Il Ministro dell’ambiente: OGM per contrastare il dissesto idrogeologico

13 Dic 2011
Post2PDF Versione PDF

Una nuova posizione da tecnico del Ministro del’Ambiente Corrado Clini in cui sostiene l’uso di biotech OGM come soluzione contro la problematica del dissesto idrogeologico.

2 commenti al post: “Il Ministro dell’ambiente: OGM per contrastare il dissesto idrogeologico”

  1. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Mi piacerebbe chiedere al Ministro Clini le seguenti due cose:

    1° Ha già individuato chi s’incaricherà di creare le PGM, ma soprattutto chi sborserà l’enormità di denaro che occorre per fare tutti i controlli previsti dal protocollo per poter immettere nell’ambiente una pianta geneticamente modificata?

    2° Si è già messo d’accordo con il ministro dell’Interno e della Difesa per organizzare i presidi di guardia al fine di impedire alle ORDE BARBARICHE dei “devastatori di coltivazioni” di fare tabula rasa di quanto messo a dimora?

  2. roberto defezNo Gravatar scrive:

    Alberto,
    per ora la questione non è all’ordine del giorno perchè nessuna varietà resistente ad erbicidi è ancora approvata per la coltivazione in Europa e sono solo quelle che con la pratica (che dovrebbe essere anche imposta e non solo permessa) del no-till potrebbero essere usate allo scopo. Passeranno decenni per l’approvazione, ma intanto i costoni franosi andranno giù come al solito.

Lascia un tuo commento

Per allegare una vostra immagine a fianco ai commenti registrarsi al sito Gravatar. Quando inserite la mail in fase di commento, bisogna usare la stessa mail che avete usato per registravi al Gravatar

Nella categoria: News, OGM & Ambiente, OGM & Politica

Le rubriche di Salmone

Luca Simonetti

Slow Food. Cattivo, sporco e sbagliato

Petrini aggiorna il suo manifesto, “Buono, pulito e giusto”. Qualche…