Firmiamo perché Seralini mostri i suoi dati [Aggiornamento]

26 Set 2012
Post2PDF Versione PDF

La richiesta è che Seralini fornisca all’EFSA i suoi dati veri perché siano valutati. Ad esempio ci spieghi quale mais di controllo ha usato, quale dieta, quali tumori ha trovato nei controlli, etc. Firmate ol line la petizione che ci arriva dell’EPSO, l’organizzazione europea della scienza delle piante.

FIRMA LA PETIZIONE: Dr. Seralini ci mostri di dati relativi al suo studio sul mais bt

Le Monde comincia a smontare l’articolo di Seralini

The Petition

To: Dr. Giles Éric Séralini
From: The undersigned members of the scientific community
Re: Your paper in Food and Chemical Toxicology, 2012

Your recent paper in Food and Chemical Toxicology has elicited unprecedented levels of interest around the world. Yet, invoking lack of space, much of the data were not published.

Accordingly, we the undersigned members of the scientific community, invoke the following clause from Elsevier (http://www.elsevier.com/wps/find/authorsview.authors/rights):

Data access and retention
Authors may be asked to provide the raw data in connection with a paper for editorial review, and should be prepared to provide public access to such data (consistent with the ALPSP-STM Statement on Data and Databases), if practicable, and should in any event be prepared to retain such data for a reasonable time after publication.

and urge you to make every effort to release all the data. Given the attention and implications of your work, we appeal that you make every effort to make such a release practicable as soon as possible. Only a full disclosure of the data can quell any uncertainties over the results you published.

38 commenti al post: “Firmiamo perché Seralini mostri i suoi dati [Aggiornamento]”

  1. Enrico MarsiliNo Gravatar scrive:

    L`articolo di Seralini e` molto confuso, il design sperimentale non convince, etc. I dubbi sono noti. Richiedere i dati originali e` il minimo, vista l` assurda generalita` del claim (gli OGM causano il cancro) e della richiesta (ritiriamo tutti gli OGM, o quasi).

  2. Luca SimonettiNo Gravatar scrive:

    Non essendo uno scienziato, non posso firmarla!

  3. roberto defezNo Gravatar scrive:

    Caro Luca,
    devi firmarlo proprio perchè non sei unop scienziato, qui si chiede solo che i dati reali siano forniti alla più alta agenzia di valutazione Europea, non si dice che li vogliamo valutare noi, quindi firma.

  4. roberto defezNo Gravatar scrive:

    Una notizia di servizio.

    Grazie a noi tutti in questo istante se cercate la parola OGM su Google salmone.org è la seconda e terza voce, un risultato impressionante visti i mezzi che abbiamo.

    Bravi tutti.

  5. marco.pastiNo Gravatar scrive:

    Roberto,
    a che petizione ti riferisci? Perchè veramente il link qui sopra apre una pagina in cui i sottoscrittori rappresentanti del mondo scentifico, in base ad una clausola dell’editore, chiedono di render pubblici i dati grezzi della sperimentazione e non che questi dati vengano dati all’EFSA. Per cui sembra una petizione riservata agli scienziati.
    Marco Pasti

  6. roberto defezNo Gravatar scrive:

    Ottimo pezzo di Nature sul dibattito OGM e Seralini

    http://www.nature.com/news/poison-postures-1.11478

  7. FrancescoPDNo Gravatar scrive:

    Ottimo che “Le Monde” si faccia almeno qualche domanda su Seralini su chi è e come ha fatto la ricerca, questo immagino non solo per diritto di cronaca, ma per dovere di informazione e di inchiesta.
    Mai che un media italiano faccia la stessa cosa, pubblicano gli articoli senza un minimo di critica, e poi ci chiediamo perchè la gente comune della strada quando si parla di questi argomenti nella migliore delle ipotesi spara solo fesserie per sentito dire.

  8. roberto defezNo Gravatar scrive:

    Caro Francesco PD,
    cercherò domattina di fare quello che chiedi. Sono alle 11 su Rai Radio 3 Scienza e con me parlerà della vicenda Seralini anche Manuela Malatesta, coautrice dell’articolo di Seralini. Ecco io cercherò di chiedermi chi è lei veramente…….

    ciao roberto

  9. franco nulliNo Gravatar scrive:

    Saremo tutti idealmente con te!
    Pochi concetti chiari e concisi. So che ne sei capace!
    Non entrare troppo nei dettagli scientifici perché pochi capirebbero.
    Cerca di far capire che la ricerca, quando é seria, mette sempre in discussione se stessa con il contraddittorio, la verifica, la discussione, il controllo incrociato di ricerche differenti…
    Se possibile e ti rimane il tempo spiega che gli “OGM pro” non sono assassini, perché in quel caso sarebbero suicidi…
    Non sosteniamo con tanto vigore una tesi che ci porterebbe all’autodistruzione; e non siamo tutti ignoranti e inetti!
    Buon lavoro!

    Franco

  10. roberto defezNo Gravatar scrive:

    La Malatesta ha rinunciato al confronto………….

  11. roberto defezNo Gravatar scrive:

    Anche la Treccani scrive di OGM e scandali nell’editoria

    http://www.treccani.it/magazine/piazza_enciclopedia_magazine/scienze/OGM_tra_veleni_e_manipolazioni.html?utm_source=newsletter&utm_medium=email&utm_campaign=pem

  12. bacillusNo Gravatar scrive:

    Bravissimo Prof.! Più chiaro di così non si poteva. Pur affrontando aspetti tecnici dello studio, tutto era comprensibilissimo e perfettamente logico. Bella anche la presa di posizione politica: senza paura, discorso chiaro e netto.
    Defez è il prototipo di scienziato che si mette veramente al servizio della comunità. Un esempio a cui rivolgiamo tanto di cappello. E che ringraziamo di cuore.

  13. FrancescoPDNo Gravatar scrive:

    Ottimo ! ho sentito l’intervista in podcast, ottimo, chiaro ed efficace.
    Evidentemente la collaboratrice di seralini non si sentiva all’altezza,… per loro meglio fare terrorismo via stampa e senza contraddittorio.
    Complimenti professore, l’Italia ha bisogno di scienziati capaci e liberi come Lei.

  14. Maria Antonietta Farina CoscioniNo Gravatar scrive:

    ho appena firmato la petizione. grazie Roberto.
    Ci vediamo al Congresso della Associazione Luca Coscioni a Milano il 6 ottobre.

  15. roberto defezNo Gravatar scrive:

    Per chi volesse risentire la puntata di venerdì 28 a Radio 3 Scienza

    Radio3Scienza.
    Questa è la pagina del nostro sito dedicata alla puntata in questione, con l’indicazione degli Ospiti e del tema affrontato:

    http://www.radio3.rai.it/dl/radio3/programmi/puntata/ContentItem-6f4e6425-087a-4982-b7af-21a8f2118d5f.html

    Allo stesso link può riascoltare la trasmissione in streaming. Si può anche scaricare il file audio alla pagina:
    http://www.radio3.rai.it/dl/radio3/programmi/PublishingBlock-aaee447d-8a68-46e9-b13f-43525399e0d8-podcast.html
    Il link al podcast della puntata di oggi dal titolo rimarrà attivo per i prossimi dieci giorni.
    Cordiali saluti.

    Paolo Conte
    Redazione di Radio3cienza

  16. roberto defezNo Gravatar scrive:

    Il Salvagente ha pubblicato oggi la lettera di Sergio Salvie a commento dell’articolo su Seralini che avevano pubbicato.
    Il testo della lettera lo potete trovare su:

    http://www.fidaf.it/index.php/news-dall-italia/lettera-di-sergio-salvi-a-il-salvagente

  17. Sergio SalviNo Gravatar scrive:

    Solo per precisare che quella che trovate sul sito della FIDAF è la versione integrale della mia lettera.
    Su Il Salvagente trovate una versione ridotta (credo per motivi di spazio) che appare “edulcorata” rispetto all’originale. Sulla risposta del direttore ci sarebbe di che replicare…

    Sergio Salvi

  18. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Invece di edulcorare la risposta il Direttore avrebbe dovuto documentarsi e sarebbe venuto a sapere che il Seralini di fronte alla medesima contestazione sull’esiguo numero di ratti usati avrebbe “angelicamente” risposto: Ma noi non volevamo verificare la concerogenicità, bensì la tossicità”. Ne avete abbastanza per giudicare la serietà del lavoro e la volontà di farlo passare “ad usum populi” (mi scuso del latino maccheronico) per pubblicità data circa l’insorgenza dei tumori.

  19. roberto defezNo Gravatar scrive:

    LEFSA afferma nel suo primo report rapido che i dati di Seralini sono insufficienti per essere valutati come scientificamente sensati.
    Segue una lista di obiezioni che in grandissima parte ricalca le critiche fatte anche da me in tanti articoli ed interviste. Ora dovrebbero seguire i commenti e le scuse di guitti, pesci che abboccano all’amo senza esca, dilettanti allo sbaraglio e maestri dell’informazione strillata. Lo escludo.

    http://www.efsa.europa.eu/en/press/news/121004.htm

  20. franco nulliNo Gravatar scrive:

    E se anche le scuse arrivassero, lo scopo dello “sccop” é stato raggiunto.
    Tutto il mondo che si nutre di media disinformati e talvolta in malafede ha recepito il messaggio che OGM = cancro.
    Con buona pace della Scienza.

    Franco

  21. PieroNo Gravatar scrive:

    scrivo qui perchè non trovo più il post originale
    Serra oggi sul Venerdì pubblica due lettere che hanno oggetto la sua amaca di giorni fa
    anche qui la risposta meriterebbe una controrisposta, ma così va il mondo…

  22. Vitangelo MagnificoNo Gravatar scrive:

    “Non demonizzo il transgenico ma resto convinto che servano limiti. Peccato che l’acqua calda l’abbaino già scoperta”! Che pena questi progressisti.
    @Piero
    a questo punto non conviene neanche perdere tempo con controrisposte! Tanto si sa che il pacchetto seme GM e diserbante è una truffa premeditata ai danni dell’agricoltore e non una garanzia d’impiego corretto; meglio la zappa per l’agricoltore che….. la bomba atomica!! Gli OGM fanno crescere una sola specie; è la sintesi della lezione di Vandana Shiva: i semi tradizionali si difendono da soli contro i parassiti e, quindi, anche contro le erbacee!!! Gli OGM creano un trauma definitivo all’ambiente; bella anche l’immagine del broccolo con la bandierina della ditta sementiera! E’ un’idea per la Monsanto, che potrà vendere le bandierine con i semi GM e l’erbicida! Bella quella delle ancelle (gli scenziati) del profitto privato. Non sono più sul libro paga delle multinazionali!!! Deo gratias!!
    Un’altra meravigliosa scusa per non andare a votare neanche questa volta. Hurra!

  23. LinoNo Gravatar scrive:

    @ dott. Magnifico
    se permette … grande errore non andare a votare e se non è andato anche in passato
    mi spiace molto .
    Gente come lei dovrebbe non solo andare a votare ma anche candidarsi .
    Ci pensi .
    Forse non siamo in tanti ma avrebbe i nostri voti .
    Siamo una minoranza ma abbiamo diritto di essere rappresentati .

    Lino.

  24. franco nulliNo Gravatar scrive:

    @Vitangelo
    Non mi aspettavo da “Vitangelo” un atteggiamento così rinunciatario.
    Vota Vitangelo! Non so cosa dirti di votare (ma ci penserai da solo sicuramente senza necessità del mio aiuto…), ma vota!
    E anzi, come consiglia Lino, candidati.
    Ti voglio come Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali!
    Sono pronto a scommettere su me stesso che faresti una grande figura!, visti anche gli ultimi precedenti…

    Franco

  25. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Franco

    Lo vedi Vitangelo con un Direttore generale come Catania? Non ha ucciso nessuno per meritare una simile condanna?

  26. PieroNo Gravatar scrive:

    Vitangelo non ha bisogno di difensori,ma a me pare evidente l’intento di provocare (in senso buono!)
    Piuttosto mi soffermerei sul fatto che uno come Serra, cui non manca sicuramente acume, ai appiattisca su luoghi comuni triti e ritriti. Ma forse la sua fonte è Petrini. (segnalo invece la firma di Elena Dusi che mi sembra di ben altra stoffa -anche se forse un po’ condizionata dell’ambiente di Repubblica-)
    D’altronde tempo fa Telmo Pievani terminò una sua conferenza “implorando” i pro ogm di smettere di essere così boriosi e antipaticamente assolutisti, perchè così avrebbe provocato simpatie pro Capanna anche in gente come lui medesimo!
    Insomma, girala come vuoi, la colpa è sempre nostra.
    Che abbiano ragione?

  27. LinoNo Gravatar scrive:

    …perchè comprate ancora Repubblica ? :-)

    ci sono tante belle letture …

    a me piace di piu’ leggere la rubrica ” Il Microscopio ” sul Piccolo di Trieste
    a firma del prof. Giacca ….

    buon week end a tutti …

    stamattina è uscito anche il numero di ottobre di Karpos …con ottimi articoli su carne , latte , olio e mele.

  28. Vitangelo MagnificoNo Gravatar scrive:

    A questo punto vi devo delle risposte! E lo faccio partendo dall’ultimo post.
    @ Lino
    Ho comprato e ho dato uno sguardo a Karpòs appena uscito. Davvero un gran bel numero. E’ un piacere farne parte sia nel comitato scientifico che come autore. Nel prossimo numero dovrebbe esserci un mio articolo sui finocchi (gli ortaggi, ovviamente!).
    Leggevo la Repubblica dal primo numero più un altro paio di quotidiani (soprattutto quando dirigevo un Istituto di ricerca essere aggiornato lo ritenenvo un obbligo, che pagavo di tasca mia, ovviamente). Mi sentii tradito quando lessi, in un articolo anonimo dell’edizione campana, che ero indagato con un’altra sfilza di banditi! E io non ne sapevo ancora niente; sarei stato informato dopo qualche settimana! E nessuno della redazione sentì il dovere di chiamarmi. Eppure mi conoscevano. Alla faccia del garantismo e di tutte le prediche sull’uso spregiudicato del segreto istruttorio del medesimo giornale. Vabbè, pensai, sono tutti uguali, Scalfari o non Scalfari (che continuo a leggere). Ogni volta che l’acquisto penso a quel giorno; e per non pensarci spesso, non l’acquisto più di due volte alla settimana. Raramente quando scrive Petrini, però.

    @ a tutti
    Non voto più da quando cadde il primo Governo Prodi; anche perchè avevo previsto che i sinistri avrebbero concesso il bis e……. si preparano al ter, con l’aria che tira. Se votassi sarei un utile idiota: come gli anarchici di una volta ho preso mazzate da destra e da sinistra e certamente la mia parte politica non è stata la più clemente, visto che vado ancora a Salerno per difendermi in tribunale per aver dato di più, molto di più, e credetemi non è presunzione, e non aver ceduto a bassi compromessi con politici di bassissima lega ( la Lega nord non c’entra). Non voto e forse non voterò più per non commettere l’errore di premiare, anche involontariamente, chi non merita la mia fiducia. Ne ho data già molta in 50 anni; ora basta, anche a pensare alla legge elettorale che premia solo chi vogliono loro. Dimostrassero di meritare il mio voto e poi si vedrà.
    Non ho mai considerato tra i miei impegni quello di semplice consigliere comunale. Ho sempre considerato il mio compito quello di essere a disposizione di tutti, dall’estrema destra all’estrema sinistra, perchè i soldi del mio stipendio di ricercatore pubblico venivano da tutti, senza distinzione alcuna. Quando ero a Salerno mettevo a disposizione di tutti l’Istituto per incontri anche al di fuori della discussione su temi prettamente agricoli. Era una delle poche sale riunioni nel circondario ed era giusto metterla a disposizione della collettività. Ma non ho trovato difensori fra i politici anche dal solo lato morale. Ad un leader Maximo raccomandai l’Istituto che poteva essere travolto, come è successo, dall’aggressione alla mia persona, tanto al magistrato ci pensava il mio avvocato: La sua risposta fu, tramite un componente della sua segreteria, “Non ho tempo per queste sciocchezze”. Allora capii che la decisione di non votare più diventava definitiva.
    Ora si aggiunge l’età: a fine anno saranno 68 anni; quindi, largo ai giovani. L’ho sempre creduto. E poi, vi immaginante lo strazio di doversi confrontare con certi ceffi che girano in politica o partecipare a sterili riunioni! Meglio stare fra amici o leggere un libro e ascoltare buona misica.
    Cari amici, non è un errore non votare, solo così possono percepire e rovare tutto il disprezzo nei loro confronti. Ad un politico gli puoi uccidere la madre, violentare la figlia, non reaggirà come quando gli neghi il voto! Lo so esagero; ma non troppo!!
    Quindi, alle prossime elezioni trovatevi un altro candidato con la speranza di aver un buon Ministro dell’Agricoltura con il nuovo Governo. E’ da tanto che ci manca! Ma non mi farei soverchie illusioni!!!!!

  29. LinoNo Gravatar scrive:

    Dott. Magnifico ,
    Nel ringraziarLa per la risposta circa il non voto che percepisco come un atto definitivo e non come una momentanea reazione Ad uno stato d’ animo , non insisto .
    Mi rallegro per il suo impegno nel Comitato scientifico di Karpos che seguo fin dal primo numero !
    Vorrà dire che La seguirò sulla rivista e qui . Quanto al prossimo Ministro dell’ agricoltura ho come l ‘ impressione che sara’ di nuovo il turno di De Castro , un usato sicuro …. Visto che il termine va’ di moda in questo periodo .
    A presto ,
    Lino .

  30. Vitangelo MagnificoNo Gravatar scrive:

    @ Lino

    Anch’io stimo Paolo De Castro, che considero il migliore conoscitore delle Agricolture (non solo quella italiana) tanto che con il ritorno di Berlusconi ci fu una campagna nel centro destra, suggerita da Spazio Rurale, per farlo restare al Ministero malgrado il cambio delle casacche. E’ un usato sicuro ma solitario, nel senso che non è supportato da altri politici che preferiscono l’altro usato sicurissimo (per i voti) che è la coldiretti e la galassia No-OGM e dei prodotti tipici da bancarelle. Quando De Castro, ministro nell’ultimo governo di centro sinistra, fece una pallida apertura sull’argomento OGM riportando l’orientamento dell’UE, la coldiretti gli fece una dinostrazione contro nella sua Bologna (anche se Paolo è originario pugliese, di San Pietro Vernotico) con il silenzio assordante di tutto il resto della politica, Pd in prima linea. E per me è stata una sofferenza non andare a votare(lo) (fatto definitivo, come hai ben capito!)alle ultime elezioni europee che lo vedeva capolista nel collegio del Mezzogiorno. Ovviamente, non fu lui il primo degli eletti, ma il secondo della lista, un navigato ex PCI che di agricoltura sa ben poco pur essendo (o lo era)coordinatore del settore per il PD, e capace di dire solo banalità agricole! Come vedi, tutto torna…e non a caso!
    Comunque, conoscendo la passione di De Castro per la UE, non credo che accetterà il posto di Ministro in Italia, almeno fino a quando sarà Presidente della Commissione Agricoltura a Bruxelles. E per me fa bene!

  31. bacillusNo Gravatar scrive:

    Rinnovo la mia solidarietà a Vitangelo Magnifico. Comprendo e condivido la sua scelta nel non voto. Penso sia una reazione legittima dopo che uno Stato criminale gli ha riservato quel trattamento.
    Per molto meno, ma per motivazioni in fondo analoghe, ho scelto anch’io il non voto: non darò sostegno ad una politica che ha raggiunto il suo punto più basso e che sta distruggendo come un cancro questo Paese.

  32. LinoNo Gravatar scrive:

    a proposito di Paolo de Castro … un utile spunto di riflessione viene da questo video .
    Buona visone a chi vuole un parere autorevole sul tema ” era della scarsità , land grabbing e
    proposte per il futuro … ” .

    Lino

    http://www.youtube.com/watch?v=-Z0Ifb8Or5c

  33. roberto defezNo Gravatar scrive:

    Ricordo a tutti che salmone deve restare a-partitico e quindi dialogare con tutti quelli che vogliono dialogare con noi (cosa che in genere succede con quelli che vanno all’opposizione e che quindi usano gli OGM per infastidire che manovra i soldi in quel momento)

    Insomma dialoghiamo con tutti, ma teniamo le difese sempre attive.

    Torno ora da Milano, dove per l’ennesima volta non sono riuscito ad incontrare Franco Nulli. La colpa è indirettamente mia, o meglio dell’associazione Luca Coscioni che aveva ieri ed oggi il suo congresso, ignorando il fatto che Franco si è visto scaricare 1000q di riso in azienda e deve essiccarli altrimenti li butta. Quindi impossibile attendersi commenti su salmone da Franco in questi giorni.

    Ho parlato di OGM al convegno ed insieme a me c’erano ed hanno parlato Silvano Dalla Libera e Eddo Ruggini. Molto bravo Eddo e molto emozionante. Dovrà bruciare entro fine mese le piante di ciliegio, kiwi e ulivo GM che ha dovuto estirpare. Se qualcuno fosse interessato sarebbe il caso di andare da lui a Viterbo ad assistere a questo ultimo rito. Sia Eddo che io siamo nel consiglio generale della Luca Coscioni e Maria Antonietta Farina Coscioni (che nella sua relazione ha descritto Capanna come un nuovo Don Rodrigo per la vicenda della Tuscia) si è impegnata a chiedere conto a Monti e Napolitano del fatto che a quasi 4 mesi dalla spedizione della lettera non ci hanno ancora risposto.
    Vediamo se almeno lei riesce a smuovere questi signori sempre impegnati a dire che bisogna puntare sulla ricerca (cosa vogliono puntarci addosso?).
    Spero di darvi presto notizie, ciao roberto

  34. LinoNo Gravatar scrive:

    Dott. Defez ,
    Dal momento che riusciamo a dialogare con Ogm bb ! Vuol dire che riusciamo proprio a dialogare con tutti !
    Claudio , Alessio , ed altri/e trovano qui persone disponibili e volenterose , ma che non si pensi che ci facciamo mettere i piedi in testa !
    Inoltre , come tutti , abbiamo anche idee che interessano la polis , nella accezione più’ nobile del termine.
    Buon proseguimento .

    Lino

  35. roberto defezNo Gravatar scrive:

    Caro Lino,
    infatti anche io sono dell’opinione che Vitangelo si dovrebbe candidare a qualsiasi carica, non per essere eletto ma perchè così facendo potrebbe evitare che 50-100 voti di persone che lo conoscono e lo stimano, finiscano in mani ignobili.

    Se ci fossero diversi candidati attivi abitualmente su salmone potremmo anche ospitare sul sito le loro candidature, slogan e testi.

    Pensaci Vitangelo….

  36. roberto defezNo Gravatar scrive:

    La valutazione dell’EFSA su Seralini in Italiano

    http://www.efsa.europa.eu/it/press/news/121004.htm

  37. roberto defezNo Gravatar scrive:

    Anche la Treccani dice cose sensate

    http://www.treccani.it/magazine/piazza_enciclopedia_magazine/scienze/OGM_tra_veleni_e_manipolazioni.html#.UHGjrHE2bXM.twitter

  38. Alberto GuidorziNo Gravatar scrive:

    Per quanto mi riguarda ho sempre fatto una netta distinzione tra tecnica del DNA-ricombinante e Piante Geneticamente Modificate.

    E’ ciò che non vogliono capire i NO-OGM, anzi glissano nell’affrontare l’argomento per disonestà intellettuale

    La tecnica del DNA ricombinate è uno strumento di ricerca ed un mezzo di miglioramento genetico che non può essere precluso, pena la stagnazione della produttività agricola che io definisco a “costo zero” per la collettività. MI si potrebbe dire che parlare di stagnazione è sbagliato in quanto la genetica classica ha dato immensi risultati, ma io aggiungo che lo sfruttamento dei geni del genoma delle piante coltivate è già stato sfruttato, di combinazioni migliori ve sono senz’altro, ma ormai la ricerca di queste è diventa costosa e temporalmente inadatta a risolvere gli impellenti bisogni della collettività mondiale. Inoltre molte agricolture arretrate non potranno e non avranno il tempo materiale per percorrere quanto i paesi sviluppati hanno creato.

    Le Piante Geneticamente Modificate sono una cosa diversa in quanto bisogna fare una valutazione preliminare di quale sarà l’impatto ambientale e nello stesso tempo non possono valutarsi tutte insieme, ma singolarmente e mettendo ben in risalto le nuove attenzioni agronomiche di coltivazione. Le resistenze imputate alle piante geneticamente modificate sono invece delle semplici imbecillità agronomiche.

Lascia un tuo commento

Per allegare una vostra immagine a fianco ai commenti registrarsi al sito Gravatar. Quando inserite la mail in fase di commento, bisogna usare la stessa mail che avete usato per registravi al Gravatar

Nella categoria: News, OGM & Ricerca

Le rubriche di Salmone

Luca Simonetti

Slow Food. Cattivo, sporco e sbagliato

Petrini aggiorna il suo manifesto, “Buono, pulito e giusto”. Qualche…