Slow Food piange sul latte inquinato

30 Gen 2009
Post2PDF Versione PDF

La vicenda del latte crudo non pastorizzato vive una nuova giovinezza grazie ad convegno di Slow Food ed alla compiacente sintesi di una giornalista di Reppubblica che taglia una frase (ed il pensiero) al Prof. Calabrese fino a fargli dire che il latte non sterilizzato e’ vivo e fa bene.

http://annameldolesi.italianieuropei.it/2009/01/la-chiocciola-diventa-cospiraz.html

Scarica (qui) l’articolo.

Lascia un tuo commento

Per allegare una vostra immagine a fianco ai commenti registrarsi al sito Gravatar. Quando inserite la mail in fase di commento, bisogna usare la stessa mail che avete usato per registravi al Gravatar

Nella categoria: News, OGM & Agricoltura italiana

Le rubriche di Salmone

Luca Simonetti

Slow Food. Cattivo, sporco e sbagliato

Petrini aggiorna il suo manifesto, “Buono, pulito e giusto”. Qualche…