La Regione Friuli Venezia Giulia contro i coltivatori

26 Gen 2011
Post2PDF Versione PDF

La bozza di legge regionale anti-OGM in Friuli riceve il mio significativo stop.

OGM:FIDENATO (AGRICOLTORI FEDERATI) CONTRO PROPOSTA LEGGE FVG PORDENONE
(ANSA) - PORDENONE, 26 GEN - “La proposta di legge regionale del Friuli Venezia Giulia sugli Ogm è in totale e palese contrasto con le vigenti norme europee in argomento”: lo afferma il presidente di Agricoltori Federati, Giorgio Fidenato. Il coltivatore, che la scorsa primavera aveva seminato provocatoriamente mais Ogm in due dei suoi poderi ad Arba e Vivaro, ha definito inoltre “singolare la procedura che viene adottata ai sensi della direttiva Ue, che prevedrebbe che prima si notifichi la proposta alla Commissione europea e poi, dopo le eventuali correzioni, si approvi. Nel Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia invece prima si approva e poi si notifica la legge emanata alla Commissione europea”. Secondo Fidenato “appare evidente che la volontà del legislatore regionale è quella di punire coloro che rivendicano la libertà di impresa per le proprie aziende agricole. Oltre a non rispettare la libertà di scelta degli individui e le loro legittime scelte imprenditoriali, opera in aperto disprezzo delle regole e delle norme europee”. A giudizio del presidente di Agricoltori Federati, si tratta di “provvedimenti legislativi dilatori in attesa di annunciate modifiche di direttive europee, forte della copertura legale - ha concluso - per eventuali azioni di responsabilità personale”. (ANSA).

4 commenti al post: “La Regione Friuli Venezia Giulia contro i coltivatori”

  1. SDEINo Gravatar scrive:

    @DIREZIONE SALMONE,
    mi permetto di segnalare che su questo POST ci SONO due errori “formali” ma anche “sostanziali”; con grande “dispiacere” dei friulanisti autonomisti NON esiste una Regione solo del FRIULI bensì la Regione Autonoma del FRIULI VENEZIA GIULIA, nel Consiglio Regionale del FVG ancora NON c’è stata NESSUNA approvazione di Leggi ne pro-OGM”transgenici” ne contro-OGM”transgenici” così è piaccia o NON piaccia a qualcuno !!!

    HASTA SIEMPRE

  2. adminNo Gravatar scrive:

    Lei ha ragione sul nome della regione nel titolo e abbiamo corretto. Grazie.

  3. SDEINo Gravatar scrive:

    @ADMIN,
    vi ringrazio per la correzione che vi rende così più credibili; se mi è concesso un parere come “collega” giornalista tecnico agricolo, il vostro titolo è “fuorviante” e direi anche molto “fazioso” perchè decisamente pro-OGM quello più giusto invece visto il contenuto della proposta di LEGGE che probabilmente NON conoscete E’:

    “La Regione Friuli Venezia Giulia contro i coltivatori OGM”transgenici”!!!

    HASTA SIEMPRE

  4. GiulioNo Gravatar scrive:

    A dire il vero la regione in questione è: Regione Autonoma Friuli-Venezia Giulia. La questione dell’autonomia di questa regione sta tutta nel trattino tra Friuli e Venegia Giulia, questione molto complessa. Comunque gli abitanti di quei posti si definiscono “friulani” o “giuliani”, non ho mai sentito nessuno definirsi “friulventetogiuliano”, quindi l’abbreviazione Regione Friuli è una consuetudine comune per evitare lunghi discorsi.
    E poi la questione non è sulle parole, ma sulla sostanza e la sostanza è che la classe politica di questa Regione vuole allinearsi con il pensiero politically correct imperante e come non bastassero le leggi nazionali vuol far vedere di essere più realista del re. Per gli agricoltori il guaio è che a sostenere questa ideologia è l’assessore all’agricoltura: un laureato in agraria, leghista come il suo esimio ex collega della Regione Veneto e già Ministro delle Risorse Agricole Zaia.

Lascia un tuo commento

Per allegare una vostra immagine a fianco ai commenti registrarsi al sito Gravatar. Quando inserite la mail in fase di commento, bisogna usare la stessa mail che avete usato per registravi al Gravatar

Nella categoria: News, OGM & Agricoltura italiana, OGM & Politica

Le rubriche di Salmone

Luca Simonetti

Slow Food. Cattivo, sporco e sbagliato

Petrini aggiorna il suo manifesto, “Buono, pulito e giusto”. Qualche…