Assalzoo lancia l’allarme: non conviene piu’ allevare in Italia con gli attuali costi dei mangimi aggravati dalle insensate norme che vietano l’uso di mais da OGM

17 Ott 2008
Post2PDF Versione PDF

L’allarme di Assalzoo e’ della massima rilevanza perche’ coincide con una aumentata richiesta di mangimi e quindi dovrebbe coincidere con una fase positiva del settore. Le prospettive future delineate dal rapporto sono invece molto negative e del tutto in linea con analoghe considerazioni elaborate sia nel rapporto del’Unione Europea a gennaio 2007 che dal rapporto Nomisma del gennaio 2008. I rischi concreti sono quelli della sempre piu’ massiccia delocalizzazione della zootecnia, di un forte aumento dei prezzi collegato ad una caduta dell’occupazione, con un calo complessivo della competitivita’ dell’Italia.

Lascia un tuo commento

Per allegare una vostra immagine a fianco ai commenti registrarsi al sito Gravatar. Quando inserite la mail in fase di commento, bisogna usare la stessa mail che avete usato per registravi al Gravatar

Nella categoria: OGM & Agricoltura italiana

Le rubriche di Salmone

Luca Simonetti

Slow Food. Cattivo, sporco e sbagliato

Petrini aggiorna il suo manifesto, “Buono, pulito e giusto”. Qualche…