Il mais Bt coesiste pacificamente

30 Lug 2010
Post2PDF Versione PDF

Per consentire la coesistenza delle diverse agricolture basta un po’ buon senso e sfasare i tempi di fioritura del mais: e’ molto facile. 

Chi non vuole usare mais Bt va incontro a grosse spese di pesticidi:

  • per combattere gli attacchi di piralide sull’infiorescenza maschile. Guarda Foto 1 -Mais bt
  • per combattere i danni da piralide sulle foglie. Guarda Foto 2 -Mais bt
  • per contrastare gli attacchi degli afidi. Guarda Foto 3 -Mais bt
  • per combattere gli attacchi di cicalina che porta il virus del nanismo. Guarda Foto 4 -Mais bt

Salmone sospende le pubblicazioni per il mese di agosto. A settembre ci aspettano tante vicende sia sul fronte giudiziario (ricorsi contro il decreto Zaia) che sul fronte agricolo con il raccolto dei campi di Fanna e Vivaro

Intanto i campo di mais di Fanna sta crescendo e richia di dimostrare che la coesistenza delle agricolture non solo e’ possibile, ma e’ anche utile e vantaggiosa a tutti i tipi di agricoltura.

1 commento al post: “Il mais Bt coesiste pacificamente”

  1. PaoloNo Gravatar scrive:

    ho letto oggi l’articolo di Petrini sui campi di Mais in Friuli. Non riesco proprio a capire come possa un giornale quale Repubblica consentire un linguaggio così volgare, violento e senza una parola di informazione seria. Ha ragione Pascale bisogna attivarsi ed inviare mail alla redazione, non è più giustificabile. Ma gli altri collaboratori a partire da Odifreddi che dicono?

Lascia un tuo commento

Per allegare una vostra immagine a fianco ai commenti registrarsi al sito Gravatar. Quando inserite la mail in fase di commento, bisogna usare la stessa mail che avete usato per registravi al Gravatar

Nella categoria: News, OGM & Agricoltura italiana

Le rubriche di Salmone

Luca Simonetti

Slow Food. Cattivo, sporco e sbagliato

Petrini aggiorna il suo manifesto, “Buono, pulito e giusto”. Qualche…