Le api rinascono nella patria degli OGM

09 Mar 2009
Post2PDF Versione PDF

USA: RITORNANO LE API E SCONGIURANO LA FINE DEL MONDO
(AGI) - New York, 9 mar. - Coraggio, l’uomo ha ancora davanti a se’ almeno altri quattro anni di vita. Le api sono ricomparse, questa primavera, proprio la’ dove avevano iniziato a scomparire tre anni fa: la California del sud, con le sue sterminate piantagioni di mandorli che di questa stagione si riempiono di miliardi di fiori pronti a dare e ricevere polline. Nel 2006 fu lanciato il primo grido angosciato perche’ gli insetti si erano presentati all’appuntamento a ranghi molto ridotti: dal 30 al 50 percento in meno. Fiori che si seccavano e cadevano dagli alberi restando signorini, agricoltori disperati, una catastrofe. Ci fu chi, immancabilmente, cito’ la presunta frase di Einstein: “Se l’ape scomparisse dalla faccia della terra, all’uomo non resterebbero che quattro anni di vita”. Fatti i conti, fino al 2010. Ora, a tempo quasi scaduto, il miracolo. Questa primavera, di fronte ai miliardi di fiori in trepidante attesa di essere deflorati, si sono inaspettatamente schierate intere divisioni di operaie pronte a fare il loro dovere fino in fondo e a salvare, cosi’, il mondo, l’umanita’, ma soprattutto il ricchissimo mercato delle madorle californiane. L’80 percento delle mandorle di tutto il mondo, mica poco.(AGI)

Lascia un tuo commento

Per allegare una vostra immagine a fianco ai commenti registrarsi al sito Gravatar. Quando inserite la mail in fase di commento, bisogna usare la stessa mail che avete usato per registravi al Gravatar

Nella categoria: News, OGM & Ambiente

Le rubriche di Salmone

Luca Simonetti

Slow Food. Cattivo, sporco e sbagliato

Petrini aggiorna il suo manifesto, “Buono, pulito e giusto”. Qualche…