Viva la Ricerca sugli OGM, anzi no!

20 Apr 2010
Post2PDF Versione PDF

Il neo-Ministro dell’Agricoltura Giancarlo Galan è già sotto il fuoco dei media per la tematica OGM. Ha addirittura osato dire che la ricerca sugli OGM è un’altra cosa rispetto al divieto confermato alle coltivazioni. L’affermazione che la ricerca è normata e regolata in modo diverso dalle coltivazioni commerciali è già scritta da tempo in tutte le direttive dell’EU. Già sono insorti i paladini (bipartisan) della libertà di ricerca a patto che sia morta.

Nell’allegato galan start un articolo dell’allora Governatore del Veneto Galan del 2003 durante la presunta emergenza da mais da OGM in Piemonte.

Per chi lo avesse scordato, furono distrutti circa 400 ettari coltivati a mais di cui si sospettava che i semi fossero in parte semi OGM. In realtà nell’ordinanza n.63 dell’11 luglio 2003 della Regione Piemonte era scritto che la “contaminazione” era tra lo 0,02% e lo 0,11% percentuali che oggi permetterebbero di vendere quei semi come semi biologici. A noi contribuenti quell’evento mediatico e’ costato 500,000 euro avendo perso la Regione Piemonte le cause intentate dalle aziende sementiere.

A seguire nel pdf la dichiarazione del Ministro Galan di apertura alla sola ricerca e le proteste degli Eurodeputati PDL e del capogruppo del PD in commissione agricoltura alla Camera dei Deputati.

1 commento al post: “Viva la Ricerca sugli OGM, anzi no!”

  1. Biotecnologie: Basta Bugie!No Gravatar scrive:

    “le cause intentate dalle aziende sementiere”

    forse intendevate: “nei confronti delle”…

Lascia un tuo commento

Per allegare una vostra immagine a fianco ai commenti registrarsi al sito Gravatar. Quando inserite la mail in fase di commento, bisogna usare la stessa mail che avete usato per registravi al Gravatar

Nella categoria: News, OGM & Politica

Le rubriche di Salmone

Luca Simonetti

Slow Food. Cattivo, sporco e sbagliato

Petrini aggiorna il suo manifesto, “Buono, pulito e giusto”. Qualche…