Didì, Vavà, Pelè [aggiornato a 25.07.2013]

09 Lug 2013
Post2PDF Versione PDF

trioIl trio meraviglia sta per stupirci, chissà se hanno già pensato a chi ne pagherà il conto: i soliti contribuenti?

(ANSA) - ROMA, 9 LUG - I ministri della Salute, Beatrice Lorenzin, delle Politiche agricole, Nunzia De Girolamo e dell’Ambiente, Andrea Orlando, ”hanno affrontato in un incontro presso il Palazzo dell’agricoltura la questione della coltivazione degli Organismi geneticamente modificati in Italia”. Ne dà notizia il ministero delle Politiche agricole in una nota in cui sottolinea come ”i Ministri hanno convenuto sull’esigenza di promuovere tutte le iniziative a livello nazionale e comunitario, a partire dall’emanazione di un decreto interministeriale, idonee a salvaguardare la sicurezza delle coltivazioni tradizionali e biologiche e gli elementi di biodiversità che caratterizzano il nostro Paese. Si è convenuto altresì di coinvolgere le Regioni nella definizione di un quadro normativo che consenta di affrontare in modo strutturale il problema della coesistenza”. (ANSA).

Ora che i primi della classe hanno scritto un nuovo compito corretto, quanto tempo ci vorrà anche a noi somari abituati a copiare solo le sciocchezze altrui per correggere il nostro compitino? - In Francia a rischio lo stop deciso dal Governo -

Pubblicato il decreto a sei mani

Lettera della Commissione Europea - Direzione generale salute e consumatori a Duilio Campagnolo Presidente del’Associazione degli Agricoltori FUTURAGRA

OGM, scontro Italia Europa

Intervista a Giorgio Fidenato

Il Mais OGM vietato per Decreto

235 commenti al post: “Didì, Vavà, Pelè [aggiornato a 25.07.2013]”

  1. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Certo

    Faranno un decreto interministeriale (che non ha bisogno di essere approvato in parlamento), che proibirà. Sanno che ad un eventuale ricorso la Corte di giustizia lo dichiarerà illegale, ma intanto essi hanno eseguito gli ordini della Coldiretti ed essa ha guadagnato tempo.

    Hanno copiato dai Francesi che continuano a invocare moratorie e clausole di salvaguardia regolarmente dichiarate non accettabili, ma intanto il periodo di semina passa, Ho notizia che il documento (che in Italia hanno fatto copiare al CRA per dargli una una parvenza di scientifictà) verrà rigettato dal Consiglio di Stato francese perchè inconsistente e partigiano, ma P
    poi ne depositeranno un’altra in febbraio in modo da far saltare le semine del 2014 intanto che il documento che dice che ci sono pericoli viene rigettato e così via. Ci si ricordi che in Francia la Limagrain che seleziona ibridi di mais sarebbe e spazzata via se si introducesse il mais OGM.

    Dato che gli agricoltori europei non se ne lamentano di un tale stato di cose tutto è possibile, se invece andassero in piazza con i forconi tutto ciò non è possibile

  2. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    ancora sta palla della coesistenza.

    LA COESISTENZA CON QUESTI BRUTTI OGM E’ IMPOSSIBILE, anzi la coesistenza è un primo passo per determinare “inquinamento genetico diffuso” e introdurre definitivamente gli OGM nel nostro Paese.

    http://ogmbastabugie.blogspot.it/2013/01/con-la-coesistenza-gli-ogm-scacceranno.html

  3. franco NulliNo Gravatar scrive:

    e allora che ben venga la coesistenza.

  4. FrancescoPDNo Gravatar scrive:

    …e intanto da una settimana circolano notizie che in Francia stanno pensando di rivedere lo stringente divieto di coltivazione OGM, con la scusa di andare incontro a pressioni di chi li vorrebbe coltivare.
    Che sia invece che qualcuno gli ha sussurrato che è in arrivo una bella sanzione dall’EU?… e che i ministri competenti hanno un minimo di dignità a non creare ulteriori danni ai loro concittadini contribuenti?
    Qualità non contemplata evidentemente dai politici del paese di pulcinella..

  5. LaniceNo Gravatar scrive:

    Manca la Serracchiani, in elenco. Si batte bene anche lei, e sciaguratamente è presidente della Regione Friuli-Venezia Giulia.

    Bah.

  6. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Francesco PD

    Infatti il relatore del Consiglio di Stato francese sembra che abbia valutato il documento preparato dall’HCB , ma non con il placet del comitato scientifico, carta straccia (ma che noi abbiamo copiato e fatto nostro, nemmeno copiare sappiamo) pertanto il Consiglio di Stato decreterà che la clausola non era legale e non è prolungabile. Vedremo se Bruxelles deciderà una buona volta di sanzionare il comportamento bambinesco della Francia verso le direttive di Bruxelles. Voglio vedere se capiterà questo con quale coraggio i tre ministri emetteranno un nuovo decreto destinato a essere cassato perchè si legifera su materia non di pertinenza nazionale. Possibile che non vogliano capire ciò che era lampante fin dall’inizio che la legislazione sulle sementi nonè più soggetta a decisioni nazionali?
    http://www.lafranceagricole.fr/actualite-agricole/mais-mon-810-le-conseil-d-etat-devrait-annuler-l-arrete-d-interdiction-greenpeace-74754.html

  7. FrancescoPDNo Gravatar scrive:

    @Alberto
    Anche le eventuali multe che la EU dovesse comminare per decisioni abberranti fanno parte, o meglio io le ascriverei come finanziamento indiretto ai partiti! Questi, per voti non guardano in faccia a nessuno, poco importa se cagionano un danno alla collettività.
    Di questa gente non ho nessuna stima, come si dice da noi “attacca l’asino dove vuole il padrone” e per loro attaccare l’asino vuol dire dare retta senza critica a chi da loro dei voti anche se va contro ogni logica di scienza e lungimiranza politica.

  8. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    franci…….allora se vogliamo essere felici affidiamo il GOVERNO del MONDO agli scienziati.

    Se dovessimo contare sulla imparzialità degli scienziati, la scienza, perfino la scienza naturale, sarebbe del tutto impossibile.

  9. FrancescoPDNo Gravatar scrive:

    @ogm bb
    la verità è una sola, la scienza ricerca la verità, i politici la negano e la distorcono a piacere a seconda della loro esclusiva becera convenienza.
    Gli ispirati da Galileo e Copernico li considero scienza, .. i vari Seralini sono alla mercè di chi paga di più… la chiamerei altra cosa siceramente!
    Sono 15 anni che l’umanità mangia ogm, italiani compresi.
    La sfido mi porti un caso conclamato di danno sull’uomo da ogm.
    E non mi ritorni fuori con le solite celiachie (che molti detrattori ogm imputano come danno da ogm), che se onesto intellettualmente sa meglio di me da cosa sono provocate.
    Appunto, mi porti un solo caso riconosciuto dalla scienza e pubblicato da letteratura titolata, non chiedo molto, e sarò con lei

  10. LaniceNo Gravatar scrive:

    E’ passata la mozione, all’unanimità. Nel caso non l’aveste letta:

    http://www.camera.it/leg17/995?sezione=documenti&tipoDoc=assemblea_allegato_odg&idlegislatura=17&anno=2013&mese=07&giorno=10

    Vale la pena di leggerla, davvero, forse si comincia a farsi un’idea della profondità del baratro. Siamo in mano ad un mucchio di ignoranti imbecilli, superstiziosi, oppure opportunisti, ignobili, che se ne fregano (scienziati inclusi, ce n’erano diversi) del paese e pensano solo al loro vantaggio elettorale. Hanno creato e alimentato la fobia, loro, allo scopo di usarla come arma politica.

    E’ tristissimo.

    All’atto pratico adesso che succede?

  11. FrancescoPDNo Gravatar scrive:

    @lanice
    mi sembra già positivo che abbiano ammesso che la clausola di salvaguardia non può essere invocata,.. staremo a vedere questa formula, e mi auguro che se non è l’europa a prenderli a schiaffoni, sia il WTO che sta prendendo le misure sull’europa che continua a fare (non ostruzionismo) melina dando corda a governi incompetenti come il nostro, senza mettere fine una volta per tutte sulla questione visto il fatto che di ogm ne sono pieni gli scaffali, mentre il povero e bistrattato agricoltore subisce in silenzio i soprusi di questi.

  12. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Lanice

    Ho extrapolato subito questa frase dal tuo Link

    “creando un altissimo rischio di contaminazione nei confronti della biodiversità del nostro Paese”

    Ora io lunedì ero da Giorgio Fidenato a Vivaro assieme al Prof. Maggiore ed al Prof. Rugini. Ti posso assicurare che il mais di Fidenato è alto 40 cm mentre il mais che lo attornia è già in fioritura. Nessun mais ad una distanza di un centinaio di metri ha la stessa età del mais di Fidenato. Come si possa affermare “altissimo rischio di contaminazione” è incomprensibile, ma al Ministero dell’agricoltura vi è qualcuno che ha mai visto la pianta di mais e conosce la fisiologia della pianta? Ma al ministero esiste uno straccio di laureato in agraria anche con le mansioni di usciere? Se c’è credo che sappia che polline oltre i 15 metri può dare un’impollinazione massima dello 0,2% cioè ben al disotto della tolleranza ammessa per legge, legge valida anche in Italia. Inoltre dato che nel fiore femminile vi sono pistilli capaci di essere fecondati al massimo per un tempo di 15 gg., ma il mais di Fidenato fiorirà solo tra oltre un mese, ebbene questo laureato in agraria, per tanto che la laurea l’abbia trovata come gadget in una confezione di detersivo, può dire alla Ministra che di impollinazioni verso altri mais, appunto per il decalaggio delle rispettive fioriture, non ci sarà mai?

  13. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Molto probabile che io sia un emerito imbecille, ma in certe cose ci arrivo anch’io.

    Zaia ha fatto undecreto che prevedeva che chi voleva seminare MON 810 doveva chiedere l’autorizzazione, Fidenato ha fatto ricorso e gli è stato risposto che l’Italia non può impedire la semina di una varietà vegetale autorizzata in sede comunitaria.

    Ora, se anche fanno un decreto interministeriale per impedire sempre la semina del MON 810 non crederanno che perchè sono tre i ministeri a vietare, la sentenza di cui sopra possa cambiare. Al massimo ci prendiamo una bella multa che guarda caso non pagano i tre ministri, ma noi italiani, compresi gli agricoltori, che, però, non meritano altro perchè sono dei pecoroni. Altrochè togliergli l’IMU sugli immobili strumentali, io li tasserei il doppio. Voglio vedere se una buona volta si svegliano.

  14. Enrico MarsiliNo Gravatar scrive:

    Uno dei partiti che piu` insiste sul tema OGM e` SEL. Hanno posizioni al limite del luddismo, con le quali spostano un bel po` il loro alleato PD. E non accettano (e` loro diritto, per carita`) nessuna voce contraria, per quanto educata e informata.

    C`e` da queste parti qualcuno che ha votato SEL?

  15. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    francesco,

    primo….non ho mai scritto che gli OGM facciano male alla salute…..ho sempre parlato di altre cose…..qualche perplessità l’ho manifestata per l’AMBIENTE e per l’ECONOMIA AGRICOLA ITALIANA.

    secondo……perchè scrivi, sapendo che è falso, che gli scaffali dei supermercati sono pieni di OGM? Questa è cattiva informazione, che non ti fa onore.

  16. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    celiachia…..da che cosa è provocata?

    ho letto qualcosa di Pecchiai, ma non è mai stata confermata

  17. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    lanice,

    contieniti un attimo……le ultime offese:

    “Siamo in mano ad un mucchio di ignoranti imbecilli, superstiziosi, oppure opportunisti, ignobili, che se ne fregano del paese……”

    Rimango sempre in attesa di conoscere le falsità, le bugie o le mezze verità di questo post

    http://ogmbastabugie.blogspot.it/2012/09/ogm-ht-e-piante-infestanti-resistenti.html

  18. FrancescoPDNo Gravatar scrive:

    @ogm bb
    Gli scaffali sono pieni di ogm, riconfermo e credo di non perdere l’onore affermandolo!
    L’insulina è biotech al 100%, l’80% dei delle nuove molecole di farmaci di nuovo brevetto dal 2000 ad oggi è biotech, i rinomati prosciutti e formaggi italiani sono al 100% provenienti da animali alimentati almeno in parte da materie prime ogm.
    Se non sa, il 90% della soia importata è ogm, si veda le quotazioni della borsa merci di VR e BO, oltre alle fatture dei consorzi agrari (coldiretti),.. ma secondo lei dove va tutta questa soia e tutto quel mais proveniente da argentina brasile e US?… negli scaffali non crede?
    Per quanto riguarda le sue preoccupazioni per l’ambiente,.. beh se le rimangono un po di giorni di ferie, perchè non va in spagna dove troverà campi di mais e campi biologici magnificamente a contatto,.. questa si chiama coesistenza, ed evidentemente è possibile, non crede?.. basta informarsi non ci vuole molto, su dai un po di buona volontà. Il professor Guidorzi sopra le ha anche scritto del perchè non c’è nulla da temere per la commistione attorno al campo di Giorgio, su dai che se è onesto intellettualmente come credo converrà anche lei con il nostro modo di vedere.
    Buone ferie e buon viaggio per la spagna, mi creda vale più di molte chiacchere da blog

  19. PieroNo Gravatar scrive:

    come il colibrì che porta la sua goccia d’acqua per spegnere l’incendio, ho scritto ai firmatari la mozione del mio partito (SEL) fornendo indicazioni e precisazioni. Poi ho ascoltato in TV alcuni interventi (sto cercando la registrazione per ascoltarli tutti) e naturalmente mi sono cascate le braccia.
    E’ la fiera del paradosso. Su tutti l’argomento degli “italiani contrari”; ma come fanno a non essere contrari se li tempestano da anni di notizie false e tendenziose? Poi la faccenda delle produzioni tipiche che non si capisce quali sarebbero (mais tipico italiano? o soia?); se invece, come è intuitivo, ci si riferisce a carni, formaggi, ecc., quali caratteristiche perderebbero se sono già prodotti con Ogm?
    Purtroppo continuiamo a ripetere queste cose qui fra noi e pochi altri
    Siamo un prodotto di nicchia… Chiediamo la clausola di salvaguardia per non essere fagocitati dalla maggioranza modificata (o deviata)?

  20. LaniceNo Gravatar scrive:

    Alberto: abbiamo appena visto altrove che la contaminazione effettiva del mais è inesistente.
    Tu hai estrapolato quella frase, ma hai letto il resto?

    Piero: non sono ignoranti, è una questione unicamente politica. Hanno causato la fobia e adesso la usano come arma politica; non è possibile, semplicemente, che nessuno là dentro sia in grado di discernere. Potete ammazzarvi a scrivere, segnalare, spiegare: non gliene frega niente della realtà dei fatti.
    Ricordiamoci che il buon Seralini è stato finanziato anche da illustri personaggi politici. Più chiaro di così.

    OGMbb ti faccio un regalo: http://curiosity2013.altervista.org/ecco-la-lista-nera-elaborata-da-greenpeace-degli-alimenti-che-comunemente-assumiamo-e-che-contengono-ogm/
    Non mi stupirei affatto se questo documento (…) fosse stato preso in considerazione, dato che alla faccia di un ammontare schiacciante di evidenze, è stato considerato il lavoro di Seralini.

    Adesso sfasceranno il campo di Fidenato?

  21. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    francesco…..sempre “mezze verità”…….oggi a pranzo di mangia insulina……complimenti.

    per le altre cose cosa dire…..sempre “mezze verità”, perchè se andiamo sugli scaffali degli alimenti marcati OGM non ne troviamo neanche uno!

  22. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Lanice si ho letto il resto ma è un’accozzaglia di distorsioni ( e sono hentile)

    1° Hanno avuto il coraggio di ricitare il lavoro di Seralini come qualcosa di dibattuto, ma da cui si vuol far credere che vi sono fondamenti di verità

    2° Tu sai che una varietà iscritta occorre reiscriverla dopo 10 anni dalla prima iscrizione. Questo lo si fa per non far diventare il registro una lista di cose sorpassate. La reiscrizione si ottiene facendone richiesta al registro nazionale dove la varietà è stata iscritta. La cosa è stata regolarmente fatta e il MON 810 è regolarmente comeercializzabile. Se non fosse così la Spagna non potrebbe seminare il MON 810 in quanto la varietà non reiscritta viene radiata anche dal catalogo comune delle varietà.

    3° I francesi le hanno già esperite tutte le possibilità per bloccare i MOn 810 ma l’unica è la clausola di salvaguardia se ve ne sono le motivazioni. Il decreto interministeriale verrà emanato, ma non potrà essere retroattivo, Fidenato ricorrerà ancora e avrà ancora una volta ragione, ma intanto si offre a qualche procura la possibilità di sequestrare le aziende agricole. Se questo ti pare un paesi civile!

  23. Flavio MasiNo Gravatar scrive:

    Nel suo post (n° 18) Piero ha descritto il suo tentativo di ragionare con i rappresentanti del suo partito, SEL.
    Da questo link: http://www.radio.rai.it/podcast/A42649782.mp3
    si può scaricare una puntata di Zapping 2.0, deprimente programma radiofonico di RAI 1. Dal minuto 59:30 in poi, un altro esponente della “sinistra” italiana, Ermete Realacci del PD (partito che, nelle sue varie incarnazioni, ho votato per anni, fino a non farcela più a trattenere i conati di vomito) dibatte, assieme a Francesco Lescai, della mozione sugli OGM. Ho ascoltato con qualche frustrazione le parole di Lescai, frustrazione non per quanto ha detto, che mi è parso condivisibile, ma per ciò che *non* ha detto.
    Mi sbaglierò ma in un dibattito come quello, diffuso da RAI 1, non si può tacere che il nostro paese importa milioni di tonnellate di prodotti a base di OGM e che, anche con il loro utilizzo, si ottengono la gran parte del latte e latticini, carni e salumi e uova che noi mangiamo - DOP compresi, credo; non si può dunque non far rilevare quanto, in questo contesto, sia ipocrita insistere nel vietare la coltivazione di ciò che da anni è largamente importato e utilizzato. Ripeto, gli ascoltatori erano quelli di rai 1, gente convinta che le piante GM siano sterili…

  24. LaniceNo Gravatar scrive:

    Alberto appunto, quando ti ho chiesto se avevi letto tutto pensavo a Seralini; come abbiano avuto la faccia di bronzo di usare quel lavoro secondo me non è un mistero, è quello che dimostra in modo lampante la malafede.
    No, leggo i pezzi su Salmone ma non leggo mai i commenti; vede cosa succede quando li leggo? Pensi al post sulla Tamaro :D
    Quando comincio sono peggio di un transatlantico, quanto a deriva, non mi fermo più.
    E non so proprio niente di agronomia e affini, dovreste esservene accorti.

    Secondo me (e non solo) quel voto è stato un voto unicamente politico, alla faccia della ragione e del paese pure.

  25. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Lanice

    Il Ministro Lorenzin non va a fare un Sit-in davanti a San Raffaele di Milano per interrompere la ricerca di cui si è avuta notizia oggi? Capanna non scrive ricattando i Minsiteri come ha fatti con Eddo Rugini?

    EPPURE AL SAN RAFFAELE DI MILANO SI STA FACENDO TRANSGENESI NE PIU’ NE MENO (come si è fatto con l’agrobacyerium thumefaciens per il Mon 810). PRENDONO UN VIRUS GLI TRASFERISCONO UN GENE E QUESTO LO TRASPORTA NEI CENTRI DOVE AGISCE UN GENE CAUSA DI UNA MALATTIA E COSì DEI BAMBINI GUARISCONO.

    Se questi bambini si sposeranno creaeranno flusso genico, potrebbe anche darsi che la tecnica messa a punto abbia bisogno di aggistamenti e che quindi presenti inconvenienti. Non sono queste le colpe che si lanciano contro il MON 810?

    Vorrei vederli i devastatori che sono andati da Fidenato a ditruggergli il mais andare a distruggere i laboratori del San Raffaele e trovarsi di fronte ai genitori dei bambini che aspettano disperati sono divenuti speranzosi che la terapia faccia efftto anche sui loro figli. Se io fossi in quei genitori e mi trovassi di fronte ad un devastatore sarei pronto ad uccidere!

    P.S. Lanice vuoi farti una cultura agricola sono a tua disposizione, abitiamo vicini come mi hai detto e quindi potremmo farlo anche al di fuori del blog.

  26. LaniceNo Gravatar scrive:

    La so la storia dei bambini OGM.
    Del resto, pensiamo all’insulina, e immagino sappia che in Israele stanno mettendo a punto un virus ingegnerizzato che attacca e distrugge le cellule neoplastiche e non quelle sane, e se non sbaglio negli stati uniti delle cellule cardiache GM che potrebbero fare da pacemaker.
    Che vuole che le dica? Io ieri avrei chiuso le porte del parlamento da fuori e avrei gassato tutti quelli dentro.

    Quindi secondo lei non raderanno al suolo il bt di Fidenato?

    La verrò a trovare prima o poi, ma io sono un martello eh, se deciderò di mettermici sarà meglio che mi munisca di testi e piano di studi. In generale a me interessa tutto quello che gravita attorno all’aspetto scientifico delle cose, questa degli OGM non è l’unica ossessione che ho, solo l’ho presa male perché non sono quattro imbecilli suicidi e votati alle leggi di Darwin come gli omeopatici o gli antivaccinisti, qui si fanno danni estesi a tutti.

    PS - Rileggendomi vedo che le do una volta del tu e un’altra del lei, porti/a pazienza :D

  27. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Passa al tu in via definitiva.

  28. PieroNo Gravatar scrive:

    sempre per la serie: gocce d’acqua…
    http://www.dibattitoscienza.it/2013/07/11/mozione-anti-ogm-appello-di-dibattito-scienza/

  29. FrancescoPDNo Gravatar scrive:

    @ogm bb
    quando arrivano navi intere da decine di migliaia di tons a botta, dov’è che va a finire quel prodotto secondo lei??… alle punizioni corporali degli scolaretti con i chicchi sotto le ginocchia nel retro lavagna??
    Se non lo sa (ma credo che a questo punto lo sa benissimo ma ad arte fa finta di non sapere per mera convenienza… e rifilarci sempre il suo sito..) la soia tal quale non va così al mangimificio, ma va tostata e spremuta. L’olio va direttamente, ma proprio dritto dritto nei prodotti a crema, cioccolate, majionesi ed in tutti i prodotti da forno che il mondo ci invidia…. poi una volta spremuta, quel che rimane va nella catena alimentare animale.
    Ignora anche questo?, .. se lo ignora, vuol dire che è lei che parla di mezze verità,.. non voglio pensare che è in malafede, noo..
    Anche lanice le ha postato una bella lista di prodotti da scaffale stilata dai vostri amici di greenpeace, che ringrazio per il lavoro svolto, così è chiaro a tutti.,
    Per il link all’amaranto,.. guardi di super erbe o superweed come le chiamano gli amici US ce ne sono sempre state nella storia e ce ne saranno sempre. Ci sono anche da noi, che il RR non è autorizzato, si fuguri lei..,. e allora che novità pensa di aver scritto in quel sito??

  30. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    franci……,

    non penso di aver scritto nessuna novità…..anche perchè faccio dei copia/incolla di notizie, sperando di fare informazione corretta sugli OGM.

    - soia e mais arrivano soprattutto come semilavorati (panello di soia, farina di mais, ecc.) ed è certo che vanno all’alimentazione animale. L’ho sempre scritto e ho criticato anche la COLDIRETTI perchè vende mangimi OGM;

    - l’olio di soia, così come tutti gli oli, non contiene proteine transgeniche, pertanto gli alimenti che usano olio di soia OGM non devono essere etichettati;

    - la lista postata da Lanice non è relativa ad alimenti OGM, ma è relativa a ditte che usano derivati da OGM……se usano olio non sono obbligate ad etichettare gli alimenti.

    CONCLUSIONE: chi scrive, come hai fatto tu, che gli italiani trovano sugli scaffali, e mangiano, da anni alimenti OGM, scrive delle balle/menzogne/falsità, perchè se andiamo sugli scaffali dei supermercati degli alimenti marcati OGM non ne troviamo neanche uno!

  31. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    Piero,

    lo hai letto il documento del link? Dice che il grano Creso con cui produciamo la nostra pasta ed il pompelmo rosa come esempi notevoli, ……sono organismi geneticamente modificati, ………. che merdata.

  32. PieroNo Gravatar scrive:

    Norme sull’etichettatura

    REGOLAMENTO (CE) N. 1829/2003 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO
    del 22 settembre 2003
    relativo agli alimenti e ai mangimi geneticamente modificati

    Articolo 3
    Campo di applicazione
    1. La presente sezione si applica:
    a) agli OGM destinati all’alimentazione umana;
    b) agli alimenti che contengono o sono costituiti da OGM;
    c) agli alimenti che sono prodotti a partire da o che contengono
    ingredienti prodotti a partire da OGM

    se ne dedurrebbe che anche l’olio di soia proveniente da soia gm dovrebbe essere etichettato

  33. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Piero ed infatti vi stata una ditta pugliese che l’ha fatto ed è stata obbligata a chiedere scusa tanta fu la reazione, eppure come dice OGM bb gli oli , cioè i grassi, non possono avere elementi transgenici,

    OGM bb Se si è sotto lo 0,9% di presenza, nessuna etichetta è imposta, ma di OGM ve ne sono dentro. Per me se ci fosse dentro anche il 100% me ne frego, ma a chi è purista all’ennesima potenza si cucca transgeni senza saperlo e quando glielo dici si scandalizza.

  34. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    Piero,

    bisogna vedere cosa significa “alimenti prodotti a partire da….” a mio parere riguarda i trasformati, però sono sincero, non lo so! qualcuno ci può chiarire la cosa? Roberto Tu che sai tutto di OGM…….

    Comunque, se anche l’olio proveneiente da soia RR deve essere etichettato c’è un piccolo problema da risolvere……..è analiticamente impossibile stabilire se deriva da OGM o meno, poichè se è stato filtrato come si deve, non c’è la frazione proteica, per cui………quale Giudice condannerà senza “arma del delitto”? Nel dubbio pro reo……

  35. PieroNo Gravatar scrive:

    C’è l’obbligo di tracciabilità e rintracciabilità
    è un obbligo vigente checché ne pensino coloro che lo reclamano con toni apocalittici

  36. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    Piero,

    quindi hai voluto dire che se anche non si trovano le proteine è possibile risalire alla provenienza (se da soia OGM o non OGM)?

  37. FrancescoPDNo Gravatar scrive:

    ogm bb
    assodato che anche tu concordi che l’olio ogm, e le farine derivate sono presente ovunque, allora a quale pro mentire agli italiani?
    E a quale pro vietare agli agricoltori italiani di avvalersi delle stesse tecnologie, quando il biotech è presente nella filiera?
    Pura ipocrisia italiana evidentemente, utile a coltivare i piccoli e meschini giardini di consenso.
    Dopo se sei quà a giocare con le parole come tutti hanno intuito, questo è un’altro discorso, ma non credo giovi alla chiarezza sull’argomento, serve solo a buttare altro fumo negli occhi degli italiani già frastornati da una valanga di falsità che poi portano all’annientamento della ragione come le tre scimmiette di ministri hanno dimostrato oggi.

  38. franco NulliNo Gravatar scrive:

    Non ne parlo in termini di leggi e decreti di grassi e di proteine con le loro specifiche tolleranze; solo a logica aristotelica.
    Se OGM é deprecabile, dannoso, foriero di disastri ambientali e quant’altro, lo si bandisca dalle tavole, dalle mangiatoie delle stalle suine e bovine, da tutto il territorio nazionale, merendine comprese, indipendentemente dalle soglie di tolleranza, oli e proteine. Morte ai “Fidenato” :-)
    Ma questo va fatto, per preservarci da eventuali danni in termini di precauzione, sia come produzione che come utilizzo.
    Non più un chicco di prodotto OGM deve entrare nel territorio nazionale italiano pena il rischio di danni irreparabili alla nostra salute a alla nostra biodiversità.
    Se OGM non é dimostrato/dimostrabile che é dannoso lo si lasci mangiare liberamente, come facciamo oggi e da circa 20 anni, e lasciamolo anche coltivare dagli agricoltori nostrani (grazie Fidenato) che vogliano cimentarsi nell’impresa.
    Non vedo alternative logiche.
    Il decreto dei 3 Puffi al Governo mi fa tristezza per come vengono superficialmente e demagogicamente affrontati gli argomenti.

    Poi, con calma, spiegheremo agli italiani per quale ragione da noi il cibo costa più caro nella prima ipotesi.

  39. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    La Ministra si è messa a 90° di fronte alla Coldiretti ed ha firmato il decreto che proibisce le semine del MON 810, attenzione solo per 10 mesi.

    Tra le motivazione adduce questa

    “Il decreto giunge a conclusione della procedura di emergenza attivata dal nostro Governo nell’aprile 2013, ed è giuridicamente sostenuto anche dal precedente provvedimento di divieto di coltivazione di Organismi geneticamente modificati, fondato su analoghe motivazioni, adottato il 16 marzo 2012 dal Governo francese e tuttora in vigore.”

    La ministra è servita, la “palla” gli è esplosa in mano. Leggere per credere.

    http://www.lafranceagricole.fr/actualite-agricole/mais-mon-810-le-conseil-d-etat-devrait-annuler-l-arrete-d-interdiction-greenpeace-74754.html

  40. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Quando anche questo decreto sarà dichiarato illegale potremo dirle che è una “testa di c….”. Forse però l’avranno già mandata a casa seppure con un bel gruzzoletto.

  41. PieroNo Gravatar scrive:

    REGOLAMENTO (CE) N. 1830/2003 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO
    del 22 settembre 2003 concernente la tracciabilità e l’etichettatura di organismi geneticamente modificati e la tracciabilità di alimenti e mangimi ottenuti da organismi geneticamente modificati

    Articolo 2
    Campo d’applicazione
    1. Il presente regolamento si applica, in tutte le fasi della loro immissione in commercio:
    a) ai prodotti contenenti OGM o da essi costituiti, immessi in commercio in conformità del diritto comunitario;
    b) agli alimenti ottenuti da OGM, immessi in commercio in conformità del diritto comunitario;
    c) ai mangimi ottenuti da OGM, immessi in commercio in conformità del diritto comunitario.
    2. Il presente regolamento non si applica ai medicinali per uso umano e veterinario autorizzati ai sensi del regolamento (CEE) n. 2309/93

    Articolo 4
    Disposizioni in materia di tracciabilità ed etichettatura dei prodotti contenenti OGM o da essi costituiti
    A. TRACCIABILITÀ
    1. Nella prima fase dell’immissione in commercio di un prodotto contenente OGM o da essi costituito, comprese le merci sfuse, gli operatori assicurano la trasmissione per iscritto
    all’operatore che riceve il prodotto delle seguenti informazioni:
    a) indicazione che il prodotto contiene OGM o è da essi costituito;
    b) indicazione degli identificatori unici assegnati ai sensi dell’articolo 8 a detti OGM.
    2. In tutte le fasi successive dell’immissione in commercio dei prodotti di cui al paragrafo 1, gli operatori assicurano la trasmissione per iscritto agli operatori che ricevono detti prodotti di tutte le informazioni loro pervenute conformemente al paragrafo 1.

  42. FrancescoPDNo Gravatar scrive:

    Esatto Alberto!
    l’avevo pensato anch’io leggendo i francesi negli ultimi giorni.., la nostra ministra con la sfuriata sanguigna che ha fatto, si sepellirà da sola.
    Sono stati talmente geniali a citare Seralini che hanno manifestato tutta la loro forza scientifica(sono gentile).
    xfranco Sono daccordo se la legge deve essere fatta non deve essere a metà,.. e allora si che vedremo gli effetti sul decantato made in Italy, ma come si sa coldiretti si vedrebbe costretta ad ammettere che ci marcia su questa storia e alla grande.
    Nota di colore,.. non so se avete notato che in questi giorni ha pontificato pure il mai dimenticato Pecoraro…. (potete toccarvi l’apparato riproduttivo).

  43. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    Francesco,

    “il mai dimenticato Pecoraro” è quello che ha chiuso i campi sperimentali con OGM……campi dove si sperimentava il riso OGM per la produzione di lattoferrina e lisozima e nei quali era stata messa la rete metallica per impedire la diffusione incontrollata del polline.

    Grazie a lui non è accaduto in Italia quello che sta accadendo adesso negli USA con il frumento

    http://ogmbastabugie.blogspot.it/2013/05/usa-frumento-ogm-non-legale-in-oregon.html

  44. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    Piero,

    ok……allora diciamo che sulla base della legge sull’etichettatura è una “mezza verità” sia affermare che “non stiamo mangiando OGM”, poichè secondo voi l’olio di soia deriva da soia OGM, sia affermare che “li mangiamo da 20 anni”, poichè li mangiamo inconsapevolmente non essendo essi etichettati (in questo caso però è una frode).

    Rimane il fatto che se vado nei supermercati, alimenti etichettati come OGM non ne trovo! Legalmente parlando…….in Italia OGM non se ne mangiano! Chi racconta in giro che sono 20 anni che li mangiamo racconta una BUGIA!

  45. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    Franco,

    parole della De Petris:……………..

    ”Questo decreto e’ fondamentale per garantire la salvaguardia del modello agricolo italiano, che uscirebbe devastato dall’introduzione degli ogm. Ora s’intervenga immediatamente per sequestrare e distruggere il mais ogm gia’ seminato in Friuli”.

    mi dispiace per fidenato…..sarà per il prossimo anno……..

  46. PieroNo Gravatar scrive:

    Come tesserato a SEL chiedo scusa per le blaterizzazioni della De Petris
    che tristezza…

  47. Roberto MattioliNo Gravatar scrive:

    @ Etichettatura di olii, amidi ecc…

    Scusate se mi intrometto nella discussione al riguardo della normativa UE sulla tracciabilità ed etichettatura dei prodotti OGM nel senso più esteso del termine. Nei riguardi dell’etichettatura di olii, amidi, sciroppo di glucosio ecc, ecc… cioè dove non è possibile rintracciare DNA o Proteine/Peptidi provenienti da OGM, vigono articoli diversi comunque specificati all’interno della stessa normativa 1829/2003. In particolare al punto 6 delle premesse, confermato poi all’articolo 38, vengono abrogati alcuni punti/articoli del precedente regolamento 258/97 che riguardava, tra le altre cose, il principio di sostanziale equivalenza per prodotti ottenuti da OGM. A partire dalla direttiva 1829/2003, tale principio non può più essere applicato a prodotti proveniente da OGM. Anche olii, amidi ecc, devono riportare la dicitura “prodotto a partire da…”. Questo quello che posso capire leggendo in maniera integrata le normative UE. Ovviamente se fosse possibile l’intervento di un giurista ne potremmo essere certi.

  48. LaniceNo Gravatar scrive:

    OGM bb, non trovo da nessuna parte la citazione che hai fatto, ovvero trovo solo la prima parte; puoi postare il link alla fonte per cortesia?

    Quindi adesso distruggeranno il campo a Fidenato, in virtù della mozione?

  49. A come agricolturaNo Gravatar scrive:

    A quanto ne so, tutti i prodotti che contengono ingredienti prodotti da OGM devono essere etichettati. Questonvale anche per l’olio di semi che pure non contiene proteine e DNA. Il principio ispiratore è che si vuole dare la possibilitá al consumatore di sapere cosa mangia. Questo però ai prodotti derivati da animali alimentati con OGM. Il motivo economico che c’é dietro è quindi evidente. Si usano argomenti per spaventare il consumatore solo quando fa comodo. Se dovessimo applicare alla lettera quanto scritto nel decreto del trio delle meraviglie che vorrebbe tutelare anche gli organismi acquatici, andrebbe bloccata l’importazione degli OGM e tolti dal commercio tutti i prodotti animali ottenuti con mangime OGM.

  50. A come agricolturaNo Gravatar scrive:

    Riprovo a inviare:

    A quanto ne so, tutti i prodotti che contengono ingredienti prodotti da OGM devono essere etichettati. Questo vale anche per l’olio di semi che pure non contiene proteine e DNA. Il principio ispiratore è che si vuole dare la possibilitá al consumatore di sapere cosa mangia. Questo però non si applica ai prodotti derivati da animali alimentati con OGM. Il motivo economico che c’é dietro è quindi evidente. Si usano argomenti per spaventare il consumatore solo quando fa comodo. Se dovessimo applicare alla lettera quanto scritto nel decreto del trio delle meraviglie che vorrebbe tutelare anche gli organismi acquatici, andrebbe bloccata l’importazione degli OGM e tolti dal commercio tutti i prodotti animali ottenuti con mangime OGM.

  51. A come agricolturaNo Gravatar scrive:

    Dal Giornale di oggi:
    L’Italia dice no agli Ogm. “È una caccia alle streghe”
    Un decreto approvato ieri blocca la coltivazione del mais geneticamente modificato. L’ira del presidente di Confagricoltura, Mario Guidi: “Gli studi confermano che è più sano del tradizionale”

  52. FrancescoPDNo Gravatar scrive:

    @ogm bb
    guarda sono daccordo con te, strano ma può anche succedere…
    In italia “legalmente” non c’è ogm sugli scaffali.
    Guarda voglio fare il ragioniere vecchio stampo,.. e mi piacrebbe sapere, non importa con che metodo, tutte le variazioni di magazzino della soia visto che importiamo il 90% di quella consumata, come è stata trasformata, e dove è andata a finire.
    Non sono competente in etichettatura, ma sull’analizzare i flussi di prodotto e dove è andato a finire, potrei dare un valido contributo.
    Ahh si certo, sono 20 anni che mangiamo “legalmente” prodotti non marchiati ogm.
    So che secca tanto ammetterlo, ma evidentgemente ammettere che in letteratura scientifica non c’è alcun caso di danno all’uomo per ingestione di prodotti ogm vi fa essere prudenti, meglio dire che non c’è ogm sugli scaffali, così potete sempre urlare all’untore.
    Legalmente sono daccordo,…. basta non scriverlo!
    Su Pecoraro non mi sembra che sia stato compianto (per la sua scomparsa politica…:) )vorrà dire qualcosa no?…. vada a chiederlo a tutti quelli che facevano o vorrebbero fare ricerca cosa ne pensano.
    Ah si, maledette multinazionali, è grazie al Pecoraro che sono rimaste solo loro, gran bel colpo vero ogm bb, che geni machiavellici.
    Grazie per l’ennesima pubblicità al suo sito (si faccia vedere con nome e cognome almeno, visto che scrive pubblicamente con un suo blog… o si vergogna del suo nome e cognome? )
    Lei ha fatto bene a postare questo, è chiaro che gli agricoltori vogliono innovazione e se qualcuno ha osato è perchè i risultati si erano visti, siamo imprenditori (anche se impresentabili ministri e politici ci vorrebbe negare questo status),.. non masochisti, e se agricoltori US hanno riseminato grano ogm consapevolmente vorrà dire qualcosa no?
    L’unica cosa che gli si può imputare è nell’ipotesi l’avessero venduto, di frode in commercio, non che sia un danno per chi ne fà uso, anzi….

  53. PaoloNo Gravatar scrive:

    Si segnala un’interessante analisi a riguardo:

    http://www.butta.org/?p=14126

  54. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    Paolo,

    a noi sinceramente il parere di un ingegnere elettrico (elettrico??) non interessa proprio, anche perchè parte dal presupposto che nel mondo non ci sia cibo per tutti e che chi è contro gli OGM sia contro tutte le novità………tutte cose false.

  55. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    lanice

    http://www.asca.it/news-Ogm__De_Petris_28Sel29__bene_governo_che_ottempera_volonta__Parlamento-1296703-POL.html

  56. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    al Presidente CONFAGRICOLTURA Dott. Guidi,

    - dice il dott. Guidi…….”Gli Ogm nel mondo sono un elemento di successo, ci sono 170 milioni di ettari coltivati a Ogm nel 2012 negli Usa, in Brasile, in Argentina, in Canada, in Spagna”………….Però dott. Guidi dovrebbe anche spiegare le motivazioni di questo successo, ovvero che laddove c’è stata una esplosione delle superfici la motivazione è riconducibile al fatto che in questi Paesi non c’è etichettatura degli OGM, per cui la gente se li mangia senza saperlo……….si aggiunga poi che in alcuni Paesi (Brasile, Argentina) l’esplosione delle superfici è dovuta al fatto che in questi Paesi il brevetto sulle piante non è tutelato;

    - dice il dott. Guidi………………..”Secondo tantissime ricerche e studi, è assodato che il mais Ogm è più sano di quello convenzionale”…………ci può, per cortesia, portare le indagini epidemiologiche a supporto di questa affermazione.

    - dice il dott. Guidi “Il mais transgenico produce da solo il Bacillus thuringiensis che lo difende dalla piralide e dagli insetti.”…………….questa, giuro, non l’ho mai letta prima, una pianta che produce un batterio…..misteri della scienza.

    fategli un corso accelerato di transgenesi, please…..

  57. LaniceNo Gravatar scrive:

    OGM bb stai di nuovo cavillando.

    Probabilmente IL GIORNALISTA ha scritto che Guidi ha detto, e non cambia il significato, tu sai, e sai che sappiamo, che non è il batterio ma la tossina dal batterio prodotta.

    Le indagini epidemiologiche:

    http://www.ilgazzettino.it/nordest/primopiano/lo_scandalo_del_latte_avvelenato_il_prodotto_tossico_distribuito_in_86_caseifici/notizie/294808.shtml

    Ciapa. Servono indagini epidemiologiche? Sul serio?

    (grazie per il link)

  58. A come agricolturaNo Gravatar scrive:

    Dal Fatto Alimentare:

    “A distanza di 10 anni dalla prima insorgenza grave di una contaminazione del latte da aflatossina M1 (ottobre 2003), ci sono ancora giornalisti che non danno informazioni corrette. L’aflatossina non è una muffa o un fungo – come praticamente tutta la stampa ha scritto – ma è una sostanza prodotta dal fungo Aspergillus Flavus che attacca il mais….
    …Chiarito, anzitutto ai consumatori, che nel latte della vicenda Cospalat non erano presenti muffe, andiamo a vedere cosa pare facesse il consorzio sotto inchiesta. Se, come sembra, quando si trovava del latte oltre i limiti di legge (pari a 50 nanogrammi di alfatossina per chilo di latte) lo si diluiva con latte “pulito”, di certo si commetteva un reato. Va però precisato che questo latte, dal punto di vista tossicologico, non era diverso da altri meno contaminati. La pratica è giustamente proibita perché non esiste una concentrazione di un cancerogeno che sia innocua e quindi, giustamente, quando si è certi di avere un alimento contaminato questo va distrutto, non diluito. Anche l’altro latte che abbiamo bevuto da ottobre 2012 ad oggi, a causa della difficoltà a trovare mais non contaminato, aveva certamente livelli di aflatossina M1 rilevabili. L’unica differenza è che queste partite avevano già all’origine un contenuto inferiore ai 50 microgrammi per chilo, quando venivano spedite alla centrale del latte o al caseificio. In sintesi: un background di questi cancerogeni è comunque presente anche nel latte delle migliori aziende, ma si tratta, diciamo così, di un “rumore di fondo” di pericolosità trascurabile. Del resto, lo stesso discorso vale per altri alimenti contaminati da aflatossine come: spezie, caffè, frutta secca, per i quali pochi anni fa l’Unione Europea ha persino alzato il limite di legge delle aflatossine.”

    Ora passiamo alla notizia del Il Fatto Quotidiano:
    “Agricoltura, cancerogeno un terzo del mais del 2012: finirà negli impianti di biogas
    Quasi il 30 per cento del raccolto è contaminato dalla microtossina aflatossina B1 a causa della grande siccità della scorsa estate. Così la soluzione (anche per gli agricoltori in crisi) è dirottare agli stabilimenti di Lombardia, Veneto ed Emilia 350mila tonnellate che produrranno elettricità e calore”

    C’è qualcuno che mi sa spiegare perchè il mais Bt non serve alla nostra agricoltura? E perchè il mais Bt è ritenuto più pericoloso dei funghi e muffe che infestano le nostre coltivazioni ?

  59. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    OGM bb

    Bisogna vedere se è Guidi che ha detto questo o se il giornalista che di biologia ne sa un’acca. Comunque il Presidente Guidi invece di fare dichiarazioni e di impersonare una alla volta le tre scimmiette, sarebbe bene che organizzasse fin da ora dei picchetti per impedire che il mais di Fidenato venga distrutto perchè è l’unica possibilità per sapere se la tossina del Bt funzione contro la piralide oppure è una balla messa in giro come molti credono.

    Si Lanice senza mobilitazione il campo di Fidenato verrà distrutto e si mobiliteranno stuoli di forza pubblica distogliendoli da impegni più importanti.

    Sapete cosa dirà Bruxelles del decreto di quella Terrona della DiGirolamo:

    ” ma allora voi italiani ci fate, lo sapevate che per invocare la clausola di salvaguardia occorrevano fatti scientifici nuovi e mai valutati, almeno i francesi hanno tentato di inventarli, voi neppure quello sapete fare”

  60. FrancescoPDNo Gravatar scrive:

    @ a come agric.
    Appunto! vallo a spiegare ad ogm bb
    Un’altra cosa devo aggiungere al tuo ultimo capoverso,…”Così la soluzione (anche per gli agricoltori in crisi)” … fantasia del giornalista, al povero agricoltore il centro di raccolta avrà pagato si e no 8 euro al quintale quando ha trovato le aflatossine (si anche questo è successo, perchè quando hai consegnato e non ricevuto il prezzo, buttato tutto in monte, mica vai a riprendertelo…) e la forza contrattuale è andata a farsi benedire.
    Vallo a spiegare a questo agricoltore che invece di 8 euro al q.le, con l’ogm poteva avere mais sano e venderlo al suo prezzo di mercato con una quota di aflatossine almeno 10 volte più bassa.
    Questi contrari agli ogm, sono i puristi della tastiera, andassero in giro per le campagne sentirebbero altre campane,.. la il rischio di buscarle di brutto è evidente.
    @ogm bb 55
    La legge fatta è la classica forza bruta dell’arroganza e dell’ignoranza, e la posizione di SEL non poteva essere diversa in perfetto stile sovietico, prevaricazione dell’altro, soppressione della libertà,.. non importa se l’europa ritiene assolutamente legale quanto fatto in Friuli, l’ideologia viene prima di tutto, spero che Fidenato non debba tirar fuori il colbacco, che non lo vogliano deportare nei gulag per aver esercitato un suo sacrosanto diritto.
    In Francia nonostante sia la patria della grandeur pare che qualcuno si metta in discussione e voglia rivedere l’interdizione alla semina di ogm,.. ma per mettersi in discussione serve intelligenza ed ammettere i propri errori e soprattutto voler ascoltare anche gli altri, quando si sà perfettamente di essere in difetto, in difetto di non aver portato mai una evidenza scientifica di pericolosità conclamata sull’uomo e questo per quasi 20 anni.

  61. LaniceNo Gravatar scrive:

    Ma una mozione non ha valore legale, dovrebbero ottenere un mandato da un giudice, e come fa un giudice ad andare contro la corte di giustizia europea?

  62. FrancescoPDNo Gravatar scrive:

    @lanice
    acuta osservazione, lo si vedrà (penso) il 17 luglio a pordenone la piega che prenderà la questione. Comunque vada prevedo scintille, se come noi tutti ci auguriamo il giudice sposa la sentenza EU sarà da ridere con la nuova trovata ministeriale,.. se nella remota ipotesi date le novità legislative il giudice per l’ennesima volta non sposasse la sentenza EU, è la volta buona che l’EU seppellisce i ministri e l’italia con una bella infrazione ed in tempi rapidi anche.

  63. LaniceNo Gravatar scrive:

    Mi dicono che faccio spesso acute osservazioni; non lo sapevo ma pare succeda :D

    Scherzi a parte, un giudice può all’atto pratico negare la validità della corte di giustizia europea? E’ questo che non so.

    Potremmo organizzare dei gruppetti che si diano il turno e vadano a sdraiarsi nel campo in ordine sparso, tipo quelli che fanno i sit in nei cantieri di cui vogliono fermare i lavori :D

  64. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    il mais Bt da solo non serve a risolvere il problema delle aflatossine…..USA docet!

    http://ogmbastabugie.blogspot.it/2013/03/il-mais-bt-serve-veramente-risolvere-il.html

  65. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    Che fessi quelli del Cospalat Fvg…………quel latte contaminato potevano esportarlo negli USA……..secondo le soglie di tolleranza vigenti negli USA è un latte sicuro!

  66. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    Lanice,

    fai acute osservazioni, tiri il collo alle galline, ma smettila di prenderci per il culo! secondo me sei simonotti!

  67. FrancescoPDNo Gravatar scrive:

    @ogm bb
    io sono un umile e l’ultimo dei commentatori, ma lei che vuole essere la guida suprema della scienza e fa pure un blog, perchè non si firma con nome e cognome? ripeto si vergogna del suo nome e cognome, o di quanto scrive e sostiene??
    Guardi che c’è abbondante letteratura scientifica in materia che sostiene gli ogm come LA SOLUZIONE, letteratura scientifica sempre FIRMATA da autorevoli scienziati anche italiani, senza scomodare università US, anche qui abbiamo avuto università italiane che fino a che ci hanno consentito di sperimentare hanno fatto studi e paragoni altrettanto autorevoli.
    Lo faccia anche lei, ci metta la faccia su quel che scrive,.. o vuole che i commentatori pensino che sia la solita aria fritta sparsa ad arte,.. non sia mai

  68. Bestia BugblattaNo Gravatar scrive:

    Lanice, non è una mozione è un decreto interministeriale e ha forza di legge. Le mozioni, una al senato e poi alla camera, avevano proprio lo scopo di far intervenire il governo nella questione, aspettiamo di vedere il testo.
    Nell’intervista la ministra fa riferimento al regolamento178/2002, che parla di sicurezza alimentare in generale e non specificatamente di ogm e regolamenta in qualche modo il principio di precauzione.
    La vedo dura giustificare il principio di precauzione su un varietà già autorizzata senza avere nuove evidenze.
    La ministra parla anche di regole di coesistenza che dovranno essere adottate dalle regioni.
    La sentenza del 6/9/2012 ha detto chiaramente che uno stato membro non può opporsi alla messa in coltura di ogm autorizzati nelle more dell’adozione di misure di coesistenza.
    L’avvocato di Fidenato sarà contento.

    La ministra parla anche di documenti dell’ISPRA (2013) e dell’EFSA (dic 2011) che parlano di impatti negativi sulla biodiversità e non escludono rischi per gli organismi acquatici. Qualcuno ha visto questi documenti?

  69. LaniceNo Gravatar scrive:

    Bestia (…):

    le interviste sono una cosa, se ne sono sentite di tutti i colori; la legge (si spera) poi è un altro paio di maniche.

    Mi dicono: “il giudice non può ignorare ma può (deve), di nuovo, sollevare una questione pregiudiziale alla Corte di Giustizia Europea che, per l’ennesima volta, ci darà dei coglioni e ci condannerà.”

    A seconda del testo contenuto nel decreto, è probabile, possibile, che nel frattempo radano al suolo il bt.

    Francesco lascia perdere bb, ha fregato anche me, ma non ha argomenti, evita di rispondere e di affrontare le domande scomode e si diverte semplicemente a cercare di far saltare i nervi alla gente.

  70. LaniceNo Gravatar scrive:

    Bestia del decreto parlano in tanti ma sul sito preposto:

    http://www.parlamento.it/leg/ldl_new/v3/sldlelencodlconvers.htm

    Non lo trovo; come fai a dire che c’è il decreto? Mi posti un link (per vedere il testo) per cortesia?

  71. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    Francesco,

    il Blog è di un amico……io faccio la “supervisione scientifica”. Piuttosto di “cercare la faccia di chi scrive” provi a cercare qualcosa di falso o di errato tra le tante cose scritte……e me le faccia notare…….finora purtroppo non ho mai ricevuto risposta…..che sia tutto vero quello che c’è scritto!!!! Non posso crederci.

    Allora, secondo Lei, se vogliamo essere felici affidiamo il GOVERNO del MONDO agli scienziati.

    “Se dovessimo contare sulla imparzialità degli scienziati, la scienza, perfino la scienza naturale, sarebbe del tutto impossibile” (Karl Popper)

  72. Bestia BugblattaNo Gravatar scrive:

    Lanice,
    ho cercato anch’io nei siti del governo e dei ministeri, ma il testo non è ancora disponibile.
    Penso che comunque nell’intervista la De Girolamo faccia più di un riferimento a quanto scritto nel decreto, ci sono alcuni riferimenti precisi.
    Hanno già messo in conto una bocciatura da parte della UE e lo scopo, come suggerisce l’urgenza, è solo quello di bloccare Fidenato e, visti i tempi della giustizia italiana, le semine di mon810 del prossimo anno (il ministro parla di 18 mesi).
    Il copione è già scritto: il ministero farà applicare il decreto alle forze dell’ordine sequestrando il campo di Fidenato e avvierà un procedimento amministrativo/penale, Fidenato si opporrà al sequestro, il giudice darà in prima istanza ragione al ministero, Fidenato farà ricorso, il giudice passerà la patata bollente alla corte di giustizie Europea e passeranno altri due anni. Il mais sarà probabilmente distrutto, ma almeno ci sarà risparmiata la sceneggiata dei pagliacci in tuta anti-contaminazione del 2010.
    Il decreto deve contenere necessariamente motivazioni diverse da quello dell’altra volta, altrimenti Fidenato potrebbe appellarsi alla sentenza che verrà emessa, quasi certamente in suo favore, fra dieci giorni.
    Quello che mi dà veramente fastidio è che questa storia potrebbe portare ad una infrazione per l’Italia, con relativa multa da pagare, per non parlare delle spese legali e dei danni a Fidenato.
    Ovviamente paga Pantalone e non i ministri.
    Non so se ci siano gli estremi per un esposto alla corte dei Conti, in quanto alcune dichiarazioni della De Girolamo già prendevano in considerazione la seria possibilità dell’infrazione da parte della UE.
    Spero vivamente che Giorgio Fidenato abbia qualche asso nella manica, ma non sono molto ottimista.

  73. roberto defezNo Gravatar scrive:

    Cari tutti,
    sto facendo caricare su questo post (ma la troverete subito sotto le foto dei tre ministri) una lettera della Commissione Europea a Futuragra che già boccia le misure di emergenza richieste dall’Italia ad aprile 2013.
    Con queste premesse il nuovo decreto a 6 mani potrebbe venire cestinato a grande velocità
    vedremo

  74. PieroNo Gravatar scrive:

    Il Re nudo, mettiamo un po’ di altra carne al fuoco…
    In tutta questa diatriba, dalla quale emerge l’enorme incoerenza di chi vuole salvare le tipicità italiane andando a distruggere i campi di Fidenato, ma scantona quando gli si fa notare che alcuni fra i nostri prodotti più rinomati e apprezzati provengono da animali alimentati con Ogm, proprio costoro agiscono al riparo del Regolamento 1829/03 sull’etichettatura.
    Infatti nei considerando del regolamento si legge

    (16) Il presente regolamento dovrebbe disciplinare alimenti e mangimi prodotti «da» un OGM, ma non quelli «con» un OGM. Il criterio determinante è se materiale derivato dal materiale di partenza geneticamente modificato sia presente o meno nell’alimento o mangime. I coadiuvanti tecnologici utilizzati solo durante il processo di produzione degli alimenti e dei mangimi non rientrano nella definizione di alimento o mangime e, pertanto, non rientrano nell’ambito di applicazione del presente regolamento.
    Allo stesso modo, non vi rientrano gli alimenti ei mangimi prodotti con l’aiuto di un coadiuvante tecnologico geneticamente modificato. In tal modo, i prodotti ottenuti da animali nutriti con mangimi geneticamente modificati o trattati con medicinali geneticamente modificati non saranno soggetti né alle norme in materia di autorizzazione né alle norme in materia di etichettatura di cui al presente regolamento.

    Proposta: utilizzando gli strumenti della rete (tipo change.org) lanciamo una petizione per modificare il regolamento e “restituire finalmente agli italiani il diritto di conoscere cosa mettono nel piatto” (potrebbe essere lo slogan della campagna con varianti più o meno truci e allarmistiche…).
    Sarebbe interessante vedere le reazioni di Coop che sta acquistando paginoni sui maggiori quotidiani per vantare i latti, uova e formaggi a suo marchio provenienti da animali che NON sono alimentati con Ogm. Sui banconi del Parmigiano dovrebbe scrivere: proveniente da animali che SONO nutriti con mangimi contenenti Ogm.

  75. FrancescoPDNo Gravatar scrive:

    @roberto
    gran bella notizia di domenica mattina.
    Oso permettermi di indicare un link che disquisisce in punta di diritto la questione del decreto, postata e debitamente firmata dall’autorevole centro studi Bruno Leoni.
    http://www.formiche.net/2013/07/13/ogm-perche-il-governo-letta-manda-al-macero-lo-stato-di-diritto/

    Ancora, se mi posso permettere da imbrattatore di blog, non disdegno leggere recensioni anche altrui, meglio se firmate, contenenti riflessioni scientifiche e/o giuridiche, altri commentatori non si fanno scrupoli a postare recensioni del tutto anonime e prive di alcun fondamento scientifico,.. ma la soddisfazione di dialogare con gli sfoghi scribacchini di fantasmi è pari a trovarsi a dialogare con un sasso.

  76. roberto defezNo Gravatar scrive:

    Caro Francesco PD

    lasciami dire tutta la mia tristezza di dover agire da dipendente della ricerca pubblica contro il mio Paese per la palese mediocrità della classe politica
    grazie dei tuoi commenti

  77. LaniceNo Gravatar scrive:

    Bestia:

    Sì il decreto c’è. Non è visibile ma c’è.

    Potrebbe portare ad un’infrazione? Potrebbe?

    Quello che a me deprime è che sentendo in giro, la quasi totalità del popolo è felice di questo decreto (del resto è stato fatto per ragioni politiche e non certo per ragioni logiche) e si dichiara dispostissima a pagare. Ho sentito anche deliri inerenti un’uscita dall’Europa per questa cosa, fai tu.
    A questo punto, dato che prima o poi dovremo cedere, sarà guerra civile, tanto il popolo è stato manipolato: non vedo una soluzione, la gente è compatta e non cambierà facilmente idea, è una questione di fede, non di conoscenza.

  78. A come agricolturaNo Gravatar scrive:

    A fronte dell’affermazione del ministro Orlando: “la biodiversità è la nostra infrastruttura economica”, qualcuno mi sa dire in cosa consiste la biodiversità del mais italiano, cioè qual’è il rapporto tra la coltivazione - area coltivata e produttività - di varietà locali rispetto agli ibridi commerciali?

  79. LaniceNo Gravatar scrive:

    A come agricoltura:

    http://www.ilcambiamento.it/inquinamenti/belluno_sementi_ogm.html

    Fatti una cultura :D

    Una delle cose che mi fanno più rabbia, di tutte le stronzate che girano in questi giorni, sono le dichiarazioni varie inerenti alla salvaguardia dell’agricoltura italiana.

  80. LaniceNo Gravatar scrive:

    PS - Quell’articolo è un tale condensato di assurdità grottesche che è uno dei pochi in tema OGM che riesce ancora a farmi sghignazzare quando lo leggo. Altamente consigliato come lettura comica.

  81. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    lanice,

    com’è diverso il mondo……pensa che io quando voglio sentire un condensato di assurdità grottesche, che rappresenta uno dei pochi in tema OGM che riesce ancora a farmi sghignazzare quando lo guardo è il video della conferenza di Ferrara del “venditore di libri”. Altamente consigliato come video comico sugli OGM, quasi meglio di quello di Scilipoti.

    Pensa che al minuto 53 e 18 secondi, in una conferenza in cui si parla di OGM, parlando dei cani riesce a dire “abbiamo modificato geneticamente anche i cani”, quindi gioca sulle parole e approfitta dell’ignoranza dell’uditorio per fare delle affermazioni false.

  82. FrancescoPDNo Gravatar scrive:

    @ogm bb
    quando c’è qualcuno che ci mette la faccia e la sua firma ha tutto il mio rispetto, ma perchè allora non si pubblica il documento, ma si fanno solo basse allusioni??? Chi non ha nulla da temere delle proprie idee pubblica il suo nome
    http://www.youtube.com/watch?v=tQbA1vXdlVc

    Estrapolare 2 parole da un dibattivo di un’ora e mezza, lo ritengo intellettualmente disonesto, potrebbe essere anche una battuta dell’autore in un contesto di una presentazione.. ..mentre tutto si può dire ma per un pubblico inondato da falsità, questa presentazione mi sembra ben fatta per sgrezzare la menti turlupinate da chi sparge falsità in internet nascondendo la mano….

  83. LaniceNo Gravatar scrive:

    Francesco sei matto? Adesso a OGM bb verrà un colpo apoplettico, hai fatto una cosa equivalente a quella di gettare addosso a superman 50 kd di kryptonite, povero :(

  84. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    franci, lanice,

    vi capisco voi discepoli del “venditore di libri”, vi arrampicate sugli specchi pur di salvarlo.

    franci, nel tuo video comincia a parlare di “cani modificati geneticamente” al minuto 44 e 48 secondi……per capire il contesto, prima aveva parlato di topi e di maiali OGM….e poi ha parlato di cani modificati geneticamante…………….questa si chiama disinformazione……se volete ne ho delle altre delle chicche esilaranti.

    Il “venditore di libri” a mio giudizio è allo stesso livello di Scilipoti

  85. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    franci,

    ma chettefrega di chi sono…..potrei dirti qualunque cosa. Anche lanice cerca di farci credere che è una contadinella istruita, che tira il collo alle galline e mastica genetica perchè l’ha imparata alle superiori……..e così continua a prenderci per il culo. Io apprezzo, si fa per dire, lanice per quello che scrive e non per il suo lavoro o per quello che è nella società.

    franci, vai a vedere se il “venditore di libri” ha fatto una battuta sui cani, oppure ha fatto disinformazione.

  86. FrancescoPDNo Gravatar scrive:

    @ogm bb
    prima di tutto mi chiamo francesco e non franci o altri diminutivi, e gli autori del sito sanno anche tutto il resto di me.
    Di Lei invece non sappiamo nulla ma si permette ugualmente nascondendosi dietro un anomimato di pontificare sulle bugie o le verità di altri.
    Da quando è mondo chi non ha nulla da temere e dice la verità, prima si presenta con nome e cognome e poi ci mette la faccia, queste sono persone degne di ripetto qualunque sia il loro verbo, da qui si può disquisire sui diversi punti di vista. Coloro che pontificano e spargono falsità magari rimandando ad altre falsità di blog altrettanto anonimi e celati non meritano alcuna considerazione al di la di quanto scrivono o asseriscono (in varie occasioni le ho risposto, mentre lei non l’ha fatto, dice mezze verità o gioca con le parole).
    Quel video con nome e cognome e faccia, se lo guardi bene, un’ora e 49, credo che le possa essere molto utile, guardare la pagliuzza (se ce ne fossero almeno..) non le fa onore quando si deve nascondere sapendo di avere sulle spalle una bella trave.

  87. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    Francesco,

    mi vuole segnalare, per cortesia, le falsità o le “mezze verità” che avrei scritto nascondendomi dietro l’anonimato?

  88. FrancescoPDNo Gravatar scrive:

    @ogm bb
    se lei risale sui commenti trova conferma

  89. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    va be ho capito, non ce ne sono……sempre e solo accuse infondate……….per cortesia non scriva più:

    “Coloro che pontificano e spargono falsità magari rimandando ad altre falsità di blog altrettanto anonimi e celati non meritano alcuna considerazione al di la di quanto scrivono o asseriscono”

    perchè il primo a spargere falsità è proprio lei…francesco

  90. LaniceNo Gravatar scrive:

    OGM bb, se non ci fossi bisognerebbe inventarti.

  91. FrancescoPDNo Gravatar scrive:

    @ogm bb
    E’ vero o non è vero che si importano il 90% di soia gran parte trasgenica e un buon quantitativo di mais ogm, dove va a finire questo se non nella filiera alimentare animale ed umana??
    E’ vero o non è vero che nonostante la mancata etichettatura quette queste navi possiamo a ragione pensare che nella stragrande maggioranza dei prodotti sugli scaffali li contengono??
    E’ vero o non è vero che ci sono fatture che testimoniano che la soia gm è presente nella filiera alimentare?
    Amaranto è vero o non è vero che si trova in abbondanza anche in italia ove il RR non è presente??
    Porti evidenze scientifiche sulla pericolosità degli alimenti con ogm, con tutte le volte che gliel’ ho chiesto non mi ha mai risposto una sola volta.
    Le chiedo solo 1 (una) evidenza scientifica pubblicata su stampa riconosciuta tale e come tale confemata dalla comunità scientifica.
    Chiedo solo questo.
    In ogni caso non voglio fare da avvocatura per nessuno, lo sanno fare benissimo in autonomia, Guidorzi, Nulli, Defez, Simonetti, Bressanini, mi perdoneranno se ne ho dimenticato qualcuno, loro ci mettono la faccia ed il nome, e per quanto dicono si espongono a critiche per le loro affermazioni.
    Lei in perfetto anonimato e nella penombta pretende di dare lezioni nascondendosi accuratamente e con l’aggravante di non accettare critiche e glissando alle domande giocando con le parole. Come già detto o si vergogna del suo nome o di quel che dice. Non mi sembra un atteggiamento trasparente tantomeno intellettualmente onesto, e con la stesa misura si pesano le affermazioni.
    Abbia il coraggio di svelarsi, non mi sembra che sia un ragazzino, su dai un minimo di coraggio, di spina dorsale, o prprio si vergogna di quanto dice??
    Non ho altro da dirle
    saluti

  92. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    Francesco,

    mai dette le cose che lei afferma e che mi attribuisce……se sono questi gli “appunti” che mi fa per le falsità che avrei scritto, posso dormire sonni tranquilli.

  93. LaniceNo Gravatar scrive:

    Francesco perde tempo.

    Tagliamo l’aria, tanto il topic è derivato; OGM bb ci metto la faccia:

    http://www.digipoiesis.it/mia/polli1.jpg (attenzione immagine forte :D )

    Come vedi non sono una contadinella e massacro galline con voluttà. Non ho capito come l’attività di accoppare polli sia antitetica a quella di aver fatto il liceo, ma sono rassegnata.

    Giuro che prima o poi ripasso il blog del tuo amico e ti faccio un elenco di vaccate, ma non so quando, è un lavoro titanico; ciò che è il motivo per cui nessuno si prende la briga di farlo, anche perché tu per primo sai benissimo che è pieno di scemenze, e scrivi solo per cercare di dare sui nervi. Ed eviti con cura di dire perché il mais GM è a rischio di contaminazione e non risolve il problema della piralide.

    Adesso basta sprecare spazio su questo blog, fine, per quanto mi riguarda; ci siamo divertiti tutti, ci vediamo alla prossima puntata.

  94. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    CONTAMINAZIONE/COESISTENZA

    E’ ovvio che la valutazione deve essere fatta caso per caso (per il mais il problema è più contenuto), ma il problema della contaminazione non si pone solo per colza RR, ma anche per barbabietola, per sorgo, ecc. che hanno parentali selvatiche nel nostro Paese. Le piante selvatiche se ne fregano delle distanze di semina, per cui una volta introdotti (gli OGM) la contaminazione di campi coltivati con piante convenzionali è inevitabile. Con la coesistenza:
    - C’è un problema di contaminazione incontrollabile dovuto al polline delle piante coltivate OGM che può fecondare altre piante coltivate della stessa specie non OGM (biologico e/o convenzionale);
    - C’è un problema di contaminazione incontrollabile dovuto al polline delle piante coltivate OGM che può fecondare altre piante infestanti parentali selvatiche, che così diventano anch’esse resistenti al diserbante (la colza sarebbe meglio non coltivarla in Italia);
    -C’è un problema di contaminazione incontrollabile dovuto al polline delle piante infestanti che hanno acquisito il transgene da piante parentali coltivate e lo diffondono nell’ambiente;
    - c’è un problema di contaminazione incontrollabile dovuto alla diffusione incontrollata delle piante coltivate che diventano infestanti;
    - C’è un problema di contaminazione incontrollabile dovuto al seme delle piante coltivate in una annata che diventano infestanti della coltivazione che le segue;
    - C’è un problema di contaminazione incontrollabile accidentale dovuto al seme transgenico che può essere trasportato dai più svariati vettori (animali, vento, acqua, camion adibiti al trasporto dei raccolti, ecc.);
    - c’è un problema di contaminazione incontrollabile dovuto ai trasporti delle derrate agricole (semi possono cadere a terra e gerninare nei fossati e/o in incolti).

    PIRALIDE

    non ho voglia di scrivere….vedi….

    http://ogmbastabugie.blogspot.it/2012/12/ogm-e-irm-insectresistance-management.html

  95. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Lancio una proposta, se ci state, Visto che in questo frangente OGM bb fa solo il disturbatore cioè è ricaduto nel solito suo difetto di rompere i Co….ni (l’ho messo con lettera maiuscola appositamente) perchè non adottiamo questo atteggiamento?:

    I commenti di OGM bb in questa rubrica d’ora in poi si ignorano, non gli si da più risposta, lo si emargina. Quando dimostrerà di usare il buon senso allora ne ridiscuteremo.

    Bressanini si è stufato e gli ha tappato la bocca, Roberto Defez è troppo signore per farlo, allora agiamo noi in sua vece.

    OGM bb questo è il mio parere ogni tuo intervento in questo frangente è stata un pisciata fuori dal vaso continua, non crederai che ti seguiamo alla scuola d’infanzia dove sei sprofondato?

  96. FrancescoPDNo Gravatar scrive:

    @ogm bb
    come volevasi dimostrare, mai una risposta a domanda, evidentemente non ha risposte, solo sermoni da dietro un albero ben nascosto.
    Ahhh a proposito, ho riguardato il suo blog basta bugie, non poteva darsi nome migliore appunto, basta bugie! inoltre vedo che non sono consentiti commenti in questo blog,.. non sia mai che il suo verbo possa essere messo in discussione, bella luogo di confronto, grande confronto scientifico il suo, alto esempio di spessore scientifico, chapeau!
    Anzi mi associo a Lanice, non val la pena sprecare tempo con chi si trincera dietro l’anonimato e a domanda non risponde…. coda di paglia evidentemente.
    Hai ragione Lanice, ci siamo divertiti abbastanza, peccato che se c’era un luogo dove si poteva discutere di attualità in questo settore, sia costantemente dileggiato da sostenitori di quei politici e ministri che fanno del luddismo a danno degli agricoltori prima e dell’italia poi, la loro missione, anzi dire luddisti in questo caso è come usare un termine annacquato.

  97. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    ok…va bene…facciamo così….

    rimane il fatto che io di bugie non ne ho mai raccontate…..

    vi leggo……adesso ve la potete raccontare, cantare e ballare da soli…….non sparatele troppo grosse! in tal caso a volte tornano…..

  98. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Avete letto sul Corriere della Sera che il Conte tal dei tali (non merita di essere citato) ha sconfitto il punteruolo delle palme? Non so se avete fatto la mia stessa considerazione che merita però una premessa.

    Il punteruolo delle palme si può combattere in due modi 1° irrorando le palme con esteri fosforici 2° rendendo OGM le palme mediante l’introduzione del gene Bt che produce la tossina Cry (non mi ricordo il numero) che colpisce gli insetti coleotteri.

    Il primo metodo meppure nominarlo com’è pensabile di distribuire veleni in centri abitati, neanche parlarne. Questo dicono gli ambientalisti

    Il secondo Dio ce ne scampi! ma risolverebbe il problema alla radice e senza alcun pericolo, ma si ha meno paura degli esteri fosforici che della palma OGM.

    Ebbene il metodo usato e che merita tanta notorietà da riempire una pagina è definito come “metodo segreto di un egiziano”. E la notizia è sbandierata e vedremo se qualcuno si scandalizzerà che ai lettori di un giornale ormai definibile “semiserio” venga propinato un’informazione venduta come “metodo segreto di un egiziano”. In tutti i casi si deve trattare di un qualcosa che uccide l’insetto. Il ministro dell’ambiente ha indagato di cosa si tratta visto che si parla già di un passato non tanto prossimo e che è Ministro dell’ambiente? Perchè un prodotto fitopatolofico deve passare attraverso un mare di autorizzazione ed un egiziano sbarca in Italia e ci propina un metodo segreto?

    Il mio intervento sembra OT, ma se ci pensate bene si confà perfettamente a ciò che stiamo discutendo circa il mais di Fidenato. Che differenza vi è tra il mais di Fidenato di cui si sa vita morte e miracoli e di un metodo segreto di un egiziano che comunque interferisce con l’ambiente?

    Ma vi rendete conto a che livello di inscipienza siamo arrivati.
    Primo Ministro Letta se vuoi durare, sfiducia i tuoi ministri al più presto, sono quelli che ti faranno mandare a casa e non certo gli italiani: uno non sa quello che gli capita sotto il naso (affare Kazako) e gli altri tre non si rendono conto che si coprono di ridicolo e coprono di ridicolo l’Italia.

    Se leggete bene tra le righe della lettera che la DG Sanco ha inviato a Futuragra c’è scritto non preoccupatevi che abbiamo nel collimatore l’Italia, aspettiamo solo che persistano sul loro agire scriteriato per dare loro e definitivamente una sanzione che si ricorderanno. Almeno io l’ho letta così. Ditemi il vostro parere.

    Certo anche a Bruxelles la burocrazia ha i suoi tempi. Purtroppo.

  99. FrancescoPDNo Gravatar scrive:

    musica per le orecchie..
    http://www.lafranceagricole.fr/actualite-agricole/mais-ogm-mon-810-clause-de-sauvegarde-infondee-agpm-fnpsms-ufs-74822.html
    Ora vediamo se il consiglio di stato francese è ai livelli di quello italiano e se pilatescamente manda i Fidenato francesi alla corte di giustizia europea.

  100. roberto defezNo Gravatar scrive:

    Per il punteruolo rosso ci sono infiniti tentativi, non se se qualcuno valido, come ultrasuoni, microonde,succhi di piante esotiche, etc. Sarebbe bene che se qualcuno ha trovato il rimedio efficace e sicuro lo renda condiviso.
    All’epoca avevo cercato di capire se c’era un Bt anti-punteruolo, ma la mia conclusione è stata che si dovevano fare prove di laboratorio perchè in letteratura scientifica non c’erano pubblicazioni in materia

  101. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Roberto

    Evidentemente ho fatto considerazioni generali sul punteruolo non è il mio campo specifico, tuttavia quello che volevo dire è che l’iniziativa del conte non è futuribile, ma il giornale la da per acquisita. Il ministero dell’ambiente in un frangente del genere cosa ci sta a fare, perchè non è stato il ministero dell’ambiente a dare la notizia, se veramente è una notizia. Io credo invece che sia solo un modo per dei radical-chic di mostrarsi copiando dalla Brambilla.

    Roberto eppure nel caso dell’Anthonomus grandis che con l’avvento della proteine CRY specifica dei lepidotteri aveva trovato un nicchia ecologica favorevole sul cotone e quindi gli attacchi di questo curculionide si erano sviluppati sul Cotone è stat debellato con l’inserimento della CRY specifica per i coleotteri.

  102. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Francesco PD

    Io sono ancora in contatto con il mondo sementiero francese è conoscevo dell’iniziativa, non solo ma fin dall’inizio sapevo che il dossier presentato era fasullo, infatti per redigerlo era stato aggirato il parere del Comitato Scientifico dell’HCB (alto consiglio delle biotecnologie) appositamente creato per supportare lo Stato in queste iniziative di analisi di dossier scientifici, ma si è solo seguito l’invito del CEES (comitato economico etico sociale - una corte dei miracoli in cui vi è dentro di tutto e dove gli opertori economici sono in netta minoranza rispetto alla pletora di organismi pseudopolitici di tendenza ambientalista) Questi ultimi hanno prodotto il documento che i Francesi hanno usato come dossier scientifico per la clausola di Salvaguardia. Per darti un’idea di questo documento eccoti alcuni link

    http://www.marcel-kuntz-ogm.fr/article-who-wrote-it-118716174.html
    http://www.marcel-kuntz-ogm.fr/article-who-wrote-it-118716174.html

    Ora quel documento benchè fosse già stato sbugiardato come riferito sopra da Marcel Kuntz e altri è stato copiato di sana pianta da un fantomatico comitato del CRA italiano e lo abbiamo usato per chiedere a Bruxelles di soprassedere sull’autorizzazione del MON 810, non solo ma lo si è usato come dossier scientifico per invocare la clausola di Salvaguardia anche in Italia.

    Ti puoi immaginare cosa dirà l’AESA o EFSA che dir si voglia, dirà se sono buoni “copiate meglio”.

    Ma tu comprendi che gli ex vertici del Monte del Paschi di Siena sono dei chierichetti come malfede rispetto ai nostri tre ministri?

    Se BRuxelles non si sveglia ad applicare le leggi e non comincia a multare come si deve comportamenti dilatori e mariuoleschi come quello della Francia e dell’Italia non ne usciamo. Fidenato continua a seminare e gli altri a distruggere. Sai un decreto interministeriale cassato non investe il governo, ma una multa salata lo investe eccome perchè ne va di mezzo dei soldi tuoi e miei che siamo tanto fessi da pagare le tasse)

    Io non ne ho molto di tempo da aspettare, ma spero vivamente che almeno quel qualcuno che condivide le mie idee possa vedere finalmente spazzati via gli impregnati di ideologia e possa cavarsi la soddisfazione di dare a questa genete ciò che si merita.

  103. FrancescoPDNo Gravatar scrive:

    @alberto
    ..ecco siamo sempre alle solite…
    estratto.. ” c) Il a choisi de rester anonyme : Il n’a pas cherché la notoriété scientifique chez ses pairs et craint probablement des accusations de fraudes scientifiques….
    Nous ne saurons jamais qui ont été le ou les auteur(s) de la note des mesures d’urgence, sauf s’ils ont le courage d’apparaitre au grand jour. Le but de cet article est de montrer (ce que nous savons déjà) que des scientifiques peu scrupuleux sont présents parmi nous et que les gouvernements anti-scientifiques sont prêts à les utiliser pour répondre à leurs propres buts politiques. ”

    Non hanno ne il coraggio di esternare il proprio nome tantomeno rivendicare il proprio verbo, evidentemente si vergognano, o come scritto nell’articolo temono di passar guai prima o poi.
    Ottimo documento, comunque devo notare che mi avete letto nel pensiero, è chiaro che se l’EU non ci da un taglio, ogni Stato con ministri ignoranti (chiaro che dare un sonoro ignorante ad un ministro non è reato soprattutto quando è evidente che ignora la materia) regolarmente imbeccati da pseudoscienziati che al momento buono si defilano, questa storia delle clausole o quant’altro si inventeranno non sarà mai finita.
    Attendo fiducioso che la EU cominci a mettere in castigo qualcuno, che sia la Francia, l’Italia o qualcun altro poco importa, conta il precedente, poi chissà che sia finita sta storia, prima di invecchiare tutti quanti.

  104. FrancescoPDNo Gravatar scrive:

    @alberto
    dimenticavo,.. grande pezzo di stamane di Bressanini, immagino che ci farete un articolo.

  105. LaniceNo Gravatar scrive:

    FrancescoPD post n. 62 - Cosa deve succedere il 17 luglio a Pordenone?

  106. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Francesco

    La clausola di salvaguardia in se è un atto dovuto perchè la scienza sa bene che non esiste il rischio zero. E’ l’abuso che fanno i politici che ne fa una nefandezza che grida vendetta. Infatti è diversa il porsi davanti alla legge di un privato cittadino e di uno Stato: il privato cittadino, a cui la costituzione concede l’uso anche strumentale degli appigli legali per difendersi, può cercare di prendere tempo o di capziosamente usate gli strumenti legali. Uno Stato no in quanto quelle leggi (prima le Direttive comunitarie e poi la traslazione nelle leggi dello Stato dei contenuti) le ha fatte lui, ne èp corresponsabile una volta approvate e quindi non può più usarle con letture distorte.

    Anche il principio di precauzione è un atto dovuto, non lo è più quando lo si usa come atto di proibizione.

    Ma in uno Stato dove un vicepresidente del Senato dice quello che dice, cosa vuoi pretendere….. il creare ministri ignoranti diventa un attyo dovuto.

    Quando però gli agricoltori rimangono iscritti alla Cia o alla Coldiretti oppure non obbligano la Confagricoltura a creare picchetti permanenti in difesa del diritto di Fidenato di portare a termine la sua coltivazione per poter vedere sul campo il comportamento, non puoi sperare più nulla. Da Bressanini sto postando un intervento per far capire ai lettero di un blog meno addentro alle problematiche dell’agricoltura quali sono le conseguenze che stiamo già pagando.

  107. FrancescoPDNo Gravatar scrive:

    @lanice
    se l’articolista non ha sbagliato… dovrebbe essere la fine (ultima udienza) del processo a Fidenato, lo scorso 8 di luglio ci fu pure lo sciopero degli avvocati perchè alla vicenda non manchi proprio niente.
    http://messaggeroveneto.gelocal.it/cronaca/2013/07/09/news/la-sfida-sugli-ogm-fidenato-alla-regione-non-ci-fermerete-1.7396165
    Il bello è che se l’udienza era l’8 eravamo ante cretinata ministeriale, il 17 è post, a questo punto non darei nulla per scontato, saremmo pure stati gli estensori del diritto romano, ma questo non ci esime da sorprese, spero vivamente di sbagliarmi, ma comunque andrà farà molto ma molto rumore io credo.

  108. FrancescoPDNo Gravatar scrive:

    @alberto
    daccordissimo, la clausola di salvaguardia guai che non ci fosse, è la prova regina della pericolosità che manca, nonostante si accaniscano anche con dossier falsi e studi scientifici figli di nessuno, o meglio se scopiazzati pure male uso scolaretti.

  109. Giuliano D'AgnoloNo Gravatar scrive:

    Cari tutti
    post 31 di OGMbbl “lo hai letto il documento del link? Dice che il grano Creso con cui produciamo la nostra pasta ed il pompelmo rosa come esempi notevoli, ……sono organismi geneticamente modificati, ………. che merdata.”
    Il grano Creso è stato ottenuto alla Casaccia mediante bombardamento di neutroni che hanno causato un riarrangiamento genico profondo. E’ scientificamente un OGM a tutti gli effetti ma non lo è perchè la Commissione europea non lo ha definito tale sul piano giuridico. Per chi volesse ulteriori dettagli nel sito della IAEA Mutant Varieties Database (http://mvgs.iaea.org/) sono elencate circa 2000 varietà di piante ottenute mediante irragiamento o mutazione con fosgene (il gas utilizzato nella prima guerra mondiale, piante scientificamente tutte OGM.
    Post 43 di OGMbbl “il mai dimenticato Pecoraro” è quello che ha chiuso i campi sperimentali con OGM……campi dove si sperimentava il riso OGM per la produzione di lattoferrina e lisozima e nei quali era stata messa la rete metallica per impedire la diffusione incontrollata del polline”.
    Il riso non ha bisogno di reti perchè è autoimpollinante e quindi nessuno si sogneebbe di chiderle. Pecoraro Scanio non ha mai chiuso campi sperimentali di riso per la produzione di lattoferrina e lisozima perchè tali campi non sono mai esistiti. Potete controllare nel sito della clearing house del Ministero dell’ambiente che riporta tutte le sperimntazioni effettuate in Italia sugl OGM. Sempre Pecoraro scanio ha invece lanciato una campagna dis tampa definendo il grano Creso radioattivo, cosa che ha procurato notevolissimi danni economici ai produttori italian di pasta sui mercati mondiali.
    L’efficacia del mais Bt nel contrastare la piralide è stata dimostrata oltre che dal migliaio di lavori censiti dal database dell’ICGEB (http://bibliosafety.icgeb.org/) anche dalla sperimentazione effettuata dall’INRAN in Italia su richiesta del Ministro Alemanno, i cui risultati favorevoli sul piano ambientale ed agronomico sono stati pubblicati senza troppo risalto. Fin dal 1999, ricercatori italiani avevano dimostrato che il contenuto in aflatossine del mais OGM era mille volte inferiore a quello del mais convenzionale o biologico (Maydica 1999; 44: 205-9). La situazione delle aflatossine nel mais italiano è tale che molti disciplinari per la produzione di formaggi tipici, prevedono per tagliare le aflatossine di aggiungere ai mangimi a base di mais, altri cereali compreso il frumento.
    Purtroppo ormai siamo abituati alle opinioni prima dei fatti

    Post

  110. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    Giuliano,

    1) il Creso ha come promotore il 35S? ha dei marcatori antibiotici? se la risposta è negativa non è un OGM…….. “OGM è un organismo il cui materiale genetico è stato modificato in modo diverso da quanto avviene in natura con l’accoppiamento e/o la ricombinazione genetica naturale” (Art. 2, Direttiva 2001/18/CE del 12/03/01);

    2) il riso ha bisogno di reti, poichè ha parentali selvatiche (riso crodo)……del resto Fogher ha fatto una specifica prova per vedere se potevano esserci problemi di fecondazione incrociata seminando un campo sperimentale con riso e riso crodo insieme

    http://www.fondazionebassetti.org/02/rs/rs-casalino.htm

    3) sulla lattoferrina e sulla lisozima ho raccontato una “mezza verità” per calcare la mano sulla grave problematica di utilizzare una pianta alimentare per produrre farmaci……..

    http://www.molecularlab.it/news/view.asp?n=988

    Visto che sei ben informato saprai anche che le sperimentazioni sono state giustamente vietate in Italia, ma voci di corridoio (tutte da verificare), mi dicono che la sperimentazione sia stata fatta in un altro Paese molto più accondiscendente.

    4) mai detto che il mais Bt non è efficace contro la piralide…ho sempre detto che da solo il mais Bt non risolve il problema delle micotossine

    http://ogmbastabugie.blogspot.it/2013/03/il-mais-bt-serve-veramente-risolvere-il.html

  111. LaniceNo Gravatar scrive:

    FrancescoPD grazie.

    bb non avevi detto che andavi via? E un’altra cosa, non hai mai pensato di tentare la carriera del burocrate?

    Importa assai nel contesto in discussione, la definizione legale, vale quanto vale per l’effettiva percentuale di contaminazione del mais fecondato da GM.

    Quindi all’atto pratico il Creso è GM, come le mele Golden, i fiori del giardino e i cani di Bressanini.

    Ok, come risolvi *meglio che usando bt* il problema della piralide? :)

  112. LaniceNo Gravatar scrive:

    Oddio ci sono cascata di nuovo e ho dimenticato l’auspicio di Alberto Guidorzi.
    Non posso cancellare il post, ma non avrà alcun seguito, promesso.

  113. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    Compagni,

    sono contento……c’è voluto un Membro del Comitato per la biosicurezza, nonchè ricercatore presso l’Istituto Superiore di Sanità, nonchè
    direttore del Dipartimento di Biologia Cellulare dell’Istituto Superiore di Sanità, nonchè membro della Commissione Interministeriale per le Biotecnologie per rilevare un mia “mezza verità”, della quale ero completamente consapevole.

  114. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    Lanice,

    lasciamo stare che poi guidorzi si arrabbia…..vi leggo…….devo dire che gli ultimi post sono stati molto mosci! quasi off topic!

  115. roberto defezNo Gravatar scrive:

    ecco il pezzo di Dario

    http://bressanini-lescienze.blogautore.espresso.repubblica.it/2013/07/15/il-made-in-italy-contaminato-dagli-ogm/

  116. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Giuliano

    Io aggiungerei che il Creso è stato modificato, ma non sappiano come, perchè lo sconquasso, se paragonato alla transgenesi mirata, è imparagonabile. Questo lo dico non per far paura, ormai 40 anni di vita della varietà ci assicura del “nulla da temere”.

    Siccome però la creazione di variabilità si avvale dagli anni ‘50 anche dell’irraggiamento, cosa sarebbe capitato se ci fosse stata una campagna di stampa che avvisava l’opinione pubblica che quando si irraggia un frumento si irraggia un genoma (affidandoci al caso) di cui la metà è silente e non sappiamo a cosa serva? Sarebbe successa la rivoluzione.

    Eppure la scienza genetica ha operato si è posta il problema, lo ha controllato, ne ha dedotto la non pericolosità, o meglio ha scartato tutto quello che poteva dare dubbi, e ci ha dato un grano che ha mantenuto la nostra filiera. Se non vi era il Creso non credi che la nostra filiera grano duro si sarebbe affievolita molto tempo prima di adesso?

    Nessuno ha pensato di dare degli apprendisti stregoni ai genetisti, come invece si fa ora, si è detto che la scienza tutta ha in se le armi per tutelarsi dagli apprendisti stregoni. Se fosse per qualcuno Seralini sarebbe diventato l’oracolo, ma abbiamo visto che razza di acchiappa soldi che vi è sotto la sua camicia.

    Ma non capiscono che la genetica europea agendo come si sta facendo pian piano ridurrà la sua importanza e che in questo campo vale proprio la massima mussoliniana “chi si ferma è perduto”. Saremo pian piano colonizzati e per giunta ricattati.

    La ditta per cui ho lavorato 40 anni, la Florimond DESPREZ, ha dovuto andare in Argentina per cercare di creare frumenti OGM. Perchè proprio in Argentina, perchè lei aveva il germoplasma accumulato i due secoli di esistenza e doveva trovare un partner al suo livello per poter collaborare pariteticamente. Non poteva andare in USA dalla Monsanto? L’avrebbe accolta a braccia aperte, una ventina di anni fa gli ha offerto di comprare per il 20 volte il fatturato, ma la Monsanto non collabora, acquisisce e cancella. Non è il diavolo, ha una strategia che fa valutare al mercato e chiede finanziamenti, e fino ad ora glieli hanno concessi. Ormai la Monsanto è arrivata in una posizione di forza rispetto a Syngenta e Dupont-pioneer perchè gli ultimi due hanno tergiversato prima di buttarsi nelle biotecnologie ed ora pagano lo scotto, ma anche per loro è divenuta una strada obbligata.

  117. LaniceNo Gravatar scrive:

    Domanda (non ne faccio mai, vero?): come si testano e si controllano i nuovi OGM per vedere se sono sicuri?

    Lo so, o meglio credo di saperlo, ma dato che non sono sicura è sempre meglio avere conferme.

    Grazie.

  118. Roberto MattioliNo Gravatar scrive:

    Ciao Lanice,

    provo a spiegartelo io anche se lungo e complesso. Tieni presente che sarà soltanto una sintesi.

    L’EFSA ha stilato una serie di documenti che descrivono quali dati devono essere presentati ad una commissione di esperti
    affichè venga rilasciata l’autorizzazione per una nuova varietà GM. Esistono documenti per ogni tipo di OGM, piante, animali,
    microrganismi…ognuno con sue caratteristiche. Di ciascuno poi esistono diversi documenti a seconda del tipo di rischio o
    impatto che si deve valutare. Facciamo un esempio: prendiamo in considerazione una pianta GM e diciamo che vogliamo testare il
    suo grado di rischio.

    In generale i documenti che dovono essere presentati sono molti. In primis, deve essere presentata tutta la documentazione relativa
    al personale che ha lavorato alla realizzazione dell’OGM (es. curricula).
    Inoltre, deve essere presentata tutta la documentazione relativa alla caratterizzazione molecolare dell’OGM in questione; quindi caratteristiche del vettore
    utilizzato e dell’inserto (quindi costrutto), il metodo di trasferimento e di trasformazione
    usati, stabilità del costrutto e dell’inserto in particolare, una valutazione tossicologica affrontata da un punto di vista biochimico e
    molecolare (il più possibile “omico”), valutazione nutrizionale. Non sono poi sicuro, ma credo si debbano fornire informazioni (nell’ambito
    della caratterizzazione molecolare) anche del punto d’inserzione del transgene nel genoma dell’ospite ed uno studio circa la zona d’inserzione.

    Veniamo poi alla valutazione del rischio ambientale.

    Si deve prima di tutto formulare e inquadrare il problema (rischio), le sue caratteristiche,
    le strategie di gestione e questo per ciascuno dei seguenti punti. Persistenza e invasività della pianta GM compresa la capacità
    di trasferimento genico a piante o microrganismi. L’interazione tra la pianta GM e gli organismi target e quelli non target.
    L’impatto delle tecniche di coltivazione, gestione e raccolta, tenendo conto anche dei sistemi di produzione e dell’ambiente
    ricevente. Inoltre si devono studiare i possibili effetti sulla sicurezza/salute di uomini ed animali compresi i test di allergenicità.

    La lista continua…

    Puoi trovare cmq numerosi dettagli sul sito dell’EFSA e scaricare eventualmente i documenti in forma integrale:

    http://www.efsa.europa.eu/it/gmo/gmoguidance.htm

    Spero di esserti stato di aiuto

  119. roberto defezNo Gravatar scrive:

    Brava Lanice,
    come vedi trovi risposte e fai anche training gratuito per resistere alle provocazioni che vorrebbero portarti sul terreno della rissa e della confusione.
    Continua così

  120. LaniceNo Gravatar scrive:

    Grazie Roberto Mattioli.

    A me interessava in realtà, mea culpa per non averlo specificato, l’aspetto biochimico.
    Il venditore di libri, al quale ho rotto le scatole ampiamente in merito in passato, mi disse qualcosa tipo che cercano la presenza di eventuali nuove proteine di tipo allergogeno (solo certi tipi di proteine sono allergogene, se ho capito bene) e se sono presenti, l’OGM non viene messo in produzione e commercio a priori, a prescindere dal fatto che poi quelle proteine siano realmente pericolose. Quindi ad esempio un OGM è più sicuro di altri vegetali che sono tranquillamente in commercio (esempi, fragole e arachidi).
    Ho quel minimo di pudore che mi ha impedito di chiedergli spiegazioni più approfondite, e così non sono sicura di aver capito bene e volevo ulteriori spiegazioni in merito.

    In particolare questa frase: “L’analisi bioinformatica delle regioni di giunzione ha dimostrato l’assenza di una qualsiasi nuova ORF potenzialmente codificante per allergeni o tossine note.”
    Presa dal sito EFSA e inerente l’approvazione un OGM, mi piacerebbe capirla meglio (sono una contadinella che tira il collo alle galline ma è maledettamente curiosa, portate pazienza).

  121. LaniceNo Gravatar scrive:

    Roberto defez abbiamo scritto in simultanea.

    Poi avrei sempre domande inerenti la risemina (Schmeiser e Bowman, e generali sugli ibridi in agricoltura), dimmi tu dove e quando.

    Quando siete stufi bannatemi eh :D

  122. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Lanice

    Non voglio sostituirmi a Roberto, ma credo che sia più impegnato di me, che invece mi sto divertendo. Se hai domande ed io potrò risponderti puoi rivolgermele qui: guiduilio@libero.it

  123. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Lanice

    quello che ti ha detto Mattioli è che è stato verificato che il costrutto genetico traferito per realizzare un OGM, che è quello che si brevetta e non tutta la pianta, dovrebbe produrre sola quella nuova proteina ( i geni codificano solo proteine e non altre sostanze chimiche) che evidentemente prima di pensare di trasferirla ne è stata totalmente valutata l’innocuità per l’uomo ed altri animali non bersaglio.

    Però per far funzionare il gene nel nuovo contesto dove si trasferisce si fa una costruzione con materiale genetico fatto da un “promotore” e da “terminatore” . Ecco si verifica anche che questi due unità biologiche non producano sostanze allergeniche o tossiche.

  124. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    attenta Lanice…..ci prova con tutte le donne del Blog!
    - prima le domande
    - poi le risposte
    - poi vediamoci per un caffè
    - poi una cena
    - poi zacchete!

  125. Roberto MattioliNo Gravatar scrive:

    Ciao Lanice,

    Spero questa volta di interpretare bene la tua richiesta… :-)

    il virgolettato devo ammettere è un pochino criptico…cmq provo ad interpretare. In ciò che hai scritto si fa riferimento alle ORF (open reading frame)…in questo caso però credo, sia più corretto parlare di EST (expressed sequence tags). Praticamente ciò che si può fare è una libreria a cDNA retrotrascrivendo l’RNA messaggero di uno o più tessuti, in una o più fasi di sviluppo dell’organismo GM. Così facendo hai una libreria di tutti i geni espressi e quindi trascritti e probabilmente tradotti, in un dato momento da quell’organismo. A questo punto puoi procedere con diverse tecniche di biologia molecolare, allo scopo di identificare quali siano questi geni. Oggi il modo più veloce ed efficiente di procedere è quello di utilizzare processi di sequenziamento High-throughput (es. ILLUMINA), per sequenziare e quindi identificare appunto, tutti i geni espressi. Non è necessario sequenziare per tutta la lunghezza dei diversi messaggeri retrotrascritti; è sufficiente sequenziare le parti terminali. A questo punto poi, attraverso un’analisi di tipo bioinformatico, si può confrontare il profilo di espressione con diverse banche dati che tengono memoria di tutti i geni sequenziati e noti e vedere se sono presenti sequenze omologhe a geni noti essere allergeni.

    Alternativamente sarebbe possibile usare un approccio di proteomica.

    Tieni presente però che simili approcci risolvono il problema soltanto per quei geni/proteine che sono noti essere allergenici, ma non ti dà nessuna informazione sulla possibile formazioni di combinazioni proteiche che possono quelle essere allergeniche. Per escludere anche questa possibilità devono necessariamente essere eseguiti test di allergenicità.

    Ancora a tua disposizione…

  126. roberto defezNo Gravatar scrive:

    Lanice,
    abbi solo un po’ di pazienza e tra poco avrai un post tutto per te per rispondere alla domanda sulla sicurezza alimentare degli OGM.
    Tra poco aspetto da Luca Simonetti un commento su Bowman.
    Continua ad ignorare le provocazioni e vai per la tua strada…..

  127. LaniceNo Gravatar scrive:

    Roberto:
    il virgolettato viene da qui: http://www.efsa.europa.eu/it/efsajournal/pub/758.htm
    (vecchia lettura, ripescata adesso ma che aveva un altro scopo)
    Grazie della spiegazione; l’ultimo paragrafo: i test di allergenicità vengono eseguiti immagino. Quindi, in sunto, la spiegazione del venditore di libri l’avevo interpretata correttamente?

    Alberto: hai appena fatto un errore. In effetti avevo già tentato di contattarti via facebook, ma non guardi i privati credo :D
    Intanto mi sto leggendo i tuoi articoli su La Valle del Siele, con calma; avevo letto solo, l’anno scorso, quello su Seralini, ma ho appena scoperto che ce ne sono altri che mi possono interessare; me li leggerò e poi vedremo.
    Però io non so, sinceramente, se Roberto usa questo sistema pro blog, e quindi gli interessa che le mie domande siano postate sul blog a scopo didattico, o se cerca di tenermi sotto controllo e non gli parrebbe vero che mi levassi di mezzo; mettetevi d’accordo voi, per me rompere al telefono, via email o sul blog è la stessa cosa.

    Roberto: a me non interessa affatto l’aspetto legale, mi interessa capire come sia convenuto a Bowman riseminare, come pare leggendo il link del tribunale. C’è chiaramente un aspetto della faccenda che mi sfugge del tutto.
    As you like it: posso chiedere qui, in un altro topic, all’imprudente Alberto via email; comunque non me ne frega niente di chi ha ragione dal punto di vista legale, le domande farebbero parte dei miei soliti ragionamenti bizzarri in materia.

  128. Roberto MattioliNo Gravatar scrive:

    @ Alberto….

    Alberto non ti preoccupare; più informazioni riusciamo a dare meglio è :-)

  129. Roberto MattioliNo Gravatar scrive:

    @ Lanice….

    direi che l’avevi interpretata nella maniera corretta.

  130. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Lanice

    Facebook mi piace poco la pletora degli interventi che si provoca andando contro corrente (per loro evidentemente ma non per me) è fuorviante e spesso ti trascina in diatribe dove non avresti mai pensato di arrivare.

  131. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    OGM bb

    solo una battuta. In certe fasi della vita occorre essere consci delle proprie mutilazioni …. ed adeguarsi.

  132. Roberto MattioliNo Gravatar scrive:

    @ Lanice….

    Scusa Lanice non avevo letto la tua seconda parte… Puoi postare le tue domande dove vuoi e quando vuoi.
    Se non sarò in grado io di rispondervi, sicuramente lo potranno fare persone più preparate che in questo Blog direi, sono molte….

  133. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    Alberto………io scherzavo, non volevo certo provocare……va be!

  134. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Infatti l’ho presa come una battuta mica mi sono offeso, ci mancherebbe.

  135. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    Per vostra informazione…….andrà a prendere un pò di dati e di elementi per poi chiedere la “Clausola di Salvaguardia” sugli OGM.

    http://www.terraoggi.it/notizia/Mercoled%C3%AC_17_lugliodue_ministre_a_Pollenzo/11333/13

  136. LaniceNo Gravatar scrive:

    Roberto Mattioli: infatti la seconda parte era rivolta a Roberto Defez, ci ho pensato poi alla possibile confusione da omonimia.
    Se spargo a pioggia quesiti vari qua e là, potrebbero andar persi, quindi se è previsto un articolo su Bowman credo sia meglio che faccia deragliare quella discussione, sarebbe comunque meno OT del parlarne in un topic ad argomento politico.
    Non è questione di cosa posso fare ma di cosa si preferisce che io faccia.

    Alberto: manco sapevo che esistesse una bietola GM, fai tu. A parte questo, intanto ti ridirigo il privato di facebook via email, per il resto direi che è meglio aspettare: se mi dicono che ritengono utile al blog che io lo impesti di domande, magari in discussioni ad argomento prestabilito, come è stato per il grano GM comparso dal nulla, faremo così.

  137. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Posso venire a contestare le cazzate, riferite agli OGM, che si dirà?

  138. Roberto MattioliNo Gravatar scrive:

    Scusate,

    rileggendo i post precedenti, mi sono reso conto di aver male interpretato alcuni messaggi (omonimie a parte :-)). Spero di non aver dato troppo fastidio portando la discussione su un campo diverso da quello che si stava percorrendo. Mi scuso con Roberto Defez, gli amministratori del sito e con tutti gli altri… Mi taccio!!!

  139. LaniceNo Gravatar scrive:

    Buonasera, vado off topic io adesso. Ieri ho letto l’articolo di Bressanini praticamente subito, ancora prima che Roberto (Defez) lo segnalasse qui, ma non ho letto i commenti (non lo faccio mai, è molto pericoloso, come avete potuto constatare). Invece stasera ho cominciato a leggerli.
    Mi sono venuti i fumi quasi subito, come previsto (Emanuele) ma prima che fosse troppo tardi ho trovato questo:

    http://bressanini-lescienze.blogautore.espresso.repubblica.it/2013/07/15/il-made-in-italy-contaminato-dagli-ogm/#comment-932941

    Cito:
    “Nella Soia poi è più facile ancora in quanto riceviamo una pianta selezionata per linee pure, è autogama come il frumento”
    Ciò che risolve buona parte dei miei interrogativi inerenti la risemina di Bowman; pensavo che pure la soia coltivata fosse costituita da F1, per cui non mi spiegavo il vantaggio della manovra di Bowman. Invece così sta in piedi; non del tutto, infatti questa scoperta ha fatto sorgere altri interrogativi :D
    Quindi continuo ad attendere il pezzo relativo quando comparirà.

    Roberto Mattioli non ho capito di cosa parli, la discussione è già derivata più di una volta e comunque non ho proprio colto errori di interpretazione.

  140. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Lanice

    Infatti in Argentina hanno cominciato a coltivare soia OGM riproducendosela e non pagando nulla alla Monsanto perchè in Argentina il brevetto non è riconosciuto, non solo, ma in Brasile, dove Lula era contrario alle piante OGM ha dovuto cedere perchè i brasiliani andavano a prendere il seme di soia OGM dagli argentini. Se non fosse stata autogama ciò non era possibile.
    Tuttavia portare il seme di soia da un anno all’altro c e che non abbia perso la germinabilità ( i grassi irrancidiscono) non è cosa di ogni agricoltore. In Italia non vi è nessuno che si fa il seme di soia, seppure convenzionale, in casa.

  141. Giuliano D'AgnoloNo Gravatar scrive:

    Caro OGM bbl,
    preciso che scrivo a titolo personale esssendo in pensione da molti anni e non come responsabile delle strutture dirette in passato.
    Ribadisco che la definizione di OGM è puramente giuridica e non scientifica tanto da lasciar fuori dalla normativa le nuove tecniche di modificazione delle piante (cfr. http://www.efsa.europa.eu/it/efsajournal/doc/2561.pdf)
    Non è il promotore 35S, del virus del mosaico del cavolfiore (CaMV), a caratterizzare gli OGM, dato che esistono piante transgeniche ottenute con promotori vegetali come quelli dell’alfa-amilasi o del maltosio.
    A proposito del 35S, occorre ricordare che consumiamo normalmente, con le piante non transgeniche, grandi quantità di DNA contenente il promotore 35S. Il CaMV infetta vari membri della famiglia delle Brassicacee (ravanello, cavoli, broccoli, cavolfiori, crescione, ecc). Si stima che il 10% di queste piante sia infettato dal CaMV. In alcune indagini epidemiologiche l’infezione è stata riscontrata nel 50% delle piante con ciascuna cellula infetta contenente decine di migliaia di copie del genoma virale, comprendenti sia DNA “nudo” che DNA nelle particelle virali. Se il consumo di DNA contenente il promotore 35S fosse pericoloso, dovremo temere più le piante infette che quelle transgeniche.
    L’esperimento di Fogher, condotto nel 1999, con riso resistente al glufosinato, ha dimostrato che a 5 metri di distanza dalle piante transgeniche, il flusso genico era dello 0.01%. Le reti erano state prescritte dalla Commissione interministeriale di valutazione delle biotecnologie per impedire agli uccelli di raccogliere i semi e non per impedire il flusso genico.
    Non so da dove derivi l’informazione che in Italia la sperimentazione degli OGM è proibita visto che nessuna autorità nazionale o locale potrebbe farlo senza incorrere nella procedura d’infrazione. E’, invece, di fatto impedita con grave danno dell’agricoltura italiana, come dimostrato dal compianto prof. Sala per quanto riguarda molti prodotti tipici.

  142. LaniceNo Gravatar scrive:

    Questo è IT.

    Annuntio vobis gaudium magnum: Fidenato è stato assolto.

  143. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    Giuliano,

    la Legge sull’etichettatura fa riferimento alla definizione giuridica di OGM…..lex dura lex

    Per il resto ok…………è vero ci sono degli OGM che non hanno promotori, ecc. …….ma cosa cambia per la Legge?….nulla

    mai detto che il promotore 35S fa male alla salute

    capisco che il flusso genico del riso è molto basso…………..però se lo utilizziamo per i farmaci a mio parere è una pazzia…………mettiamo che sfugga, cosa facciamo? abbandoniamo il riso come alimento, oppure ci mangiamo tutti i giorni un pò di anticoagulante?

    credo che la sperimentazione sia impedita dal fatto che non ci sono le Regole di Coesistenza per le sperimentazioni…….o ci sono?

  144. Giuliano D'AgnoloNo Gravatar scrive:

    Caro OGM bbl
    non dovrai abbandonare il consumo di riso perchè la produzione di proteine terapeutiche nello stesso è stata ottenuta utilizzando dei promotori specifici che causano l’accumulo delle proteine di interesse nell’endosperma del chicco, dove sono raccolte le proteine di deposito. Per merito di quest promotori specifici il polline di riso è privo di proteine transgeniche.
    Tali promotori sono così potenti che Ventria Bioscience ha ottenuto 1.5 kg di lattoferrina da un campo di un ettaro. Oggi, a cuasa delle alte rese ottenibili, la produzione di proteine terapeutiche da piante avviene in serra od in laboratori confinati doveno coltivate cellule vegetali in vitro. La Food and Drug Administratio ha approvato l’uso terapeutico di un enzima per la cura della malattie di Gaucher. ottenuto da cellule di carota. Molte proteine terapeutiche, producibile da piante transgeniche, sono oggi ottenute da plasma o da cellule umane ed animali in coltura. Sono necessari processi di putificazione esaustivi per ottenere proteine non contaminate da virus dell’epatite, dell’HIV ecc; virus assenti nelle piante.
    La sperimentazione, autorizzata dopo un’apposita istruttoria, non richiede regole di coesistenza, perchè adeguate misure di contenimento biologico e/o fisico vengono adottate dallo sperimentatore o prescritte dalla Commissone Interministeriale. Viene data comunicazione alla Regione interessata e l’adozione di tali prescrizioni viene verificata da ispettori regionali o della Commissione stessa.
    La coesistenza riguarda solo la coltivazione a scopo commerciale in modo da tutelare gli interessi economici dei ccoltivatori interessati.

  145. roberto defezNo Gravatar scrive:

    Notate il Decreto a sei mani
    si tratta di un Balduzzi 2, dove il mistro della Salute si preoccupa dei lepidotteri non target….
    Comunque aspettiamo per domani il commento di Luca Simonetti

  146. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    Giuliano,

    hai scritto che ……….”promotori specifici che causano l’accumulo delle proteine di interesse nell’endosperma del chicco, dove sono raccolte le proteine di deposito. Per merito di quest promotori specifici il polline di riso è privo di proteine transgeniche”………….

    tanto per capire………….anche la pianta di riso che nasce dal chicco che nell’endosperma ha le proteine farmaco è privo di proteine farmaco?

  147. LaniceNo Gravatar scrive:

    Non ho capito niente del decreto, o meglio mi sono persa, se c’è una cosa che mi uccide è il burocratese.
    Aspetto il commento.

    Invece, secondo me un argomento da affrontare in modo esaustivo e definitivo in questo blog sarebbe quello della biodiversità; o io non ho capito per niente cosa sia la biodiversità, cosa anche possibile eh, o in quel decreto, e non solo in quello, il termine viene usato del tutto a caso, non significa nulla.
    Ad esempio nell’articolo che ho postato un paio di giorni fa come lettura comica si parlava di biodiversità agricola del mais bellunese: secondo me l’espressione non ha nessun senso.
    Giuro che non so quali elementi mi manchino, ma non vedo nel modo più assoluto come il mais bt possa influire sulla biodiversità (e quello tradizionale no, dato che si parla di biodiversità solo per gli OGM).

    Me lo segno nella mia lista delle domande.

  148. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    ma vi rendete conto che un avvocatucolo appena arrivato in un MInistero, che tra l’altro non doveva più esistere, si permette di dire che tutta la legge sementiera comunitaria costruita dal 1970 in poi non è più valida. Infatti dice che un paese membro deve avere la possibilità di proibire la commercializzazione e l’uso di una varietà vegetale ( che sia OGM o NO poco importa) che le strutture di controllo che l’UE si è data la pena di verificare e dare il nullaosta

    Ma la ministra non si rende conto che le direttive comunitarie che lei vorrebbe abrogare sono anche il frutto di accordi internazionali, che l’Italia ha firmato in sede UPOV? Invito la Ministra a leggersi urgentemente questa convenzione:

    http://www.upov.int/en/publications/conventions/1991/act1991.htm

    Ma si rende conto di quello che sta dicendo? Sta dicendo che quasi più di 50 anni di Mercato Comune, deve essere spazzato via? Non ci credete? Ecco un esempio semplice semplice. Io sono il costitutore di una varietà regolarmente iscritta ed a vocazione comunitaria ma che ha il difetto di rompere l’equilibrio economico del mercato sementiero di un altro Paese membro e a quest’ultimo gli è lasciata la facoltà di chiudermi le frontiere in faccia al fine che io non possa andare a vendere sul suo territorio

    Mi sapete dire che Mercato Comune diventerebbe senza che ci sia la libera circolazione delle merci ed una di queste sono appunto le sementi? Non si rende conto la Ministra che la legislazione sementiera è stata appositamente esclusa dalle bizze decisionali di ogni paese membro proprio per evitare questo?

    Non ne avevamo abbastanza del Calderoli e degli Alfano per farci ridere dietro? Adesso ci si mettono anche tre ministri tutti assieme? Ma siamo proprio il paese di Pulcinella.

  149. FrancescoPDNo Gravatar scrive:

    @alberto
    vedo il lato positivo della cosa,… la EU queste tre macchiette se le spazzerà via come la polvere,.. la lettera a Futuragra è di buon auspicio.
    Poi che la capiscano da soli (dubito fortemente) meglio, altrimenti che infrazione sia, amen, sarà sempre meno del danno cagionato agli agricoltori in questi anni,.. con una bella novità, non saranno solo gli agricoltori a pagare questa volta (per perdita di competività) ma l’intera collettività, spero che questa sia una bella lezione di vita anche per le zucche più crude.

  150. Giuliano D'AgnoloNo Gravatar scrive:

    OGMbbl
    post 146.
    La pianta di riso che nasce dal chicco transgenico produrrà, a causa dei promotori specifici, di nuovo il farmaco nell’endosperma ma non nel polline

  151. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    Giuliano,

    allora ci sarà “inquinamento genetico” con un riso che produce un farmaco! Io credo che solo dei pazzi possano pensare di utilizzare una pianta alimentare, e che pianta alimentare, per produrre farmaci! Non ho parole…..

  152. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    Alberto,

    stai calmo! Personalmente credo sia giusto impedire la coltivazione di OGM in Italia, a prescindere dal fatto che facciano male alla salute umana e/o all’ambiente…………..tutte cose da verificare.

    - questi OGM originano inquinamento genetico (modesto per il mais, più pervasivo per altre piante);

    - questi OGM nessuno li vuole mangiare (ok, d’accordo, sono tutti disinformati da quelli come me);

    - questi OGM non rispondono alle esigenze di tutelare il reddito dell’agricoltura attuata in aree disagiate, anzi amplificano i problemi di queste aree, con il conseguente abbandono del territorio rurale e dissesto dell’assetto idrogeologico del territorio……..e questo per il nostro Paese è un grosso problema;

    - Questi OGM sono vecchi…………devi dire alla Monsanto di mettere il transgene nei cloroplasti e poi ne parliamo.

  153. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    un buon documento dei Radicali

    http://www.senzabarcode.it/wp-content/uploads/2013/07/comunicato-OGM-radicali-ecologisti.pdf

  154. FrancescoPDNo Gravatar scrive:

    @ogm bb
    E’ la solita fuffa giornalistica..
    Guarda quando tirate fuori il picco del petrolio, siete proprio patetici
    C’è così tanto shale gas & oil da continuare inperterriti ancora per secoli, l’unico problema se fossero intellettualmente onesti è l’inquinamento.
    Una tal serie di panzanate che vi squalifica da soli,.. in effetti quando qualcuno vi etichetta da nazicomunisti non sbaglia di certo, oggi che siete orfani della vostra ideologia, vi attaccate al tram dell’ecologia (Capanna insegna), mentre ne siete i primi responsabili di questo disastro. L’unica cosa a cui voi ecologisti puristi ambientalisti interessa è attaccarvi alla tetta pubblica per le vostre elucubrazioni ambientaliste ecologiste, poco importa se fate danno alla comunità, l’importante è coltivare il proprio orticello, e poi vi scagliate contro chi cerca di recuperare competività con le nuove tecnologie
    Grazie a Dio qualcuno va contro la massa indottrinata, i radicali saranno anche 4 gatti, ma molte volte hanno fatte battaglie di civiltà non badando ai voti, e a loro va tutto il mio ripetto anche se non hanno avuto il mio voto.
    Scusate amici del blog se ho risposto ad ogm bb (del quale non sappiamo ancora il nome evidentemente si vergogna di quel che scrive) ma ha allegato un documento con cosi tante stupidaggini che non ho resistito.

  155. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    Franci,

    io ho semplicemente allegato un documento…..non l’ho giudicato e non ho nemmeno giudicato, come hai fatto tu, colui che l’ha postato. Vuoi che ti dica la mia sul “picco di petrolio”? non conosco il problema.

    Ma smettila di giudicare……limitati a “dire la tua”, saranno i lettori a giudicarti! Fidati,……… con quello che hai scritto molti ti giudicheranno “un pezzo di m….”.

    La prossima volta sarò io a dire cosa penso di te……ma sarò sicuramente cestinato……………NAZICOMUNISTA non me lo aveva mai detto nessuno, ti ringrazio!

    “molti nemici…..molto onore”

  156. Giuliano D'AgnoloNo Gravatar scrive:

    Post 151 di OGM bb
    Fai finta o non hai capito? Come può esserci “inquinamento” genetico se il polline non contiene il transgene presente invece nell’endosperma che è il tessuto vegetale che avvolge l’embrione nell’interno dei semi. L’emdosperma fornisce la nutrizione all’embrione quando la pianta germoglia.

  157. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    Giuliano,

    forse sei tu che fai finta di non capire……supponiamo che un chicco di riso alla lattoferrina (tanti chicchi di riso) cada sul terreno durante la raccolta, oppure venga veicolato nell’ambiente da animali, oppure rimanga all’interno dei mezzi di raccolta, oppure sia scambiato per riso normale, ecc…………. e poi germini tranquillamente in un campo di riso alimentare………questo cos’è?

  158. LaniceNo Gravatar scrive:

    Domanda politica: è di qualche la notizia che Monsanto pianta in asso l’Europa, ieri ho trovato conferma su Reuters:

    http://www.reuters.com/article/2013/07/17/us-eu-monsanto-gmos-idUSBRE96G16R20130717

    Adesso all’atto pratico che succede? Il mais bt è brevettato, quindi non ci se lo può fare in casa, giusto?

  159. Luca SimonettiNo Gravatar scrive:

    Succede che Monsanto ha deciso di non insistere più perché l’UE autorizzi la coltivazione di sementi OGM in Europa: la coltiverà altrove e si limiterà a importare i prodotti Ogm in UE. I brevetti non c’entrano (non discutono dei brevetti, quelli o ci sono o non ci sono), stanno solo rinunciando a coltivare in Europa.

  160. LaniceNo Gravatar scrive:

    Sì ma io intendevo dire “cosa succede A NOI?”

    Fine della fiera, abbiamo perso il treno? Non potremo più seminare mais bt, dato che è brevettato e quindi nessun altro può metterlo a punto?

  161. Luca SimonettiNo Gravatar scrive:

    Ah, be’ sì, abbiamo perso il treno. A parte il MON 810, non potremo coltivare altri semi Ogm Monsanto, visto che Monsanto non chiederà più autorizzazioni. Però bada che il brevetto non c’entra nulla (il mais BT non si può coltivare - a parte il Mon 810 - non perché è brevettato, ma perché non è autorizzato)

  162. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Giuliano

    OGM bb fa finta di non capire perchè il modo come avviene la fecondazione nelle piante a fiore, la struttura del gametofito femminile e maschile e la doppia fecondazione gli è stato spiegato indirettamente, io l’ho spiegato a lanice ed ho dato anche delle percentuali di presenza di transgene.

    Lui ha un disco nel cervello, appena legge qualcosa che gli rompe il suo schema mentale fa finta di non capire perchè non vuole rinunciare a poter dire sempre le stesse cose come una litania.

  163. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    Alberto,

    allora vuoi dire che la pianta che nasce da un seme di riso che nell’embrione ha il transgene per la produzione di lattoferrina, non produce lattoferrina?

  164. LaniceNo Gravatar scrive:

    Luca Simonetti

    Sì ma non si potranno più coltivare neanche le altre varietà autorizzate, ho preso il bt ad esempio perché è alquanto contingente.

    Non chiederà più autorizzazioni: non ho capito se questo significa blocco delle esportazioni in Europa o se i paesi che hanno colture già autorizzate (Spagna) potranno continuare a riceverle.

    Esempio pratico: Fidenato potrà acquistare ancora MON810 da Monsanto?

    (la speranza è l’ultima a morire)

  165. Giuliano D'AgnoloNo Gravatar scrive:

    OGM bbl post 157
    Se cade un chicco di riso in terra non succede proprio nulla. I semi di riso sopravvivono nel terreno per poche settimane (da 2 a 8) dopo il raccolto.
    Nella pratica, il numero dei semi, che rimangono vitali nel terreno, è limitato dal fatto che, nei climi,adatti alla coltivazione del riso, i semi germinano in autunno e le pianticelle risultanti non resistono alle temperature invernali. Inoltre, molti semi sulla superficie del terreno saranno mangiati dagli uccelli ed altri animali o distrutti dall’attacco dei funghi.
    Sulla mancata sopravvivenza dei chicchi di riso dispersi nel terreno vi è una vasta letteratura scientifica che è stata propedeutica all’approvazione della coltivazione del riso transgenico da parte della Cina, area di origine del riso. Prima dell’approvazione la Cina ha misurato il misurabile ed ha dimostrato che non vi erano effetti sulle parentali selvatiche.

  166. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    Giuliano,

    grazie, veramente….la discussione più istruttiva che io abbia avuto fino ad ora nel blog……..senza alzare la voce, senza presupponenza e senza offese.

    Credo potremmo essere d’accordo su questa conclusione “il rischio di inquinamento genetico con il riso arricchito di lattoferrina esiste, ma è nella realtà remoto, se non addirittura impossibile (impossibile forse è un pò forte)”

  167. Luca SimonettiNo Gravatar scrive:

    Perché non si potranno più coltivare le varietà già autorizzate? Non ho capito. Non è questo che ha detto Monsanto.
    Monsanto ha solo detto che ritirerà le richieste di autorizzazione ancora pendenti, quindi non ancora approvate. Chi coltiva mais Ogm già autorizzato (quindi, in sostanza, il MON 810), come in Spagna, potrà continuare a farlo finché non scadrà l’autorizzazione. Anche Fidenato potrebbe, in teoria, ma adesso c’è il nuovissimo decreto dei tre ministri.

  168. LaniceNo Gravatar scrive:

    Luca Simonetti grazie, sono io che scrivo cose il cui senso è chiaro solo a me.
    Ok, quindi il fermo significa che non ci saranno nuove richieste di permessi, ma che le varietà che hanno già ottenuto detti permessi potranno essere coltivate nei paesi europei. Quindi che per quanto concerne Monsanto, il MON810 sarà venduto in Europa a chi lo chiede.

    Se l’Europa cambierà atteggiamento e sarà meno isterica, prima o poi la Monsanto potrebbe cambiare idea sulle richieste di autorizzazione.

    Decreto dei tre ministri: è retroattivo? Possono macellare il mais già seminato nonostante la sentenza del giudice che afferma che è legale?
    E comunque, io non ne capisco molto, ma la storia dei 18 mesi a me sembra un non volersi tagliare la via di fuga, tra 18 mesi (cioè in un periodo in cui non sarà comunque possibile seminare) secondo lei cosa faranno, una proroga?

  169. LaniceNo Gravatar scrive:

    Che significa 18 mesi, che senso ha, se non quello di procrastinare senza prendere decisioni effettive?

  170. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Lanice

    Le tre sorelle ed altri continuano a creare Eventi GM che sistematicamente brevettano.

    Te ne do una breve lista ( ma non è aggiornata): Resistenza alla piralide, Tolleranza a erbicidi (di vario genere: gliphosate, glufosinate d’ammonio, Imidazolinoninci), Insetti (diabrotica piralide), per Acetil CoA carbosilasi, amminoacidi aromatici, aumento della lisina (questi ultimi tre incidono sulla composizione della cariosside. Ma non è finita qui perchè poi si combinano i vari eventi assieme e si hanno piante pluriresistenti

    Questi poi devono essere inseriti in varietà vegetali di mais. Ecco che qui scatta obbligatoriamente il controllo dell’evento da un punto di vista ambientale e sanitario. Questo lo si deve fare sia in USA che in Europa e in tantissimi altri paesi ed il parere lo da un ente pubblico (EFSA in Europa) però sulla base di un dossier di prove che chi ha costruito l’evento e poi immessolo nel vegetale deve aver fatto e deve dichiarare di come ha fatto e dei risultati ottenuti. Questo dossier viene visionato da scienziati nominati dall’ente pubblico che verificano, criticano, chiedono approfondimenti ecc..

    Ammettiamo che dopo di ciò l’evento sia ammesso sia in USA che in Europa.

    In USA la varietà o le varietà che contengono quell’evento o eventi è subito coltivabile perchè non hanno il registro delle sementi. Tuttavia chi la semina deve pagare delle redevances al costitutore a causa del brevetto

    In Europa invece pur avendo ammesso l’evento come innocuo la varietà che lo contiene non è subito coltivabile perchè per esserlo la varietà deve essere iscritta al registro varietale europeo per tramite di un registro di un paese membro. Questa iscrizione consiste in una verifica di distinguibilità, omogeneità, stabilità della varietà vegetale e due anni di prove agronomiche per vedere se la varietà apporta un beneficio agronomico a chi la semina. Attenzione però che il vantaggi nel caso delle varietà OGM potrebbe essere duplici, im primis dato dall’evento GM poi dato dalle caratteristiche genetiche, cioè dei caratteri apportati da tutti gli altri geni della varietà . Facciamo il caso limite una varietà resiste ad un diserbo perchè OGM ma produce il 30% meno dei testimoni, in questo caso la varietà non è iscritta ed il giudizio non implica il fatto che sia OGM o meno. In Usa questo non capita perchè per loro è il mercato da subito che decide se la varietà avrà seguito o meno. Anche in Europa è così, cioè decide il mercato, però vi potrebbero essere varietà che vengono fermate prima di arrivare sul mercato.

    Quindi la valutazione dell’evento in Europa e la commercializzazione della varietà seguono due iter diversi:

    1° Se di un evento è dato il nulla osta questo apre la strada all’importazione senza ostacoli del prodotto che contiene l’OGM. Qui nessun veto nazionale può essere dato ed infatti noi possiamo importare derrate che contengono ben 30 eventi perchè tanti ne sono stati ammessi, Ma all’esame ve ne sono altri.

    2° si vuole che le varietà che contengono quell’evento ammesso siano seminabili in Europa? Allora occorre inscrivere la varietà nel catalogo comunitario.

    Infatti il MON 810 che è inserito in molte varietà è coltivabile liberamente in Spagna e se la Spagna decidesse di esportare tutta la sua produzione in Italia (ipoteticamente) non c’è barba di decreto che la possa fermare perchè si impedirebbe la libera circolazione delle merci autorizzate nell’UE. Ben inteso tutto il mais prodotto da piane OGM, fuori dall’UE è importabile nel territorio dell’UE come derrata senza che possa essere fermata a motivo di contenere il MON 810.

    Quello che ha fatto l’Italia e la Francia è di usare, distortamente a mio avviso e già una volta la giurisprudenza ha dato torto alla Francia, degli appigli contenuti nella legge sementiera ciòè verso la varietà e non verso il MON 810-evento ( qui hanno le mani legate sia l’Italia che la Francia.

    L’iscrizione nel registro delle sementi dell’UE dura 10 anni prolungabili, infatti la varietà di mais della Monsanto è stata iscritta nel 1998 e reiscritta nel 2009, quando scadranno i nuovi 10 anni la Monsanto la reiscriverà ancora credo, in quanto la Spagna lo pretende.

    Tuttavia qui entra in ballo la validità del brevetto che per questo evento credo sia in scadenza e quindi qualsiasi costitutore di varietà vegetali può estrarlo da una varietà che lo contiene e immetterlo nelle sue varietà e la Monsanto non può pretendere nulla.

    In un prossimo futuro anche altri eventi (ammessi in Europa) le cui varietà che li contengono non sono seminabili in Europa saranno in scadenza di brevetto, e quindi la Monsanto non li controllerà più e saranno liberamente usabili e andranno a costituire gran parte degli stock che si commerciano nel mondo.

    Cosa faremo noi che abbiamo scelto per la non lungimiranza di ministri incompetenti che importiamo già il 30% del nostro mais? Lo troveremo ancora OGM Free?

    Altro aspetto da non sottovalutare noi non abbiamo un’industria sementiera che ci fa varietà di mais, le prendiamo dalla Monsanto o dalla Pioneer o dalla Syngenta, ma questi dovendoci dare delle varietà non OGM non è che sceglieranno di darci le varietà isogeniche dei loro migliori mais resi OGM, anzi sceglieranno tra le varietà sorpassate ben sapendo che noi non possiamo fare tanto i difficili ( o mangiare quella minestra o saltare dalla finestra; ma ciò avrà come conseguenza di far diminuire la produzione di mais italiana (gli agricoltori non produrranno abbastanza e quelli che producono non godranno dell’apporto della genetica). IL nostro 20% di importazione ben presto salirà al 30% e anche più.

    La MOnsanto ha detto per giunta: “io non cercherò di iscrivere più nessuna varietà OGM contenete eventi ammessi nell’UE”. Arrangiatevi
    Quindi noi di innovazioni non ne vedremo più. Tuttavia continuerà a chiedere che gli eventi genetici nuovi siano valutati ed accettato in modo che chi li produce e gli paga le royalties sulle sementi possano liberamente esportare nell’UE.

    Questo è il quadro che ci si presenta ed il discorso varrà per la soia, varrà per lo zucchero perchè la canna da zucchero lo sarà prestissimo OGM, se non è già di strafuso (tanto sullo zucchero di tratti OGM non se ne possono trovare), lo sarà presto anche per il frumento ecc. ecc.

    P.S. La Commisione per uscire da questo impasse di proibizioni reciproche sugli OGM ha fatto questa proposta: Io come Commissione continuo a far valutare gli eventi GM che mi presentano ed ad ammetterli se è il caso mentre delego a voi la possibilità di proibirli o meno sul vostro territorio. Qui per capire la mossa occorre tenere presente gli accordi mondiali sul commercio. Se l’UE non sveltisce i NUlla Osta di accettazione degli eventi potrebbe essere denunciata in sede OMC (Organizzazione Mondiale del Commercio) per emissione di barriere protettive pretestuose e condannata a ritorsioni, mentre se lei approva e è lo stato singolo che lo nega sul suo territorio le barriere protettive pretestuose sarebbe da imputarsi al singolo stato e le ritorsioni si applicherebbero solo su quello Stato. Infatti la proposta è stato subito rifiutata da tutti gli Stati membri.

  171. LaniceNo Gravatar scrive:

    Grazie Alberto; io però sapevo che era in scadenza il brevetto per la soia RR, non per il mais bt; sbaglio?
    La sapevo la cosa delle varietà vecchie e superate che ci appiccicano.

    Domandine di rito:

    1) chi produce il golden rice?

    2) Questo: http://cera-gmc.org/index.php?action=gm_crop_database&mode=Synopsis
    E’ attendibile? In alternativa esiste un registro degli OGM attualmente in uso che sia completo?

  172. Luca SimonettiNo Gravatar scrive:

    Secondo me il decreto tri-ministeriale non è retroattivo e non può neanche esserlo (la legge dispone solo per l’avvenire, figuriamoci un decreto), ma qui si tratta di capire cosa partoriranno delle menti che di diritto non ne sanno granché, quindi stiamo a vedere!
    I 18 mesi sono un termine massimo, la scadenza vera del provvedimento sarà quando la Commissione risponderà alla mossa dell’Italia, cosa che potrebbe avvenire anche molto prima.
    Ma comunque lei ha ragione (ci vogliamo dare del tu?): dopo si dovranno inventare qualcos’altro, tanto la verità vera è che l’Italia non vuole coltivare gli Ogm, né domani né mai, a prescindere da quel che dice la Commissione, il WTO, la comunità scientifica eccetera (oggi persino i radicali apre che comincino a fare qualche distinguo…).

  173. Luca SimonettiNo Gravatar scrive:

    Secondo me il decreto tri-ministeriale non è retroattivo e non può neanche esserlo (la legge dispone solo per l’avvenire, figuriamoci un decreto), ma qui si tratta di capire cosa partoriranno delle menti che di diritto non ne sanno granché, quindi stiamo a vedere!
    I 18 mesi sono un termine massimo, la scadenza vera del provvedimento sarà quando la Commissione risponderà alla mossa dell’Italia, cosa che potrebbe avvenire anche molto prima.

  174. LaniceNo Gravatar scrive:

    E cosa possono partorire di utile a distruggere quel mais? E’ tutta lì la questione, quella su cui vorrei delucidazioni da un legale; è possibile che trovino un sistema? Contro le normative europee, contro un tribunale italiano, retroattivo rispetto al decreto.

    Prima o poi dovremo cedere, è inevitabile.

    Si ok passiamo al tu, credo di farcela :D

  175. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    lanice….cosa vuoi che facciano……useranno un pò di ROUNDUP

    http://compare.ebay.it/like/110793707088?ltyp=AllFixedPriceItemTypes

  176. Luca SimonettiNo Gravatar scrive:

    ma che ne so lanice? Questi se ne inventano talmente tante. A me non viene in mente nulla di valido, ma considera che possono inventarsene parecchie di invalide (che cioè prima o poi verranno annullate, ma intanto si applicano)

  177. LaniceNo Gravatar scrive:

    Quindi il concetto sarebbe: “ci inventiamo una cosa qualsiasi, a mezzo quella distruggiamo il mais, e quando risulterà invalida e ci beccheremo l’ennesima multa ormai il mais sarà distrutto”. Così?

    Se non avessi appena visto quello che è successo con quell’emendamento, francamente rifiuterei di crederci. Ma ok, speriamo di no.

  178. franco NulliNo Gravatar scrive:

    Vista l’irruenza di Lanice mi sono astenuto negli ultimi tempi e il Prof. portiere notturno OGM bb sarà stato felice :-)
    Ora faccio un piccolo intervento assolutamente no tecnico, ma solo di circostanza.

    Certo Lanice. Qualunque arma é lecita per il discredito. Non ci sono limiti per il discredito.
    Si può dire di tutto e di più, come alla RAI. I creduloni ci saranno sempre e “creduloneranno” sempre agli allarmismi a “Kmzero” e mai alla scienza (Galileo docet).
    Ma fino a prova contraria é la terra che gira attorno al sole…
    Grazie per la tua foga combattiva! io cominciavo ad essere stanco.
    Fra le tante tu, seppur modesta nei tuoi curricula, hai una gran voglia di capire e di farti spiegare quanto non capisci (poi mi spiegherai tutto quando ambedue saremo vecchi e se mai ci incontreremo…).
    Tanto di cappello; non desistere finché ne avrai la forza.
    Franco

  179. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Ho postato da Bressanini un intervento che credo possa interessare anche qui. Eccolo

    Linee direttrici di valutazione di una Piata Geneticamente Modificata

    Eco i punti che devono essere sondati e valutati nel considerare una PGM, e ciò sul solo aspetto della sicurezza sanitaria.

    1 – Informazioni relative alla modifica genetica apportata
    1.1 - descrizione dei metodi usati per eseguirla modifica genetica
    1.2 - Natura e origine del vettore usato
    1.3 – taglia e funzione attesa da ogni frammento di regione inseritta, origine
    Dell’organismo donatore
    2 - Infaqormazione relativa alla pianta geneticamente modificata (PGM)
    2.1 – descrizione del o dei caratteri e caratteristiche di ciò che si è introdotto o modificato
    2.2 informazioni relative alle sequenze inserite o tolte
    2.2.1 – taglia e struttura dell’inserto e metodo utilizzato per la sua caratterizzazione
    Compresa l’informazione sulle parti del vettore introdotto nelle PGM o su
    Tutto il DNA esogeno o portatore che resta nella pianta
    2.2.2 - in caso di delezione, taglia e funzione della regione asportata
    2.2.3 – numero di copie dell’inserto
    2.2.4 – localizzazione dell’inserto nella cellula vegetale ( se integrato nel
    Cromosoma, cloroplasto, mitocondrio o mantenuto in una forma non
    Integrata) e metodi di determinazione.
    2.3 - informazione relativa all’espressione del gene o dei geni inseriti
    2.4 - stabilità genetica dell’inserto e stabilità fenotipica della PGM
    2.5 – valutazione del rischio legato al gene inserito (capacità della PGM di trasferire
    Del materiale genetico ad altri organismi)
    3 – Valutazione dei rischi alimentari per l’uomo e l’animale
    3.1 – descrizione del prodotto ed utilizzazione prevista
    3.2 – origine dei prodotti di geni usati per fare la valutazione del rischio
    3.3 - valutazione delle modifiche potenziali nel metabolismo della PGM
    3.4 – valutazione della composizione nutrizionale e delle modifiche inattese (concentrazione
    In nutrienti, fattori antinutrizionali, sostanze tossiche)
    3.5 - valutazione della tossicità del prodotto di gene
    3.6 – valutazione della tolleranza sull’animale dell’alimento prodotto apartire dalla PGM
    Ossia test di alimentarietà realizzati su parecchi animali considerati
    3.7 – degradazione nel tubo digestivo
    3.8 – valutazione del potenziale allergenico.

    A questo bisogna aggiungere la lista dei controlli sull’impatto ambientale.

  180. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Lanice

    Nel tuo intervento 171 mi hai posto due domande:

    1° Chi produce il Golden rice
    La situazione è complessa perchè si trascina da anni:
    Nel 2005 Syngenta ha creato il primo Golden rice migliorato, sempre nel 2005 la fondazione Gates a finanziato studi (Beyer) per migliorare ancora il riso.

    Le scienziato svizzero POtrykus ha coordinato la possibilità di usare questo riso ricco in vitamina A a scopo umanitario, ma per fare ciò ha dovuto ricevere il permesso dell’uso gratuito di ben 70 brevetti. Questa specie di consorzio ha deciso di far coltivare il Golden rice senza pretendere royalties sul seme da tutti quei contadini che hanno un reddito minor di 10.000 dollari anno. Oltre il Golden rice diventa commerciale e chi lo usa paga delle royalties. Questo riso ha ricevuto molti freni da parte dei contrari agli OGM in quanto poteva diventare un grimaldello per l’introduzione degli OGM (greenpeace si è comportata da sciacallo). Anche la Vandana Shiwa non è stata da meno. Si pensa che sia seminabile nel 2014-2015.


    De link ti puoi fidare. Lo ha stilato una organizzazione che si occupa di controllo degli impatti ambientali degli OGM.

  181. Bestia BugblattaNo Gravatar scrive:

    La prossima mossa, già anticipata dalla Serracchiani e dall’assessore Bolzonello, è quella di stabilire delle regole di coesistenza molto ‘conservative’, tali da impedire di fatto la coltivazione di mon810 in tutto il fvg.
    http://www.regione.fvg.it/rafvg/giunta/dettaglio.act?dir=/rafvg/cms/RAFVG/Giunta/Bolzonello/comunicati/&id=44485&ass=C01&WT.ti=Ricerca%20comunicati%20stampa
    Bolzonello fa riferimento alla raccomandazione della commissione europea del 13 Luglio 2010, la frase sugli impollinatori è copiata pari pari.

  182. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Lanice

    Altra domanda che hai fatto è come si crea un OGM
    Esempio di pianta transgenica resistente agli insetti. Principali tappe

    1° estrazione del gene batterico
    2° in serzione del gene in un microcromosoma (plasmide) che permette la moltiplicazione e la selezione tra i batteri, poi trasferimento del gene ottenuto in grandi quantità nelle cellule di una pianta (cultura di cellule o dischi fogliari ecc.
    3° rigenerazione della pianta intera e selezione degli esemplari interessanti e con comportamento normale e che esprimono il carattere voluto che, esattamente come si è fatto per la creazione degli ibridi classici.
    4° Produzione su larga scala e preparazione del dossier di certificazione
    5° Ottenuta l’autorizzazione si passa alla produzione in vista della commercializzazione

    Forse ti può interessare anche questo.
    Dati sul polline di mais

    - Numero di granelli di polline per pianta 14 milioni
    - numero medio di piante di mais per ettaro 1 milione
    - granelli di polline in un ettaro 14 miliardi
    - Presenza di polline in funzione della distanza:

  183. Bestia BugblattaNo Gravatar scrive:

    …continua (mi è partito un click)
    nella raccomandazione si cita esplicitamente di “Misure atte ad escludere la coltivazione di OGM da vaste aree («zone senza OGM»)” e comunque di livelli di commistione inferiori allo 0,9% per tutelare ‘particolari tipi di produzioni’.
    Mi sembra di aver letto da qualche parte, non ricordo dove, che sottoporranno tali regole di coesistenza all’approvazione della commissione europea.
    Il fatto che si stiano muovendo su più fronti e con urgenza lascia presagire che le intenzioni dei ministri e della giunta fvg siano quelle di impedire la raccolta del mais da parte di Fidenato.
    Se il decreto e le norme di coesistenza non possono essere retroattive potrebbero trovare anche altre formule.
    Visto che la semina è avvenuta prima del decreto e delle regole di coesistenza, è ipotizzabile una confisca del mais con indennizzo?

  184. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Lanice

    Altra domanda che hai fatto è come si crea un OGM
    Esempio di pianta transgenica resistente agli insetti. Principali tappe

    1° estrazione del gene batterico
    2° in serzione del gene in un microcromosoma (plasmide) che permette la moltiplicazione e la selezione tra i batteri, poi trasferimento del gene ottenuto in grandi quantità nelle cellule di una pianta (cultura di cellule o dischi fogliari ecc.
    3° rigenerazione della pianta intera e selezione degli esemplari interessanti e con comportamento normale e che esprimono il carattere voluto che, esattamente come si è fatto per la creazione degli ibridi classici.
    4° Produzione su larga scala e preparazione del dossier di certificazione
    5° Ottenuta l’autorizzazione si passa alla produzione in vista della commercializzazione

    Forse ti può interessare anche questo.
    Dati sul polline di mais

    - Numero di granelli di polline per pianta 14 milioni
    - numero medio di piante di mais per ettaro 1 milione
    - granelli di polline in un ettaro 14 miliardi
    - Presenza di polline in funzione della distanza:
    a 10 km 1 granello su 100 mq
    a 100 km 1 granello ogni 1000 mq ( ma non è detto che siano viventi)
    - Nel caso della produzione di seme si riscontra che a 25 metri si ha già una purezza varietale del 99%
    - vivibiltà di un granello di polline nel corsi di una giornata
    del polline rilasciato alle ore 11 si ammette sia vivo al 100%, alle ore 14 ne è vivo solo il 20%, alle 17 il 10%, alle 20 lo 0%
    Presenza di polline transgenico in una parcella lontana parecchi km 2 per ogni 100.000 (ma non è detto che siano viventi)

  185. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    BB
    comunque le norme di coesistenza non devono essere esclusive e su questo la Commissione è stata chiara. Esse non possno andare oltre le misure degli esperimenti già fatti che sono 25 metri senza zona tampone e 10 metri con zona tampone. Se dovessero fissare regole più restrittive sono impugnabili. Ma a…. loro interessa guadagnare tempo quindi se ne fregano di essere ripresi e di fare brutta figura, non sono mica come un comune cittadino che se non rispetta le scadenze è subito sanzionato in modo indecente (vedi contravvenzioni)

  186. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    Alberto,

    ti ho già detto che sul mais Bt forse si esagera…….estremamente pericoloso è il problema delle piante farmaco, per le quali, al di là del profitto che possono dare, deve essere assicurata l’impossibilità di sfuggire dai laboratori….soprattutto se si tratta di piante alimentari.

  187. LaniceNo Gravatar scrive:

    Alberto: mi interessava per capire quanto tempo ci vuole da quando si ottiene un risultato valido in laboratorio a quando si può entrare in produzione commerciale.
    Nelle autologhe ci vuole più tempo, ma è più “facile” perché non è necessaria impollinazione (creazione di ibridi) giusto?
    Mi domandavo anche come si fa a controllare la fecondazione eterologa, ovvero come si feconda con polline GM per avere semi F1.
    Ho visto interi campi di mais con le pannocchiette incartate con l’alluminio, immagino sia per evitare fecondazioni indesiderate; ma anche quelle desiderate in quel modo; e scartandole si rischia che le piante si fecondino tra loro e non da quelle che vogliamo noi, no?

    Sai cosa mi è venuto in mente che mi piacerebbe sapere? Quali (almeno le principali) coltivazioni hanno fecondazione autologa. Il grano lo sapevo, la soia no; pure la Colza è autologa vero?
    Ce ne sono altre?
    Lo chiedo per capire quali si basano sugli F1 e quali sono linee pure, quindi riseminabili senza perdite importanti quali quelle che si hanno in F2 di ibridi, quindi che necessitino di una diversa gestione sia commerciale che colturale.

    OGMbb ci fai, ti è stato spiegato ieri perché il riso di cui si parlava non può essere fuori controllo, e mirabilia, ieri eri pure d’accordo.

    Franco Nulli: non è questione di creduloni qui, è questione di radere al suolo un seminato in modo legale (almeno ufficialmente e temporaneamente).
    Poi, cosa ti devo spiegare?
    Per la foga combattiva, tu mettimi a discutere con un omeopatico, un antivaccinista o peggio con un creazionista, allora vedrai il meglio di me :D
    Cerca su facebook lanice conchilega e guarda la mia copertina: quella è la mia forma maniacale peggiore (e lì sono abbastanza competente).
    Per il resto, stavo giusto pensando che è meglio se mi do una regolata; sono piombata qui dentro come uno tsunami e ho imperversato ovunque, se trovo chi mi dà corda non mi fermo più. Adesso vi divertite, alla millesima domanda cretina e buffa sparsa a caso non mi reggerete più, sarà il caso che io mi moderi, prima che sia troppo tardi.
    Roberto Defez è giusto scomparso, non vorrei che stesse arrivando qui a Verona per sopprimermi :D

    PS - questa cosa della contaminazione, nel caso del mais almeno io continuo a pensare che sia delirio, nonché una scusa per rompere le scatole; abbiamo visto altrove perché.

  188. Roberto MattioliNo Gravatar scrive:

    Scusatemi… Avrei una domanda…(tranquilla Lanice non voglio rubarti il primato!!! :-))

    Qualcuno di voi è a conoscienza della notizia che Frederic Vincente, portavoce del commissario europeo alla salute Tonio Borg, ha dichiarato che è sempre sul tavolo del Consiglio dei ministri Ue, ma bloccata politicamente, la proposta della Commissione europea di lasciare liberi gli Stati membri sulla decisione se coltivare o meno Ogm a livello nazionale, regionale o locale?
    Sembrerebbe che sia una proposta in cui crede il commissario Borg “che avrebbe l’intenzione di rilanciare al più presto questo dossier”.

    A suffragio di ciò, il portavoce ha paragonare la situazione attuale sugli Ogm a un “groviglio giuridico con Stati membri che hanno adottato clausole di salvaguardia su basi scientifiche che non sono solide”. Ha ricordato che i partner europei che hanno introdotto la clausola di salvaguardia sulle colture Ogm - di fatto il Mon 810 - sono Austria, Ungheria, Grecia, Francia, Germania, Lussemburgo, Bulgaria, Polonia. L’Italia ha varato un decreto ad hoc lo scorso 12 luglio

    Qualcuno di voi sa nulla di tutto questo?

  189. Roberto MattioliNo Gravatar scrive:

    Tempo fa trovai una proposta di legge della quale però non seppi più nulla…

    P7_TA(2011)0314
    Possibilità per gli Stati membri di limitare o vietare la coltivazione di OGM sul loro territorio ***I

  190. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    A mio parere questa “possibilità di lasciare agli stati membri la decisione se coltivare o meno OGM” è un cavallo di Troia, che determinerà nel lungo periodo l’introduzione degli OGM anche nei Paesi che non li vogliono.

    La considerazione è molto semplice:
    - l’Italia è contraria agli OGM e non li coltiva;
    - la Francia è favorevole e li coltiva;
    - gli allevatori italiani comprano i mangimi dai francesi, perchè quelli OGM costano meno;
    - gli agricoltori italiani si incazzano come i missili perchè non vendono i loro prodotti e chiedono, giustamente, la possibilità di coltivare OGM;

    CONCLUSIONE: premessa indispensabile a questa libertà è l’etichettatura dei derivati da OGM e poi si potranno lasciare gli Stati liberi di coltivare o meno OGM

  191. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Mattioli

    E’ vero e OGM bb ne ha compreso la portata. Infatti la proposta sarebbe:
    io Commissione do i nulla osta all’importazione e alla coltivazione dei tratti OGM senza avere il placet degli Stati Membri ( e sai quanti nulla osta darebbe, perchè il problema delle lungaggini sta tutto nell’approvazione di un numero qualificato di stati che approvano che non si raggiunge mai e quindi la parola passa di nuovo alla Commissione, ma questa deve mediare), mentre voi Stati avete la possibilità, sul vostro territorio, di proibire la coltivazione e l’importazione del tratto genetico che ho approvato.

    Non si tratta però di una proposta un stand bay , ma di un proposta rifiutata dagli Stati Membri, per quanto detto da OGM bb, ma anche perchè la Commissione è a rischio di denuncia d’infrazione per boicottaggio della libera circolazione delle merci approvando con troppa lentezza e pertanto con la proposta scaricherebbe la responsabilità sui vari Stati Membri, i quali diverrebbero oggetto di sanzioni e ritorsioni, Ti immagini un’Italia che è colpita sul vino, sulla pasta sui prosciutti e sui formaggi?

    Pertanto vi è malafede anche su questo versante da parte dei politici. Infatti a mio avviso vendono l’opposizione agli OGM come una tutela da pericoli da salute a da ambiente e il popolo non può che crederci, ma in realtà si tratta di una decisione eminentemente politica ed infatti tu assisti che qualsiasi politico che vada al ministero dell’agricoltura è contro, ma se è una decisione politica essa va discussa come tale e quindi occorre eliminare ogni balla che si è venduta all’opinione pubblica sul pericolo per la salute e l’ambiente e affrontare il problema far sapere quali rischi corriamo per assicurare la nostra alimentazione in futuro e per le nostre esportazioni (noi esportiamo prodotti fatti con buona parte di merci importate.

  192. roberto defezNo Gravatar scrive:

    Già vacilla il nostro totem francese. Ed ad ottobre si attende la definitiva bocciatura del provvedimento.
    Si capisce bene ora perchè il decreto aveva in partenza validità di 18 mesi ed era descritto come un primo passo (falso) dagli stessi ministri interessati.

  193. roberto defezNo Gravatar scrive:

    per chi volesse intervenire su altri blog:

    http://www.fermareildeclino.it/articolo/ogm-se-le-regole-valgono-solo-per-gli-altri

    http://www.beppegrillo.it/2013/07/passaparola_ogm_tolleranza_zero.html

  194. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Alla Di Girolamo interessava solo mettersi a 90° davanti alla Coldiretti che ha dato il nullaosta per crearla Minisitra. Il resto è optional.

    P.S. A scanso di equivoci quando dico “che si è messa a 90°” è nel senso di fare l’inchino di risconoscenza

  195. Roberto MattioliNo Gravatar scrive:

    “Passaparola - OGM: tolleranza zero - di Giuseppe Altieri”

    Un’idea folgorante……..

  196. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    ma quante balle ha scritto altieri?……….se sono questi i consulenti del Movimento 5 Stelle……. è un danno per tutti

  197. roberto defezNo Gravatar scrive:

    Altieri non è solo il consulente del M5S, è anche un consulente di SEL e sopratutto il principale consulente delle vecchie puntate di Report, quelle che vanno dal 1998 al 2004 almeno.

    Altieri si presenta come Prof. Altieri, Accademico.
    In realtà è professore in un istituto tecnico e l’accademia di cui è socio è fatta in casa

  198. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Un po’ di ossigeno!

    https://www.landesbioscience.com/journals/gmcrops/2013GMCED42.pdf

  199. A come agricolturaNo Gravatar scrive:

    Prof. Giuseppe Altieri, Agroecologo

    Docente Ordinario di Fitopatologia, Entomologia, Agricoltura Biologica, Agroecologia - Ist. Agrario Todi

    Studio AGERNOVA - Servizi Avanzati per l’Agroecologia e la Ricerca

    ACCADEMIA MEDITERRANEA PER L’AGROECOLOGIA E LA VITA (AMA la Vita)

  200. roberto defezNo Gravatar scrive:

    Splendido il link di Alberto al post 198.
    Notate che in UK devono indicare i mangimi sui prodotti finiti (Uova e pollame), cosa che qui non si vuol fare in nessun modo

  201. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    La Ministra Di Girolamo ha conosciuto i vandali come Fidenato (gli hanno svaligiato la casa). Solo che i vandali di Fidenato in un certo senso si sentivano autorizzati proprio dalla Di Girolamo.

  202. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Roberto

    La notizia l’aveva già anticipata Greenpeace una quindicina di giorni fa e mi pare di aver comunicato il link.

    Certo che mi viene da ridere.

    1° Una analoga decisione del consiglio di Stato francese è già stata aggirata una volta, ora, a meno che ai Consiglieri di Stato francesi non piaccia farsi prendere in giro, non potevano procrastinare la decisione a inizio marzo così non si dava il tempo alla politica di premunirsi , seppure con un’altra farsa?

    2° La Commissione di Bruxelles di fronte alla dimostrazione di dispregio ripetuto che ha dimostrato la Francia verso le direttive comunitarie da lei stessa acquisite e visto che anche l’Italia sta scimmiottando la Francia non solo nel comportamento ma anche nel usare documenti di nessuna base scientifica, non potrebbe fare finalmente una denuncia alla Corte di giustizia e chiedere una sanzione?

    Comportamenti di questo genere quale messaggio lanciano ai cittadini, se non quello che che il non rispetto delle leggi è prassi praticabile?

  203. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Didì, Vava e Pelè

    Leggetevi questo e fatelo leggere al Coldiretti, altro che Km 0.

    https://www.gov.uk/government/publications/uk-agricultural-technologies-strategy

  204. roberto defezNo Gravatar scrive:

    Col 1 agosto salmone va in vacanza, ma si possono sempre postare commenti qui nel caso ci fossero novità interessanti,
    buon agosto a tutti

  205. roberto defezNo Gravatar scrive:

    Qualcuno a sinistra comincia ad osare mettere in dubbio il ruolo di Slow Food come grande ideologia del terzo millennio
    http://www.corriere.it/politica/13_luglio_31/de-gregori-non-voto-piu-cazzullo_ae273fd8-f9a2-11e2-b6e7-d24d1d92eac2.shtml

  206. Roberto MattioliNo Gravatar scrive:

    Ogm: Oliverio (Pd), governo intervenga, estirpare mais Friuli…
    http://www.pordenoneoggi.it/notizie/ogm-oliverio-pd-governo-intervenga-estirpare-mais-friuli-009962

  207. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Roberto M

    Mentre in Francia non contenti degli obiettivi che hanno se ne procurano altri, se non è ideologia questa e antiscienza non so cosa dire

    http://sciencesetavenir.nouvelobs.com/nature-environnement/20130729.AFP0898/inquietudes-en-france-autour-du-developpement-d-ogm-caches.html

  208. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Al “trio Lescano” sopraraffigurato diciamo ecco ne nostre specialità non corrotte dagli OGM: Frumento poco, di cattiva qualità e prezzi in calo!!!

    http://www.informatoreagrario.it/ita/News/scheda.asp?ID=1660

  209. roberto defezNo Gravatar scrive:

    Oggi:
    http://www.google.com/url?q=http://www.agenparl.it/articoli/news/politica/20130731-green-peace-basta-farse-varare-subito-decreto-ogm-o-contaminazione-mon810-inevitabile&ct=ga&cd=MTYwNjUyNzA2MDk4MDkxNTYwNQ&cad=CAEYAA&usg=AFQjCNGNZSKlWz3VucBCuHnjn42Oj77y6w

    http://www.agi.it/food/notizie/201307300911-eco-rt10046-ogm_petrini_riaffermata_vocazione_italia_a_non_accettarli

    http://www.pordenoneoggi.it/notizie/ogm-oliverio-pd-governo-intervenga-estirpare-mais-friuli-009962

  210. Roberto MattioliNo Gravatar scrive:

    Ogm, Consiglio di Stato francese revoca bando su mais Monsanto…
    http://it.reuters.com/article/topNews/idITMIE97002X20130801

  211. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Vi ricordate quando a scuola dovevate studiare i teoremi di geometria?

    Si leggeva l’ipotesi, si studiava la tesi (era quella che il professore vi chiedeva di esporre) ed alla fine ed io avevo un professore che se non ci scrivevo ” c.v.d.” si arrabbiava se non dicevo le tre paroline fatidiche: come volevasi dimostrare, c.v.d, appunto.

    Ecco i Francesi e noi italiani a rimorchio, perchè non sappiamo fare altro, sono come il sottoscritto che allora non ne voleva sapere di studiare e che immancabilmente non riusciva a dimostrare mai nulla.

  212. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Consoliamoci, noi abbiamo Didì, Vavà e Pele, ma i francesi hanno Niccolai, vi ricordate quello che faceva solo autogol? Sentite le affermazioni di Stefan Le Foll, ministro dell’agricoltura francese, a proposito del fatto che il suo Consiglio di Stato ha tolto base giuridica alla Clausola di Salvaguardia richiesta

    “le Conseil d’Etat n’est pas le décideur, ce n’est pas lui qui dit si on peut ou pas interdire les OGM, il ne s’appuie que sur la base juridique pour dire si elle est valide ou pas».”

    COMMENTO: Loro quindi si appoggiano su una base non giuridica per interdire il MON 810 in quanto creano leggi senza le prerogative necessarie.

    Ma le chicche migliori si trovano qui questa:

    “nous ne sommes pas favorables aux OGM, notamment au MON810, qui est un maïs résistant aux herbicides, avait déclaré Le Foll. Il y a autre chose à faire, il existe des techniques aussi performantes, voire plus.»”

    COMMENTO

    1° il Mon 810 non è resistente ai diserbanti, ma è un mais Bt che produce una tossina che uccide le larve dei lepidtteri parassiti del mais e che per poterli uccidere altrimenti occorre irrorare dall’alto il mais con insetticidi non selettivi.

    2° Appunto, se è così sicuro che esistano tecniche più performanti per coltivare il mais in Francia rispetto al MON 810, si lascia la libertà agli agricoltore di scegliere quelle e non il mais OGM.

  213. A come agricolturaNo Gravatar scrive:

    http://www.ilsole24ore.com/art/impresa-e-territori/2013-08-01/francia-libera-consiglio-stato-161819.shtml?uuid=AbDXLTJI

  214. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    No! vedrete che in febbraio invocheranno un’altra clausola di salvaguardia, tanto mettersi sotto i tacchi il diritto comunitario non costa nulla.

  215. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    La reazione di parte mondo scientifico francese:

    http://www.marcel-kuntz-ogm.fr/article-decision-conseil-d-etat-2013-119348546.html

  216. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Una bella lettura anche per i Ministri

    http://www.truthabouttrade.org/2013/05/30/using-technology-to-reduce-our-farming-footprint-for-world-environment-day/

  217. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    Alberto,

    quante sono le aziende di 15.000 ettari in Italia? Credo zero! Non puoi confrontare un’agricoltura di piccole aziende (7-8 ettari) come quella italiana…………..con quella attuata in altri Paesi, specificamente orientata all’esportazione o alla produzione di mangimi.

    Non credo che l’AD della Ferrari Auto pensi minimamente di produrre Panda! La De Girolamo ha capito tutto subito……confondere la nostra agricoltura con quella globalizzata che utilizza gli OGM è una strategia perdente.

  218. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Sei il solito con il cervello a scompartimenti.

    Quante volte ti ho detto che la Monsanto certo non ha pensato ai 7 ettari dell’Italia quando ha fatto le prime PGM. Allora unisciti a noi a gridare che la cisgenesi o anche certe transgenesi deve essere praticata in Italia per risolvere i nostri problemi. Quando lo farai darò credito alla tua onestà intellettuale, fin quando invece fai i soliti ragionamenti cerchiobottisti non ti do nessun credito.

  219. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    metto in soccoccia altre 3 offese “leggere” (cervello a scompartimenti, intellettualmente disonesto, faccio ragionamenti cerchiobottisti).

    Alberto sei stato Tu a consigliare ai Ministri di leggersi il link dove si parla di una azienda di 15.000 ettari che ha avuto vantaggi economici con gli OGM…….e vorrei vedere che non fosse così……..io ho semplicemente fatto notare che si riferisce ad una realtà che da noi non esiste.

    Di cisgenesi ne parleremo quando ci saranno le piante.

  220. LaniceNo Gravatar scrive:

    Perché seminare a mais bt 10 ettari (ma anche 5) sarebbe in perdita?

  221. A come agricolturaNo Gravatar scrive:

    ci sarebbero troppe aree rifugio per i poveri insetti….

  222. LaniceNo Gravatar scrive:

    E’ vero, sarebbe un disastro.

  223. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    e pensare che forse in Italia le aree rifugio non sarebbero necessarie, poichè la piralide si mangia un sacco di altre piante coltivate (sorgo, colture orticole, in particolare il peperone, ornamentali da fiore, ecc.).

    MA VE LE DEVO DIRE IO QUESTE COSE!

  224. LaniceNo Gravatar scrive:

    Si faceva dello spirito eh.

  225. A come agricolturaNo Gravatar scrive:

    forse che il nostro apprezza solo quello di patate?

  226. Bestia BugblattaNo Gravatar scrive:

    Il decreto è stato pubblicato nella G.U. del 10/08
    http://www.gazzettaufficiale.it/atto/serie_generale/caricaDettaglioAtto/originario?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2013-08-10&atto.codiceRedazionale=13A06864&elenco30giorni=true

  227. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Certo che non solo i politici non valgono una calzetta bucata, ma pure gli organi di controllo giuridici non sono da meno. Non penso che non siano venuti a conoscenza che in Francia il Consiglio di Stato ha rigettato il dossier scientifico presentato a supporto della invocazione della clausola di salvaguardia, vale a dire lo stesso identico che noi abbiamo copiato per richiedere la nostra. Si vede che manca anche l’etica professionale di certa gente pagata con i nostri soldi, normalmente un professionista ci tiene a non farsi dare dell’incompetente nella sua professione. Invece qui diviene una nota di merito…..assegnata ad insindacabile giudizio dalla Coldiretti.

  228. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    ok,

    speriamo che adesso succeda qualcos’altro.

  229. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    OGM bb

    Ma noi sei andato in vacanza? Io almeno sono pagato per presidiare il blog!

  230. OGM, bb!No Gravatar scrive:

    io sono sempre in vacanza……adesso ho un sacco di clienti in hotel……però ogni tanto un’occhiatina a Salmone bisogna dargliela.

    Comunque vedo che la discussione è un pò moscia….fa troppo caldo……un bell’OGM potrebbe essere quello di fare piante resistenti alla siccità………con un elevato punto di appassimento. Non credo che questi OGM sarebbero osteggiati, si avrebbe un ampliamento delle aree produttive e una maggior sicurezza produttiva….hanno provato con il riso, ma perchè non lo fanno per il mais…….per il mais anche la resistenza al freddo potrebbe essere una “OGM buono”, quante volte abbiamo dovuto riseminare per una gelata tardiva.

  231. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Non disperare. Quando ci saranno brinderemo assieme.

  232. roberto defezNo Gravatar scrive:

    Qualcosa è successo già.
    Questo è il primo Governo che ha permesso la crescita di vari campi di mais Bt in varie regioni italiane. Il polline si è già sparso per l’intero Nord Italia e potremo finalmente preparare una polenta 100% OGM a chilometri zero.

    L’altra cosa che è avvenuta è che dal 2001 esisteva una legge penale che vietava la coltivazione di OGM in Italia, mentre ora siamo ancora in attesa delle eventuali sanzioni collegate al decreto tradotto dal francese.

    Comunque sto organizzando un network per denunciare il decreto del Governo in modo da farlo decadere come merita. Per chi volesse partecipare all’abbattimento del decreto tri-ministeriale dovrebbero bastare circa 50 euro a testa, cominciate a fare economie.

  233. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Roberto

    Hai visto ciò che ti ho mandato per mail al tuo indirizzo. Forse potrebbe servire a quanto vuoi fare sopra

  234. A come agricolturaNo Gravatar scrive:

    E’ stata fatta una petizione per condannare la recente distruzione dei campi sperimentali di Golden Rice nelle Filippine:
    http://chn.ge/143PyHo
    FIRMATE!

  235. A come agricolturaNo Gravatar scrive:

    L’Ufficio federale dell’ambiente svizzero ha autorizzato l’Università di Zurigo (UZH) a coltivare a titolo sperimentale in campo aperto una varietà di grano la cui resistenza all’oidio è stata migliorata tramite una modifica genetica…
    http://www.news.admin.ch/dokumentation/00002/00015/?lang=it&msg-id=49887

Lascia un tuo commento

Per allegare una vostra immagine a fianco ai commenti registrarsi al sito Gravatar. Quando inserite la mail in fase di commento, bisogna usare la stessa mail che avete usato per registravi al Gravatar

Nella categoria: News, OGM & Agricoltura italiana, OGM & Ambiente, OGM & Mais, OGM & Salute

Le rubriche di Salmone

Luca Simonetti

Slow Food. Cattivo, sporco e sbagliato

Petrini aggiorna il suo manifesto, “Buono, pulito e giusto”. Qualche…