Gli OGM sono “naturali”

12 Giu 2014
Post2PDF Versione PDF

Nature pubblica oggi un interessantissimo articolo in cui elenca alcuni fatti:

1. le piante coltivate si sono spesso evolute sommando genomi di specie tra loro diverse (il caso del frumento e’ il più’ classico)
2. l’innesto e’ una evento sia fatto dall’uomo che naturale ossia piante che crescono l’una vicino ad una anche molto diversa e che entrano in contatto a causa di ferite, attacco di erbivori, danni naturali, etc
3. i contatti tra cellule di una specie e cellule di una specie molto diversa cosentino lo scambio di organuli citoplasmatici come i cloroplasti
4. talvolta può’ succedere che interi genomi si fondano anche quando si tratta di specie erbacee e specie arboree
5. gli sperimentatori hanno messo a contatto differenti piante di tabacco ognuna con 48 cromosomi
6. alcune delle piante che rigenerano hanno molto più’ di 48 cromosomi ed alcune hanno la loro somma: 96
7. queste piante sono delle nuove specie e fanno semi e sono fertili

Con una serie di elementi come questi trasferire un solo gene da un organismo ad un altro non dovrebbe nemmeno più’ essere considerata una modifica genetica

5 commenti al post: “Gli OGM sono “naturali””

  1. Franco NulliNo Gravatar scrive:

    Articolo molto interessante.
    Nelle mani di persone giuste potrebbe portare ad una direttiva europea che vieta il contatto fisico fra piante di differente specie su tutto il territorio comunitario :-)

  2. Franco NulliNo Gravatar scrive:

    Domanda scema e ironica.

    …ma il mulo e il bardotto sono da considerare OGM :-)

  3. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Certamente Franco. Per la semplice ragione che in assenza della protezione dell’uomo e del suo essere “paraninfo” della fecondazione di muli e bardotti non se ne sarebbero visti, o solo qualche esemplare per cornificazione reciproca fra le due specie.

  4. Franco NulliNo Gravatar scrive:

    Pensa Alberto che disgraziati sono stati gli Alpini fino a pochi anni fa! prima di rottamarli come ferrivecchi!!!
    Si sono fatti servire in tutto e per tutto da muli OGM trasgredendo a tutti i sani principi politicamente corretti che sono sempre stati alla base della loro Arma e della nostra Repubblica!
    Io stesso per molti anni (e ora quasi me ne vergogno) sono stato trasportato a bordo di “Bimbo”, un mulo ex “Alpino”, all’alpe di Noveis nel Biellese quando ero stanco e piccolino.
    Insieme a zaini e vettovaglie caricavano spesso anche me nel basto nelle salite più ripide… Peggio del Luna Park fare un sentiero in salita col mulo…
    Sempre sul ciglio del sentiero e ti sballotta peggio di un cammello in calore…
    Bimbo ha trasportato di tutto nella baita di famiglia (la comprò mio nonno perché la mia mamma era gracile e aveva bisogno di villeggiatura in montagna; …500 m sopra la casa di famiglia a Coggiola); travi del tetto, cemento, vernici, carne e pane e vettovaglie per la settimana.
    Tutto quello che serviva per la sussistenza di una “grande famiglia” di 8/10 persone che passava un paio di mesi in alpeggio durante l’estate veniva trasportato da “Bimbo” una volta per settimana. Lo ricordo con grandissimo affetto! Ciao Bimbo se sei connesso….
    Quando arrivava a destinazione lo legavamo ad un ciliegio vicino a casa; per una settimana avevamo un prato inglese circolare attorno al ciliegio e concime per tutti i fiori e per il mio orto personale (fin da piccolissimo ero appassionato di agricoltura. Sono riuscito solo a mangiare i ravanelli max 1 cm di diametro e poche foglioline di insalata appena nate… A 1000 m di quota in 30 giorni…)
    Era un destino. Fin da bambino ho amato e mi sono servito degli OGM, anche se era il mulo “Bimbo” e io ero imberbe e inconsapevole… Grazie bimbo!
    Nemesi storica!

    P.S. Scusatemi. Ogni tanto ci sta anche u po’ di facezia nel nostro Blog :-)

  5. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    disinformazione sempre….nessuno interviene?

Lascia un tuo commento

Per allegare una vostra immagine a fianco ai commenti registrarsi al sito Gravatar. Quando inserite la mail in fase di commento, bisogna usare la stessa mail che avete usato per registravi al Gravatar

Nella categoria: News, OGM & Ricerca

Le rubriche di Salmone

Luca Simonetti

Slow Food. Cattivo, sporco e sbagliato

Petrini aggiorna il suo manifesto, “Buono, pulito e giusto”. Qualche…