Nature: un numero sugli OGM

02 Mag 2013
Post2PDF Versione PDF

L’editoriale
http://www.nature.com/news/fields-of-gold-1.12897?WT.ec_id=NATURE-20130502

Un sommario di tutti gli articoli pubblicati
http://www.nature.com/news/plant-biotechnology-tarnished-promise-1.12894

Miti e dicerie, come quella dei suicidi dei contadini indiani
http://www.nature.com/news/case-studies-a-hard-look-at-gm-crops-1.12907

Quanto siano necessari alcuni OGM per l’Africa
http://www.nature.com/nature/journal/v497/n7447/full/497031a.html

La via cinese agli OGM ed alla tutela dell’ambiente
http://www.nature.com/nature/journal/v497/n7447/full/497033a.html

Nuovi OGM o artifici della comunicazione
http://www.nature.com/news/transgenics-a-new-breed-1.12887

2 commenti al post: “Nature: un numero sugli OGM”

  1. roberto defezNo Gravatar scrive:

    ho commentato l’intero inserto di Nature:
    http://www.scienzainrete.it/contenuto/articolo/roberto-defez/trenta-anni-di-ogm/maggio-2013

  2. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Se Nature rifugge dal’affrontare seriamente ceti problemi scientifici e si lascia tentare dall’essere funzionale ad una certa stampa che fa ascolto, come possiamo pretendere che il discorso si faccia serio e che si esca dal ginepraio in cui siamo piombati? Anche per colpa di gente del settore e scienziati, che attirati dal facile ascolto e dalla visibilità, credettero di influenzare positivamente l’opinione pubblica costruendo voli pindarici sulla nuova tecnica di miglioramente vegetale (la favola della fragola pesce l’ho sentita raccontare la prima volta da un funzionario della Monsanto), mentre hanno solo spaventato ed offerto il destro a imbonitori come Capanna, Carlin Petrini Wandana Shiva ecc. ecc.

Lascia un tuo commento

Per allegare una vostra immagine a fianco ai commenti registrarsi al sito Gravatar. Quando inserite la mail in fase di commento, bisogna usare la stessa mail che avete usato per registravi al Gravatar

Nella categoria: News, OGM & Media, OGM & Ricerca

Le rubriche di Salmone

Luca Simonetti

Slow Food. Cattivo, sporco e sbagliato

Petrini aggiorna il suo manifesto, “Buono, pulito e giusto”. Qualche…