Bandiera bianca per il grano duro

28 Giu 2010
Post2PDF Versione PDF

Da un editoriale della Libera si vede come la pasta italiana di grano duro oramai non ha più alcun diritto di chiamarsi italiana (leggi duro-grano).
Come faremo a difendere anche i prodotti tipici se le materie prime non sono nazionali?

1 commento al post: “Bandiera bianca per il grano duro”

  1. Dario BrescianiNo Gravatar scrive:

    La tipicità sta nella lavorazione e nella capacità di miscelare grani che vengono da tutte le parti del mondo, cosa che solo l’industria italiana e capace di fare. Con la qualità dei grani duri nazionali non è possibile produrre pasta di con alti standard qualitativi.

Lascia un tuo commento

Per allegare una vostra immagine a fianco ai commenti registrarsi al sito Gravatar. Quando inserite la mail in fase di commento, bisogna usare la stessa mail che avete usato per registravi al Gravatar

Nella categoria: News, OGM & Grano

Le rubriche di Salmone

Luca Simonetti

Slow Food. Cattivo, sporco e sbagliato

Petrini aggiorna il suo manifesto, “Buono, pulito e giusto”. Qualche…