Il DNA umano come quello delle piante non è brevettabile

13 Giu 2013
Post2PDF Versione PDF

La sentenza sembra innovativa, ma visto che è stata presa all’unanimità era chiaro fosse scontata. Un brevetto necessita di due condizioni: essere innovativo e non ovvio. I due geni che la Jolie si è fatta analizzare erano frutto di ricerche ed analizzare proprio loro “non era ovvio”. Ma Il DNA in se di chiunque, anche della Jolie non è per nulla innovativo. Quindi niente di nuovo sotto il sole: solo applicate le normali regole dei brevetti (ed il DNA sintetico si potrà brevettare se non imita alla lettera quello già esistente).

http://www.lastampa.it/2013/06/13/scienza/sentenza-della-corte-suprema-usa-il-dna-umano-non-si-pu-brevettare-vFKyQCdh9C8YBEvaVm642K/pagina.html

3 commenti al post: “Il DNA umano come quello delle piante non è brevettabile”

  1. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Torno a ripetere, adesso, ed a maggior ragione, la smetteranno di dire che si brevetta la vita e che delle multinazionali se ne appropriano. Infatti come la corte ha affermato che si può brevettare il DNA sisntetico, così diventa chiaro che si può brevettare un tratto transgenico, perchè si tratta sì di un gene presente in natura, ma la costruzione per trasferirlo è sintetica e quindi brevettabile e poi il titolo di protezione scade e diventa di dominio pubblico. Il gene naturale da solo non è mai sotto brevetto e può essere usato liberamente da altri per costruirvi altro DNA sintetico e chiedere un altro brevetto.

    Possibile sia tanto difficile capire che non esiste il copyright sulle singole parole che compongono un libro, ma esiste solo su quel particolare assemblaggio di parole?

  2. roberto defezNo Gravatar scrive:

    Bravo Alberto,
    buono il paragone parole-libri

  3. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    DNA sintetico…….proteine sintetiche?…….nuove sostanze chimiche?……..nuove problematiche? (tutte da provare ovviamente)…..nuove opportunità di profitto privato e di collettivizzazione dei costi?

Lascia un tuo commento

Per allegare una vostra immagine a fianco ai commenti registrarsi al sito Gravatar. Quando inserite la mail in fase di commento, bisogna usare la stessa mail che avete usato per registravi al Gravatar

Nella categoria: News, OGM & Aspetti legali, OGM & Ricerca

Le rubriche di Salmone

Luca Simonetti

Slow Food. Cattivo, sporco e sbagliato

Petrini aggiorna il suo manifesto, “Buono, pulito e giusto”. Qualche…