I referendum paesani colpiscono al cuore il modello Italia

26 Set 2014
Post2PDF Versione PDF

Chi semina vento raccoglie tempesta e non è detto che la soluzione non possa essere la mela cisgenica di Silverio Sansavini o quelle ingegnerizzate da Francesco Sala che aspettano di essere liberate dai vasi valdostani dove le hanno incarcerate.

5 commenti al post: “I referendum paesani colpiscono al cuore il modello Italia”

  1. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Questi possono fare tutti i referendum che vogliono, ma non hanno nessun valore legale, perchè io frutticoltore di Malles svolgo un’attività lecita e quindi continuo a farla secondo le buone regole dell’agricoltura durevole.

    Al limite sono gli abitanti di Malles che hanno firmato per il referendum ad emigrare.

  2. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    ragionamento da comunista perfetto, dove l’apparato burocratico decide per tutti. Complimenti…….veramente!

  3. SCIENZA_79No Gravatar scrive:

    Intanto grazie a Roberto per la segnalazione.

    Non riesco a capire di cosa si lamentano…non si rendono conto che l’eventuale divieto di usare agrofarmaci (non solo quelli più tossici), renderà possibile etichettare il prodotto come biologico e vendorlo a 4,50 €/Kg? :-)

    Anzi, estenderei il referendum a livello nazionale…tutti dovranno coltivare in maniera biologica e finalmente i consumatori saranno felici.

    Due cose mi hanno colpito…il fatto che si invochi il diritto di una legge superiore (nazionale) che permette l’uso degli agrofarmaci incriminati (leggasi normativa europea per gli OGM) e il fatto che si invochi il dialogo con i cittadini… :-)

  4. gianniNo Gravatar scrive:

    ogm dmc
    se non ti riconosci nelle regole che un paese liberamente si è dato, sei pur sempre libero di cambiare paese.
    prova in Cina dove i comunisti non ci sono più, ma gli ogm invece si.
    magari gli scrivi due righette e vedrai che cambiano idea.

  5. giorgioNo Gravatar scrive:

    toh, e io che pensavo che le leggi, scritte dal”l’apparato burocratico” (che sarebbe lo stato, cioè tutti noi) valessero per tutti, proprio perchè intese a tutela della collettività-maggioranza contro le mire-arbitrio di pochi.
    si vede che tu ne sai di più

Lascia un tuo commento

Per allegare una vostra immagine a fianco ai commenti registrarsi al sito Gravatar. Quando inserite la mail in fase di commento, bisogna usare la stessa mail che avete usato per registravi al Gravatar

Nella categoria: News, OGM & Ambiente, OGM & Argomenti contro

Le rubriche di Salmone

Luca Simonetti

Slow Food. Cattivo, sporco e sbagliato

Petrini aggiorna il suo manifesto, “Buono, pulito e giusto”. Qualche…