Quando i professori dovrebbero andare a scuola

11 Apr 2012
Post2PDF Versione PDF

Continuano le lezioni gratuite ai cattedratici e la dovizia di dettagli può servire a tanti anche perché la tesi dei solo 4 geni è l’unico argomento che il prof. Buiatti ripete da anni, evidentemente perché non ha altri argomenti:

http://fedebiotech.wordpress.com/2012/04/06/prof-marcello-buiatti-e-la-sicurezza-degli-ogm/

4 commenti al post: “Quando i professori dovrebbero andare a scuola”

  1. franco nulliNo Gravatar scrive:

    Che dire.
    Nulla più di quanto scritto…
    Non ho certo io la competenza per disquisire di argomenti tecnici relativi alla ricerca Genetica che un ing. non conosce a fondo.
    La logica però la ho ampiamente imparata, oltre che al liceo classico con Aristotele, anche con Scienza delle Costruzioni e il susseguente Tecnica delle Costruzioni; senza considerare Analisi Matematica 1 e 2 e Geometria… Non sarà la stessa cosa, ma…

    Franco

  2. VitangeloNo Gravatar scrive:

    Certo, il Prof. Buiatti non ha argomenti; ma sono in tanti ad ascoltarlo ancora. E su questi argomenti i politici prendono le loro decisioni avventate! Che tristezza a pensare a quanta ricerca abbiamo rinunciato e ai tanti risultati che ci avrebebro posto in pole position per l’innovazione in agricoltura!
    E questo è il Paese di Galilei, Leonardo, Volta, Marconi, Golgi, Lauria, Rubbia, Levi Moltalcini, Dulbecco,ecc.? No, è ormai solo il Paese di politici incompetenti e ladri che si battono come bestie ferite solo per salvare i loro privilegi e gli indecenti finanziamenti ai partiti.
    Quando ci sarà una classe politica che renderà onore ai tanti Ricercatori frustrati da politiche scelelrate e colleghi leccaculo?

  3. franco nulliNo Gravatar scrive:

    Caro Vitangelo

    MI aggancio alla tua ultima frase: Quando…
    Speravo che il Prof. Monti non essendo un politico potesse fare qualcosa.
    Non solo per il mondo della ricerca, ma per tutti noi…
    Speravo che da “tecnico” potesse svincolarsi dai lacci e lacciuoli dell’agone politica, ma ero un illuso.
    Al momento la ricerca rimane nella stessa palta, come nella palta rimaniamo tutti noi.
    Speravo di vedere una ventata di semplificazioni e agevolazioni, che sarebbero l’unico sistema di invogliare gli imprenditori (come i ricercatori), ma al momento non vedo nulla. Anzi, vedo un pesante inasprimento fiscale.
    Vedo solo maggiori tasse, maggiori accise, un’ IMU gravosa oltre che incerta nei tempi e nei modi e nulla, per il momento, che ci faccia intravedere uno spiraglio di speranza per il nostro futuro.
    Finanziamento ai partiti? Nulla di più semplice: creiamo un’Autority che sorveglia e vigila. Qualche milionata di Euro in più per finanziare l’ente corrotto che controlla i corrotti…
    Che ci vuoi fare, Vitangelo…
    Comunque qui, su Salmone, stiamo uniti e cerchiamo di creare una sorta di WWF dei principi, dei valori, del buonsenso, della logica.
    Quando tutto starà andando a catafascio almeno ci saremo conosciuti e potremo incontrarci e discutere su come ricostruire sulle macerie… (sempre che non saremo colonizzati dai cinesi, dagli arabi o dagli indiani…)

    Ciao Franco

  4. VitangeloNo Gravatar scrive:

    Caro Franco,
    sarebbe bello incontrarsi prima dello scatafascio finale e magari far capire a qualcuno che esistiamo anche noi e con chi la pensa come noi. Dovremmo pensarci, caro Roberto.
    Monti e Fornero li stimo moltissimo perchè vedo in loro persone serie e preparate che, in qualche modo, abbiano fatto il mio stesso percorso formativo magari facilitato dall’essere nati al Nord e non al Sud come me (dove si riaprono i termini di un concorso per piazzare l’amico facendolo passare per un grande scienziato e magari per emarginare un altro grande scienziato che non la pensa come il capo di turno!) Ma questo è un altro discorso.
    A loro si chiede di eliminare in poco tempo le incrostazioni di decenni, che negli ultimi anni si sono accumulate nella nostra società civile (..è un eufemismo, lo so!) tanto da diventare il comportamento normale e, per molti, non più negoziabile, come si suol dire in politica e nel sindacato (ed avrei detto tutto!). Ecco da dove vengono le levate di scudi ogni volta che si vuol mettere mani a dette incrostazioni: c’è sempre un politico o un sindacalista che va in televisione a dire che “quello” non si tocca, lanciando segnali alla relativa base come a dire “hai visto; quando ritorniamo continueremo” come se niente fosse successo! Perchè, secondo te, Alfano non vuol che si parli di riforma della giustizia dopo aver eliminato il reato di falso in bilancio e, per essere ancora più sicuro di vincere le elezioni, tolsero l’ICI che Prodi voleva “solo” ridurre per la prima casa, creando una voraggine nei conti pubblici degli enti locali, soprattutto, per la quale oggi siamo chiamamti a colmare? Perchè Bersani chiede di tassare i grandi patrimoni, come se in Italia ce ne fossero di così grandi da risolvere i problemi? Lo fa per accaparrarsi i voti dei rifondaroli o ex tali che con Vendola se la passano male, al momento in Puglia. Perchè, tornando al nostro settore, è tutto un fiorire di bio-energie, biologico e biodinamico (incuranti delle truffe) avallati da CIA, Coldiretti, radio, televisione, giornali e tutto l’armentario contro-OGM? E’ il medesimo segnale: quando torniamo noi si continua come se niente fosse! Come direbbe Cettolaqualunque “Induculu al Governo dei tecnici!” Ecco perchè continuo a stimare Monti e Fornero malgrado certi errori (per me voluti per non finire a casa subito!).
    A questo siamo caro Franco. E la certezza che i sacrifici di tutti, o quasi, per non far fallire la Nazione non servirà a niente. E’ un film già visto! Data la mia età ricordo le grandi manovre economiche della Troika Giolitti, La Malfa, Colombo del centro-sinistra degli anni settanta (del secolo scorso) e tutte le altre. Con il solito drammatico risultato: non siamo capaci (forse l’unica Nazione al Mondo) di non saper ridurre il debito pubblico di una lira (mica di un euro, 1936 volte di più!); anzi lo fa aumentare dando la colpa agli altri e …allo spread (un’altra parola oscura per i più ma comoda per chi specula, in ogni senso!).
    E’ dura accettare questa realtà; e lo è ancora di più per chi come te ha un’impresa dalla quale succhiare….anche per lanciare i messaggi di cui sopra! Lo dico da uomo di sinistra e…… da pensionato con la pensione di ordinario universitario che non ha tali problemi!

Lascia un tuo commento

Per allegare una vostra immagine a fianco ai commenti registrarsi al sito Gravatar. Quando inserite la mail in fase di commento, bisogna usare la stessa mail che avete usato per registravi al Gravatar

Nella categoria: News, OGM & Argomenti contro

Le rubriche di Salmone

Luca Simonetti

Slow Food. Cattivo, sporco e sbagliato

Petrini aggiorna il suo manifesto, “Buono, pulito e giusto”. Qualche…