La Siga scrive a Report

21 Nov 2013
Post2PDF Versione PDF

Una lettera ufficiale del presidente della SIGA (Società Italiana Genetica Agraria) Fabio Veronesi dopo la faziosa puntata della Gabanelli che finisce per pubblicizzare un marchio registrato come il Kamut, il tutto con i soldi pubblici.

Leggi la lettera di Fabio Veronesi alla Gabanelli

6 commenti al post: “La Siga scrive a Report”

  1. Franco NulliNo Gravatar scrive:

    Come la Gabanelli non da la parola alla parte “avversa”, altrettanto cestinerà serenamente questo ottimo scritto del Presidente Veronesi.

  2. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    MI meraviglio che il Prof. Genovesi abbia mancato nella lettera di dire che le varietà vecchie che hanno fatto storia non sono state confinate nei cassetti per una eventuale esposizione museale, ma sono stati oggetto di uso come parentale per altri incroci tendenti ad un ulteriore miglioramento.

    Pertanto quando si parla di varietà nuove da guardare con sospetto e varietà vecchie da rispolverare (indipendentemente dal fatto che non sempre sono state mantenute in conveniente purezza) bisogna ribadire ribadire forte e chiaro che una varietà nuova contiene tutto ciò che di buono era contenuto in una varietà vecchia.

    Il Senatore Cappelli è entrato nella genealogia di tutte le nuove varietà di frumento duro nuove, avendo avuto l’accortezza di scartarne i geni che l’evoluzione dell’agricoltura a decretato non essere più buoni (vedi taglia troppo alta del Senatore Cappelli). Le quattro varietà di grano tenero che hanno fatto la fama di Strampelli sono alla base di tutte le varietà cella stessa specie che ci ritroviamo oggi.

    Oggi si è tentati di dichiarare il Creso varietà OGM, al fine di uscire dalla contraddizione palese di chi è contro la manipolazione genetica (cosa significhi la sanno solo loro!), ma non sanno che dovremmo dichiarare OGM anche tutte le varietà dal Creso sono derivate , che sono una grande quantità.

  3. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    non si chiama Genovesi…….ma Torinesi……at capiii?

  4. AlessandraNo Gravatar scrive:

    La Gabanelli non è nuova a questo tipo di servizi sull’agricoltura: un paio forse d’anni fa aveva fatto una puntata sui (presunti) suicidi dei contadini indiani e che nel contempo magnificava l’agricoltura biodinamica.
    e’ un peccato che una giornalista per altri versi apprezzabile come lei, su argomenti come il cibo ancora una volta si lasci andare ai luoghi comuni di una certa sinistra e alle opinioni di “pancia”…
    ma questo continuerà nel nostro Paese finchè non si sosterrà tutti con più convinzione che per parlare di certi argomenti ci vuole competenza, e finchè chi questa competenza ce l’ha non avrà il coraggio per opporsi a chi parla a vanvera, ricco solo della propria arroganza

  5. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Alessandra. perchè ciò avvenga non devono esistere i giornalisti moderatori, che altro non sono che partigiani, ma almeno quelli veri si giocavano la vita, mentre questi acquisiscono titoli per occupare posti ben remunerati, usurpati e che detengono senza nessun merito vero.

  6. marco pastiNo Gravatar scrive:

    Le trasmissioni di Report sono sempre molto avvincenti, tuttavia quando fanno trasmissioni su argomenti che conosco, tipo gli OGM,capisco che sono totalmente inaffidabili perciò anche quando parlano di argomenti che non conosco stento a crederci anche se riconosco che sono molto convincenti. Il problema secondo me non è neppure la competenza ma “l’etica del giornalista” ovvero loro partono da una tesi precostituita e raccolgono tutte le informazioni sull’argomento scartando tutto ciò che va contro la loro tesi e tenendo solo quanto che serve alla loro tesi. Purtroppo questo è un modo di procedere non sololoro ma di molta stampa e non solo. Non so come si faccia ad uscirne anche perchè chi ha la competenza e la espone non trova spazio nei mezzi di comunicazione.

Lascia un tuo commento

Per allegare una vostra immagine a fianco ai commenti registrarsi al sito Gravatar. Quando inserite la mail in fase di commento, bisogna usare la stessa mail che avete usato per registravi al Gravatar

Nella categoria: News, OGM & Media

Le rubriche di Salmone

Luca Simonetti

Slow Food. Cattivo, sporco e sbagliato

Petrini aggiorna il suo manifesto, “Buono, pulito e giusto”. Qualche…