Sedici condanne

10 Giu 2014
Post2PDF Versione PDF

AGGIORNATO AL 13 Giugno 2014

manette_2696Questa volta gli e’ andata fin troppo bene perché’ era la prima volta che si piantava mais OGM ed il terreno non era recintato come una vera proprietà’ privata, ma le volte successive questo e’ successo. Le condanne appaiono lievi, ma ai 120 euro di multa vanno aggiunti i costi per i vari legali coinvolti e li la cifra si comincia a fare salata. No finisce qui poi. Ci sono ancora altre tranches di processi tra cui quello ai signori che hanno malmenato Fidenato presso la sua agenzia di Agricoltori Federati. E le recidive sono anche più salate.
Intanto chi ha i soldi per fare i comunicati stampa canta vittoria, ma la verità’ e’ che il rinvio per analizzare nel merito a dicembre il ricorso di Fidenato vuole anche dire che obbiettare contro le tesi del TAR non e’ insensato, poi vedremo il merito del ricorso a dicembre.
Leggi da Il Corriere della Sera e il Messaggero

3 commenti al post: “Sedici condanne”

  1. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Se questa non è giustizia parziale, non so più che concetto avere di giustizia. Uno ruba una mela perchè ha fame e se scatta la denuncia non c’è verso di mantenergli pulita la fedina penale, se uno va nel campo di un altro e distrugge una pianta (legalmente seminata in base alle leggi vigenti allora) che era destinata a dare pannocchia, ma non la darà allora il reato è diverso. Mi piace molto la distinzione!!!!

    Attenzione l’attenuante della fame non vince neppure di fronte ad un reato che comporta il farsi giustizia da soli.

    Roberto vedrai che questi applicheranno la giustizia proletaria che dice che l’attività legale è furto contro la società. Ammesso e non concesso che questi legali non siano pagati da chi poi ne trarrà i benefici facendo la cresta sui prezzi dei cibi OGM free.

  2. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Volevate una riprova che una certa giustizia è favorente la reiterazione del reato? Chiedetelo a Fidenato.

    ogm friuli.jpg (leggete il cartelo di 4 giorni fa)

    Il cartello è un segnale inequivocabile che questa gente vandalica si sente il il braccio operativo di giudici ideologizzati, anzi si rivolge poi al braccio politico invitandoli a completare l’opera. Il cartello lasciato nel campo di Fidenato dice: “Serracchiani e Bolzonello ora continuate voi”.

    AGRICOLTORI SVEGLIA, VEDRETE CHE PER QUESTA GENTE QUALSIASI INNOVAZIONE IN AGRICOLTURA DIVENTERA’ UN OGM E SI SENTIRANNO AUTORIZZATI A DISTRUGGERE LA VOSTRA COLTIVAZIONE. CONTINUATE PURE A FARE I PECORONI E VEDRETE DOVE FINIRETE.

  3. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Roberto

    A proposito del tuo aggiornamento. Non dimenticate che il consiglio costituzionale francese, a proposito del ricorso fatto dalla FNSEA contro il predente parere del Consiglio di Stato d’Oltralpe, ha solo detto non è materia sua , ma della Corte di Giustizia Europea il decidere se un paese può legiferare contro una direttiva comunitaria e quindi vi è da attendere questa sentenza. Io credo che il consiglio di Stato italiano rimandando la cosa abbia usato la stessa tattica. Di queste situazioni ne vivremo a iosa e penso che alla fine le PGM saranno liberalizzate facendo venire la bile ai contrari. E’ solo questione di tempo. Io forse mi ci farò una risata nella tomba.

Lascia un tuo commento

Per allegare una vostra immagine a fianco ai commenti registrarsi al sito Gravatar. Quando inserite la mail in fase di commento, bisogna usare la stessa mail che avete usato per registravi al Gravatar

Nella categoria: News, OGM & Aspetti legali, OGM & Coesistenza

Le rubriche di Salmone

Luca Simonetti

Slow Food. Cattivo, sporco e sbagliato

Petrini aggiorna il suo manifesto, “Buono, pulito e giusto”. Qualche…