La madre dei pesci-cannuccia è sempre incinta

28 Giu 2010
Post2PDF Versione PDF

La notizia del salmone OGM sembra confezionata ad arte per spiegare il nome di questo sito a coloro che non lo hanno mai letto prima. La storia è vecchia e neanche tanto appassionante:

http://www.repubblica.it/ambiente/2010/06/27/news/salmone_ogm-5187103/?ref=HREC2-4

Si tratta di far funzionare d’estate e d’inverno il gene della crescita dei salmoni in modo da far prima ad arrivare a commercializzarli.
Ma siccome la madre dei creduloni partorisce spesso (i pesci cannuccia sono quella particolare razza che abbocca all’amo anche in assenza dell’esca) e che senza un titolo il capo-redattore non ti consente di pubblicare un articolo su un giornale, qualcuno si deve inventare un possibile disastro ecologico, come ad esempio la scomparsa dei salmoni che risalgono i fiumi (o le banalità, come facciamo noi).
Se poi troviamo in rete lo studio di una Università statunitense che ci fornisce una buona ragione per allarmarci, l’ultima cosa che ci viene in mente è leggere il rapporto, ma la ultimissima è di accendendere il cervello prima di metterci a scivere qualcosa.

http://news.uns.purdue.edu/html4ever/2004/040223.Howard.transgenic.html

Ad esempio non pare interessante leggere che l’esperimernto pubblicato non è fatto con salmoni di 8-10 chili, ma col pesce giapponese medaka che forse pesa 8-10 grammi. Inutile anche dire che hanno messo una femmina in un acquario con un grande maschio GM ed un piccolo maschio normale, studiando poi la frequenza di accoppiamento. Nessun esperimento in natura. Nessuno che si sia chiesto cosa mangerà mai in natura un pesce che deve crescere anche nella stagione sbagliata, quando non ci sono prede. Nessuno che si chiede chi avrà la forza di risalire le cascate di un torrente per andare a fecondare le uova della femmina, tra un gigante dai piedi d’argilla con un metabolismo accellerato ed un salmone normale, ossia un campione d’atletica con un metabolismo perfetto. Scommetto mille euro contro uno che liberando mille salmoni a crescita rapida non se ne trova uno solo vivo dopo due anni. Insomma la solita bufala pseudo-ambientalista proposta sgomitando per trovare spazio tra la cronaca di una partita del campionato di calcio e un vertice politico.

Sono passati 8 anni dalla scomparsa di Giovanni Maria Pace e dopo tanti anni il rimpianto resta inalterato.

2 commenti al post: “La madre dei pesci-cannuccia è sempre incinta”

  1. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Quando ero bambino ed in stalla ci raccontavano le favole ci mettevano sempre dentro l’orco, la strega, il gigante cattivo ecc. ecc. Il perchè le favole dovessero essere inpostate in queto modo non l’ho mai capito, ma credevo che questo modo di far paura fosse limitato al mondo infantile, ma vedo che la cosa si perpetua anche con gli adulti: impaurire l’ignorante o quello che comunque vuol restare tale. Chi scive queste favole è però lo stesso che diceva che in Russia si consolidavano i fondi stradali con il frumento che i kolkoz producevano oltre misura. Frumento tra l’altro prodotto con le metodologie gnetiche di Lissenko, cioè con il frumento da lui reso perenne e raccoglibile ogni anno senza seminarlo più. Nel frattempo però quella società facevano morire di fame Vavilov nelle prigioni staliniane. Questi pseudogiornalisti di fronte all’imbroglio sovietico hanno pensato bene di stendere un velo di silenzio sulle balle raccontate (ma quale autocritica!!!) e sono passati a raccontarne altre sul mondo non comunista che hanno dovuto “obtorto collo” ingoiare, ma evidentemente mai digerito.

  2. bacillusNo Gravatar scrive:

    Ciao Alberto. Ti leggo da qualche tempo su questi quattro siti che la Provvidenza ci ha donato e che ci ha permesso di dire qualcosa, a noi, che qualche imbecille ci definisce “ogiemmisti”, ma che invece siamo solo gente che ama l’agricoltura.
    Tu hai mestiere, competenza ed esperienza… raramente mi è capitato di dissentire dalle tue posizioni (poi, pensandoci, avevi sempre ragione tu, ovviamente). Apprezzo la tua sagacia e la tua capacità di prospezione storica… ebbene, dopo questa sperticata lode, se hai voglia, contattami direttamente all’indirizzo

    bacillus.oenophilus@gmail.com

    Nessuna esigenza particolare. Solo il bisogno di discorso diretto con gente di valore…

    Grazie a Salmone per questa opportunità di dialogo…

Lascia un tuo commento

Per allegare una vostra immagine a fianco ai commenti registrarsi al sito Gravatar. Quando inserite la mail in fase di commento, bisogna usare la stessa mail che avete usato per registravi al Gravatar

Nella categoria: News, OGM & Ambiente

Le rubriche di Salmone

Luca Simonetti

Slow Food. Cattivo, sporco e sbagliato

Petrini aggiorna il suo manifesto, “Buono, pulito e giusto”. Qualche…