La Francia sceglie di non scegliere sugli OGM

09 Gen 2008
Post2PDF Versione PDF

Ponzio Sarkozy con una alchimia burocratica finge di essere molto preoccupato per i lombrichi (qui) che potrebbero diminuire di numero nei campi coltivati con mais Bt ed investe di questi suoi timori Bruxelles. In realtà sa bene di non avere alcun dato scientificamente valido in mano, ma sa anche che la mossa non è pericolosa e che Bruxelles farà per lui il lavoro sporco imponendogli di ripristinare la coesistenza e la coltivazione degli OGM. Intanto però saranno passate le elezioni municipali per le quali è a richio visto il suo calo di popolarità. Gli agricoltori intervistati dalle reti televisive hanno detto a chiare lettere che andranno a comprare i semi di mais Bt in Spagna e li pianteranno come al solito sui loro terreni. Questa soluzione Pilatesca è forse quello che i governanti europei chiedono a bassa voce in modo da fare senza sciegliere. Forse questa mossa fungerà da ispirazione anche per molti coltivatori italiani e potrebbe diventare la soluzione operativa di fronte ad una politica balbettante in tutta Europa. In fondo anche Brasile e Pakistan hanno tollerato semine illegali prima di legalizzarle.

Scarica il documento (qui)

Lascia un tuo commento

Per allegare una vostra immagine a fianco ai commenti registrarsi al sito Gravatar. Quando inserite la mail in fase di commento, bisogna usare la stessa mail che avete usato per registravi al Gravatar

Nella categoria: OGM & Media

Le rubriche di Salmone

Luca Simonetti

Slow Food. Cattivo, sporco e sbagliato

Petrini aggiorna il suo manifesto, “Buono, pulito e giusto”. Qualche…