Fidenato si autodenuncia

09 Mar 2011
Post2PDF Versione PDF

Siccome l’assessore veneto Manzato non è aggiornato sullo stato del processo friulano di Fidenato, meglio chiarire che contro di lui è stata proposta una ammenda, Fidenato non ha accettato e quindi si è aperto un processo che vedrà la prossima udienza a fine giugno (col nuovo mais in fiore).
Non c’è stata nessuna condanna in primo grado.
La frustrazione degli assessori è palese visto che l’intera materia agricola è stata delegata all’Europa e quindi chi fa leggi in Italia dovrebbe tenere conto di questo “dettaglio”, cosa che apparentemente non è stata fatto da anni.

OGM: Fidenato, agricoltori semineranno mais transgenico

(ANSA) - PORDENONE, 8 MAR - Una decina di coltivatori associati ad ‘Agricoltori Federati’ da meta’ aprile seminera’ mais transgenico: lo ha dichiarato stamani il presidente del sodalizio, Giorgio Fidenato. ”La decisione di procedere con la semina - ha aggiunto - e’ rafforzata dalla missiva che la Direzione generale alla Salute della Commissione Europea ha inviato all’Italia, con cui si conferma il via libera negli Stati membri all’utilizzo di determinate varieta’ transgeniche”. Per aver seminato mais Ogm lo scorso anno, Fidenato e’ stato raggiunto da un decreto penale di condanna al pagamento di 30 mila euro e alla distruzione del raccolto, contro cui l’interessato si e’ opposto in Tribunale. (ANSA).

Ogm: assessore veneto, magistratura fermi chi promette reiterare reato gia’ punito.
CronacaV Venezia, 8 mar. (Adnkronos) - ”Fidenato festeggia la donna con le modificazioni genetiche. Io non ci sto, e chiedo che la magistratura fermi quanti promettono di reiterare un reato gia’ condannato in primo grado”. E’ netto l’invito di Franco Manzato, assessore all’agricoltura del Veneto, a fronte delle dichiarazioni rilasciate oggi dal presidente degli Agricoltori Federati sugli Ogm.

”Si parla tanto di giustizia e della sua necessaria riforma. Ma qui si tratta solo di applicarla - ha aggiunto Manzato - a salvaguardia di quanti si spaccano la schiena per lavorare la terra e ottenere prodotti di qualità che danno fama e valore al made in Veneto e Made in Italy. Chi lavora nel territorio per sentito dire o per telefono vada pure da un’altra parte a fare danni, perché di questo si tratta e come Regione del Veneto valuteremo ogni iniziativa conseguente”.

”Invito tutti i cittadini e tutti gli agricoltori a vigilare e segnalare alla magistratura e alle forze dell’ordine ogni tentativo di utilizzare e piantare sementi la cui commercializzazione e il cui utilizzo in Italia sono vietati. Se costoro voglio proprio ”liberarsi”, vadano in quel terzo mondo che sta diventando succube degli ogm - ha concluso Manzato - i quali generano dipendenza economica e sociale e non creano ricchezza se non nelle borse azionarie e in chi non ha idee imprenditoriali davvero innovative”.

1 commento al post: “Fidenato si autodenuncia”

  1. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Siamo al paradosso!
    Un Ministro dell’agricoltura è felice in cuor suo di andarsene da un ministero che non conta più nulla ed in cui non vi è nulla da fare. Tanto a Bruxelles ci hanno sempre tacitato con soldi quando vi era abbondanza, mentre ora contiamo come “il due di coppe quando c’è in tavola bastoni”, anzi non possiamo neppure alzare la voce perchè subito ci rinfaccerebbero il nostro comportamento truffaldino (vedi quote latte).

    Per contro un assessore regionale che si sente un Padreterno, mentre il suo dire e fare vuol solo scimiottare il suo Presidente di Regione, vorrebbe che i suoi cittadini emigrino per esercitare un diritto legalmente sancito in Italia (che comprende anche il Veneto piaccia on non piaccia, anzi invoca la Magistratura ad intervenire in spregio delle leggi che invece dovrebbero applicare. Ma vi è di più, questa magistratura (mi sono stufato di scriverla con la M maiuscola non la meritano)) non esercita neppure l’obbligo dell’azione penale verso dei delinquenti distruttori della proprietà altrui.

Lascia un tuo commento

Per allegare una vostra immagine a fianco ai commenti registrarsi al sito Gravatar. Quando inserite la mail in fase di commento, bisogna usare la stessa mail che avete usato per registravi al Gravatar

Nella categoria: News, OGM & Agricoltura italiana, OGM & Politica

Le rubriche di Salmone

Luca Simonetti

Slow Food. Cattivo, sporco e sbagliato

Petrini aggiorna il suo manifesto, “Buono, pulito e giusto”. Qualche…