Goethe il visionario degli OGM

23 Mag 2012
Post2PDF Versione PDF

Si è svolta in tutta Europa ed in alcuni luoghi nel mondo il primo Plant Fascination Day lo scorso 18 maggio. Una manifestazione in cui i ricercatori cercavano di appassionare il pubblico allo studio ed alla ricerca sulle piante. Questi sono i siti europei: http://www.plantday12.eu/ Italiano: http://www.plantday12.eu/italy.htm

e dell’evento napoletano: http://www.cittadellascienza.it/notizie/plant-fascination-day-citta-della-scienza/

Penso che valga la pena leggere un breve passaggio dal Viaggio in Italia di Goethe in cui passando per Napoli il 17-18 maggio 1787 scriveva cose che abbiamo allegato alla locandina dell’evento napoletano. Non solo aveva intuito il DNA e gli OGM ma si spingeva a dire cose assolutamente straordinarie.

Napoli, 225 anni fa, proprio il 18 maggio 1787, Johann Wolfgang von Goethe, “affascinato dalle piante”, scriveva:

“Inoltre ho da confidarti che sono prossimo a scoprire il segreto della genesi e dell’organizzazione delle piante e si tratta della cosa più semplice che si possa immaginare. Sotto questo cielo sono possibili osservazioni bellissime. Il punto fondamentale in cui si cela il germe, l’ho scoperto nel più chiaro indubitabile dei modi; tutto il rimanente lo vedo nel suo insieme e soltanto pochi punti sono da definire meglio. La pianta originaria sarà la più straordinaria creazione del mondo, e la natura stessa me la invidierà. Con questo modello e con la relativa chiave si potranno poi inventare piante all’infinito, che debbono essere coerenti tra loro: vale a dire che, anche se non esistono, potrebbero esistere, e non sono ombre o parvenze pittoriche o poetiche, ma hanno un’intima verità e necessità. E la medesima legge potrà applicarsi ad ogni essere vivente.”

Queste parole profetizzano le scoperte che da Darwin e Mendel porteranno poi alla scoperta della struttura e funzione del DNA solo 59 anni fa e da questa allo studio e trasformazione delle piante per adattarle sempre più alle esigenze dell’uomo per scopi che vanno dall’alimentazione al risanamento ambientale, dalle produzioni industriali agli scopi ornamentali.

2 commenti al post: “Goethe il visionario degli OGM”

  1. VitangeloNo Gravatar scrive:

    A pensare che c’è gente che vorrebbe separare la cultura scientifica da quella umanistica!
    Grazie per la segnalazione.

  2. franco nulliNo Gravatar scrive:

    Profetico Goethe… o visionario?
    Nooooo, Profetico!

    Franco

Lascia un tuo commento

Per allegare una vostra immagine a fianco ai commenti registrarsi al sito Gravatar. Quando inserite la mail in fase di commento, bisogna usare la stessa mail che avete usato per registravi al Gravatar

Nella categoria: News, OGM & Ricerca

Le rubriche di Salmone

Luca Simonetti

Slow Food. Cattivo, sporco e sbagliato

Petrini aggiorna il suo manifesto, “Buono, pulito e giusto”. Qualche…