Nostalgia per l’agricoltura da fame

17 Feb 2009
Post2PDF Versione PDF

Chissà se questi signori oltre che rimpiangere l’agricoltura dei braccianti e dei caporali, quella che produceva così poco da causare carestie e guerre del pane, quell’agricoltura immacolata per cui l’età media degli europei era di poco superiore ai 40 anni, chissà se rimpiangono anche il contesto sociale che l’avvolgeva. Con la famiglia patriarcale, con il maschio capofamiglia e le donne senza diritto di voto e con il delitto d’onore ammesso dal codice penale.
Paradossale che non si capisca a quali vantaggi sociali ci abbia condotti la fine dell’uso della forza bruta per la conduzione delle nostre attivita’ vitali.

scarica l’articolo (qui)

Lascia un tuo commento

Per allegare una vostra immagine a fianco ai commenti registrarsi al sito Gravatar. Quando inserite la mail in fase di commento, bisogna usare la stessa mail che avete usato per registravi al Gravatar

Nella categoria: News, OGM & Agricoltura italiana

Le rubriche di Salmone

Luca Simonetti

Slow Food. Cattivo, sporco e sbagliato

Petrini aggiorna il suo manifesto, “Buono, pulito e giusto”. Qualche…