Import/export e Crimea

17 Mar 2014
Post2PDF Versione PDF

Dall’aggiornamento di Rinascita Agraria, associazione degli Agricoltori Cremonesi

CRISI CRIMEA: A RISCHIO EXPORT AGROALIMENTARE IN RUSSIA
La Russia è tra gli sbocchi più importanti per il Made in Italy agroalimentare con un
valore che a fine anno sfiorerà i 700 milioni di euro. Valore messo a rischio dalla crisi
in Crimea che apre una serie di inquietanti interrogativi. Le misure restrittive per ora
solo paventate da Usa e Ue, a seguito del diktat di Mosca sulla Penisola di Crimea,
potrebbero porre a repentaglio la tenuta delle esportazioni di pasta, formaggi, vini e
prodotti dell’ortofrutta verso l’area della ex Unione Sovietica. www.informatoreagrario.it/

CEREALI: CALO PER IL FRUMENTO TENERO, AUMENTO PER IL MAIS
La Borsa Merci telematica italiana ha reso noto che nel mese di febbraio sono diminuiti i prezzi all’ingrosso del frumento tenero nazionale, arretrati del 2,5% rispetto al mese precedente. Leggero aumento mensile (+0,9%) si è invece rilevato per il mais secco nazionale, riconducibili alle prime tensioni dovute all’avvio della crisi ucraina. Rialzi più marcati si sono registrati comunque nelle prime rilevazioni di marzo.

La stretta connessione tra il mercato maidicolo nazionale e quello ucraino trova una conferma nel boom degli arrivi di mais dall’Ucraina nel 2013: quasi 1,2 milioni di tonnellate (su 3,9 milioni di tonnellate importate complessivamente), in crescita del +116% rispetto al 2012. Per quanto riguarda gli altri cereali, lieve ribasso congiunturale si è registrato per il frumento duro nazionale (-0,9%) mentre sostanzialmente stabili (+0,2%) sono apparsi i valori del frumento tenero estero di provenienza nordamericana (North-Spring). Il confronto anno su anno continua ad essere dominato dal segno “meno”. Il divario negativo più spiccato si registra ancora per il mais (-20,9% rispetto a febbraio 2013) e per il frumento tenero (-19,2%). Anche se più attenuata è negativa la variazione anno su anno per il frumento duro (-5,2%) e il frumento tenero estero (-4,4%). http://web.bmti.it/flex/cereali

Lascia un tuo commento

Per allegare una vostra immagine a fianco ai commenti registrarsi al sito Gravatar. Quando inserite la mail in fase di commento, bisogna usare la stessa mail che avete usato per registravi al Gravatar

Nella categoria: News, OGM & Economia, OGM & Europa

Le rubriche di Salmone

Luca Simonetti

Slow Food. Cattivo, sporco e sbagliato

Petrini aggiorna il suo manifesto, “Buono, pulito e giusto”. Qualche…