Processi agli ecoterroristi

15 Mar 2011
Post2PDF Versione PDF

Cominciano a fioccare i problemi per coloro che hanno invaso la sede di Agricoltori Federati e distrutto il campo di mais di Vivaro di Fidenato.

Vedremo se servirà a dissuaderli dal farlo di nuovo.

Leggi eco processo

3 commenti al post: “Processi agli ecoterroristi”

  1. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Perchè la stampa locale veneta non da conto anche delle lettere che sono arrivate da Bruxelles e che ribadiscno che non vi è nessuna legge in Italia che impedisca di seminare mais contenente il tratto MON 810 e che l’Italia non ha rispettato il dettato delle direttive comunitarie, le sole valide?

  2. franco nulliNo Gravatar scrive:

    Provoco…

    Al posto del deprecabile “10 100 1000 Nassiria” perchè non proviamo a lanciare un
    “10 100 1000 Vivaro”?

    …Fine provocazione

    La lettera indirizzata al “signor Ambasciatore” a firma della dott.ssa Paola Testori Coggi (direttore generale per la salute e i consumatori della DG Sanco, ovvero la persona responsabile della politica della Commissione Europea in materia di salute e sicurezza alimentare) pubblicata in un post di questo sito mi sembra che possa sostenere autorevolmente le tesi di chi, in Italia, vorrebbe poter liberamente “fare Impresa” anche con la libertà di seminare OGM come il resto del mondo.
    Stato italiano, svegliati! L’agricoltura é agonizzante e ha bisogno di nuova linfa per sopravvivere…

    Franco Nulli

  3. Leonardo FaccoNo Gravatar scrive:

    E’ vergognoso che debbano passare DEI MESI per decidere di processare persone che si sono macchiate di atti violenti e, soprattutto, che sono stati BECCATI IN FLAGRANZA DI REATO!!!!!!

Lascia un tuo commento

Per allegare una vostra immagine a fianco ai commenti registrarsi al sito Gravatar. Quando inserite la mail in fase di commento, bisogna usare la stessa mail che avete usato per registravi al Gravatar

Nella categoria: News, OGM & Aspetti legali

Le rubriche di Salmone

Luca Simonetti

Slow Food. Cattivo, sporco e sbagliato

Petrini aggiorna il suo manifesto, “Buono, pulito e giusto”. Qualche…