Non è stato l’uranio impoverito, ma forse il sistema immunitario indebolito in maniera colposa

08 Ott 2012
Post2PDF Versione PDF

Un reportage di Repubblica suggerisce che la possibile elevata causa di neoplasie tra i militari potrebbe risedere nella pratica disinvolte di vaccinazioni multiple, spesso ripetute, fatte in pochi giorni senza cura, senza analisi degli effetti, spinti dalla fretta di spedire all’estero i militari. Trascurare i protocolli di vaccinazioni indebolisce il sistema immunitario che è il primo baluardo contro le centinaia di aggressioni e cause tumorali che ogni giorno ci arrivano sia dall’esterno che dallo steso interno del nostro organismo.

Un altro caso mediatico simile a quello degli OGM in cui il pregiudizio vince sul desiderio di approfondimento, analisi, riscontro dei dati ed ascolto degli esperti:

Leggi Vaccinazioni sbagliate e fatte male dietro i tumori dei soldati italiani

1 commento al post: “Non è stato l’uranio impoverito, ma forse il sistema immunitario indebolito in maniera colposa”

  1. bacillusNo Gravatar scrive:

    Che alla fine abbia riscontro o meno, questa ipotesi sta arrivando secoli dopo che era necessario fosse considerata. Nonostante che numerose volte, dagli stessi oncologi, fossero pervenuti input chiarissimi a ricercare cause al di fuori da quelle che la furia giustizialista del luogo comune aveva già da tempo individuato.
    Niente di nuovo sotto il sole, dunque.

Lascia un tuo commento

Per allegare una vostra immagine a fianco ai commenti registrarsi al sito Gravatar. Quando inserite la mail in fase di commento, bisogna usare la stessa mail che avete usato per registravi al Gravatar

Nella categoria: News, OGM & Salute

Le rubriche di Salmone

Luca Simonetti

Slow Food. Cattivo, sporco e sbagliato

Petrini aggiorna il suo manifesto, “Buono, pulito e giusto”. Qualche…