Giordano Masini trova una vecchia fattura

10 Ott 2013
Post2PDF Versione PDF

Con le royalties da pagare al costitutore di semi non-OGM: Una royalty non si nega a nessuno

1 commento al post: “Giordano Masini trova una vecchia fattura”

  1. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Trasferisco anche qui il commento che ho fatto sul blog di Masini.

    “i semi di varietà di cereali sono soggette al pagamento di royalties a favore del costitutore“
    .A rigore questa dizione è giuridicamente incompleta nel senso che occorreva inserire dopo “varietà” l’aggettivo “certificate”. Infatti è la certificazione che da diritto al costitutore a pretendere le royalties in quanto si certifica che la varietà di quella specie è: nuova, stabile e distinguibile, vale a dire è un prodotto d’invenzione di qualcuno che ne ha acquisito i diritti. Attenzione il diritto si acquisisce solo sulla varietà e non implica nessun diritto sulla specie a cui appartiene quella varietà. In altri termini la Monsanto può pretendere i diritti su una varietà di mais ma non sulla specie mais, questa rimane libera di essere coltivata. Infatti se io di due varietà mescolo i semi prima di seminarle nessuno può pretendere diritti sulla produzione.
    L’agricoltore poi su una varietà con diritti di royalties non paga a posteriori, ma a priori, cioè quando compra il seme, pertanto è fuorviante dire che l’agricoltore è vessato in quanto egli conserva sempre la possibilità di non comprare il seme e di non pagare royalties e di scegliere di seminare dei semi che va prendere da un ammassatore dei raccolti dell’anno precedente.
    Occorrerebbe che l’opinione pubblica s’informasse bene prima di dare retta a imbonitori di piazza che propala la fandonia che gli agricoltori sono ricattati. Non esiste nessun ricatto.

Lascia un tuo commento

Per allegare una vostra immagine a fianco ai commenti registrarsi al sito Gravatar. Quando inserite la mail in fase di commento, bisogna usare la stessa mail che avete usato per registravi al Gravatar

Nella categoria: News, OGM & Coesistenza, OGM & Media

Le rubriche di Salmone

Luca Simonetti

Slow Food. Cattivo, sporco e sbagliato

Petrini aggiorna il suo manifesto, “Buono, pulito e giusto”. Qualche…