettore” e non “consumatore” di notizie, seguendo il consiglio dell’esimio Petrini, smetterà di acquistarlo.
    Tanto per vostra informazione.

    non la pubblicheranno come non ne hanno pubblicato altre; forse se li si invadesse di lettere simili qualche risultato si otterrebbe

  7. bacillusNo Gravatar scrive:

    Piero, per il tuo stesso motivo 5 o 6 anni fa smisi di comprare Rep anche se la mia formazione civile si era svolta per oltre 15 anni proprio su quel giornale. Se hai tali tentazioni, non sei solo, dunque.

  8. Giorgio FidenatoNo Gravatar scrive:

    Diceva Martin Luther King:” Ciò che è male nel mondo non sono gli uomini cattivi, ma il silenzio di quelli buoni”.

Lascia un tuo commento

Per allegare una vostra immagine a fianco ai commenti registrarsi al sito Gravatar. Quando inserite la mail in fase di commento, bisogna usare la stessa mail che avete usato per registravi al Gravatar

Nella categoria: News, OGM & Media, OGM & Politica

Le rubriche di Salmone

Luca Simonetti

Slow Food. Cattivo, sporco e sbagliato

Petrini aggiorna il suo manifesto, “Buono, pulito e giusto”. Qualche…