L’IAASTD propone un diverso modello di sviluppo

23 Nov 2008
Post2PDF Versione PDF

In un lungo e complesso documento (quì) e (quì) viene proposta una grande attenzione alle emissioni di gas serra, all’uso dell’acqua, alla dispersione di pesticidi ed in generale alle strategie della produzione agricola intensiva. Si punta l’indice verso le produzioni di carne ed i suoi costi energetici e viene fatta una superficiale critica alle coltivazioni GM senza molto approfondire la materia, ma preoccupandosi piu’ delle soglie di tolleranza per un vicino che non della produzione di derrate e dei suoi costi.

Sicuramente uno dei documenti sull’agricoltura sostenibile e che sfiora il tema degli OGM piu’ cauti prodotto finora da una delle agenzie dell’ONU.

Lascia un tuo commento

Per allegare una vostra immagine a fianco ai commenti registrarsi al sito Gravatar. Quando inserite la mail in fase di commento, bisogna usare la stessa mail che avete usato per registravi al Gravatar

Nella categoria: OGM & Argomenti contro

Le rubriche di Salmone

Luca Simonetti

Slow Food. Cattivo, sporco e sbagliato

Petrini aggiorna il suo manifesto, “Buono, pulito e giusto”. Qualche…