Intellettuali che parlano con la pancia piena

15 Nov 2011
Post2PDF Versione PDF

van-gogh-vento-300x2201Un durissimo atto di accusa di chi ragiona con piatto sempre servito a tavola e scarica le guerre commerciali su popolazioni fragilissime con un paternalismo  irresponsabile. Leggi dal The Wall Strett Journal: Africa Can Feed the World …

5 commenti al post: “Intellettuali che parlano con la pancia piena”

  1. franco nulliNo Gravatar scrive:

    … E se ci trasferissimo in Africa dove l’apertura mentale sembra essere migliore?

    Franco

  2. marco pastiNo Gravatar scrive:

    … si ma li ci sono le zanzare che portano la malaria visto che i nostri gli intellettuali con la pancia piena hanno pensato che anche la zanzara ogm che non trasmette l’anofele fosse una creatura satanica…

  3. marco pastiNo Gravatar scrive:

    lapsus: la zanzara ogm che nontrasmette il plasmodio della malaria

  4. massimo m.No Gravatar scrive:

    ad integrare

    http://www.guardian.co.uk/global-development/poverty-matters/2011/jul/27/africa-potential-to-feed-world

  5. franco nulliNo Gravatar scrive:

    Si, Marco.
    L’anofele al momento in Italia non credo ci sia più; ma c’era fino a pochi decenni fa in tanti areali ora bonificati.
    Lasciamo morire l’agricoltura moderna, lasciamo che in assenza di agricoltura si trascuri la manutenzione di fossi e scoline in quanto non più funzionale alle nostre produzioni ormai divenute antieconomiche.
    Sono convinto che in 5 / 10 anni di mancanza di manutenzione “gratuita” del territorio da parte nostra anche la bassa milanese, oggi territorio ridente e magnifica cornice alla metropoli milanese, tornerebbe terreno fertile per lo sviluppo della simpatica zanzara. Con la conseguenza del ritorno della malaria ad aggiungersi alle stagionali influenze…
    Ipotesi molto pessimistica? A mio parere realistica, a meno di un enorme costo per la collettività per la manutenzione del territorio da noi trascurato.
    Franco

Lascia un tuo commento

Per allegare una vostra immagine a fianco ai commenti registrarsi al sito Gravatar. Quando inserite la mail in fase di commento, bisogna usare la stessa mail che avete usato per registravi al Gravatar

Nella categoria: News, OGM & Mondo, OGM & Salute

Le rubriche di Salmone

Luca Simonetti

Slow Food. Cattivo, sporco e sbagliato

Petrini aggiorna il suo manifesto, “Buono, pulito e giusto”. Qualche…