Nessuno sciacallaggio sulla tragedia norvegese

23 Lug 2011
Post2PDF Versione PDF

Le notizie che ci arrivano dalla Norvegia sono sconvolgenti e non a caso si scopre una relazione diretta con gli indimenticabili orrori dei genocidi nazisti.

A poche ore dalla tragedia il GR1 descriveva il criminale, autore delle stragi, come “titolare di una azienda agricola biologica e questo gli ha permesso di procurarsi l’esplosivo“.
Vogliamo dire con estrema chiarezza che noi non stabiliamo alcuna relazione tra una una tecnica di coltivazione agricola ed un pazzo criminale neo-nazista. Questo sito non lascerà alcuno spazio che possa consentire qualunque tipo di ambiguità su questa vicenda che non esiteremmo
a definire di volgare sciacallaggio.
Ci possiamo solo augurare che anche coloro che avversano le nostre posizioni dichiarino una simile presa di distanza dalle false speculazioni, appena ribadite, sulle inesistenti relazioni tra suicidi di agricoltori indiani ed utilizzo di semi di cotone trasgenico.

9 commenti al post: “Nessuno sciacallaggio sulla tragedia norvegese”

  1. Vitangelo MagnificoNo Gravatar scrive:

    Se il criminale era dedito all’agricoltura biologica non doveva possedere fertilizzanti minerali e neanche procurarseli per produrre! Penso si tratti del nitrato ammonico, esplosivo, molto usato per imbottire camion e macchine da far esplodere. Perciò, si tratta di un uso poco civile (!)del fertilizzante, che, in questo caso, niente ha a che fare con il tipo di agricoltura. Ma vai a dirlo a chi non perde occasione per dire sciocchezze sull’agricoltura, questa sconosciuta!

  2. bacillusNo Gravatar scrive:

    Condivido la presa di posizione. A dire il vero la auspicavo. E puntualmente è stata espressa.
    Grazie.

  3. MadaiiiiiiiNo Gravatar scrive:

    Condivido anch’io la presa di posizione. Ma davvero vi aspettate che si faccia marcia indietro sulla questione suicidi in India = tutta colpa del cotone bt?? Infatti è vero che i suicidi c’erano già prima, è verissimo che da quando è stato introdotto il cotone bt il trend dei suicidi è in declino ma bisogna rimanere comunque all’erta. Perchè non si sa mai, un utilizzo errato del cotone bt (senza le dovute informazioni) potrebbe portare comunque a perdite di raccolto e unirsi alle concause che determinano i suicidi. Che ne dite, è lecito come ragionamento? Insomma, non banalizziamo troppo.

  4. MadaiiiiiiiNo Gravatar scrive:

    E poi chissenè…se alcuni personaggi continuano a dire queste minchiate? Prima o poi la verità verrà a galla per tutti.

  5. mirkoNo Gravatar scrive:

    pur apprezando molto le argomentazioni del vostro sito, ammetto che questo parallelismo non l’ho colto…
    più semplicemente mi sembra di poter dire che il GR1 ha detto una minchiata (una delle tante).
    fatico a trovare un aggancio ai contadini indiani. siate clementi.

  6. roberto defezNo Gravatar scrive:

    Caro Mirko,
    hai ragione, mi spiego meglio.
    Intanto non è stato solo il GR1 a dare la notizia del nazista norvegese titolare di azienda da AB, ma tutti i principali giornali on-line, tra cui Il Fatto, Repubblica o il Quotidiano Nazionale, quindi la colpa sta in una agenzia stampa delle prime ore dopo la strage.

    Perchè legare questa storia alla vicenda dei suicidi dei contadini indiani, perchè solo pochi giorni prima era avvenuto un dibattito in diretta sul Corriere.it in video ospiti Klaus Amman direttore dell’Orto Botanico di Berna e fervente fautore degli OGM contro Vandana Shiva. Questa ha aumentato la dose portando i sedicenti suicidi dei contadini indiani dovuti ai”semi sterili di cotone OGM” a 250mila”. Ora io ho scritto più volte su questa storia esponendo numeri, dati, statistiche che mostrano come i suicidi degli indiani ed in particolare dei contadini non dipendono dagli OGM che anzi hanno contribuito a diminuirli. Ti allego qualche link per leggere cosa ho scritto:
    http://www.salmone.org/i-contadini-indiani-ed-il-cotone-bt/
    http://www.salmone.org/wp-content/uploads/2010/03/il_foglio.pdf

    Allora mi domando perchè usare le tragedie personali di singoli individui come arma per fare una battaglia ideologica contro gli OGM facendo finta di non osservare che oggi il 90% del cotone indiano è da OGM?. Non è solo un dato non vero, ma è anche una speculazione su delle tragedie da cui dovremmo tutti stare un po’ più alla larga.

    Se non sono stato chiaro, fammelo sapere,
    ciao roberto

  7. mirkoNo Gravatar scrive:

    sinceramente continuo a non vedere come possano stare sullo stesso piano le due questioni. ho letto parecchio - anche sul vostro sito - sui suicidi dei contadini indiani e conosco la retorica di vandana shiva. ma rimane un fatto: se questa signora fa riferimento ai suicidi dei contadini e li lega in qualche modo al cotone ogm, la cosa è sicuramente discutibile, opinabile e alla fine molto probabilmente - come tu hai fatto - con dati, numeri e statistiche si riesce a dimostrare come non vera; ma se durante un dibattito a qualcuno venisse in mente di dire che il neonazista norvegese ha fatto quello che ha fatto PERCHE’ aveva un’azienda biologica, credo che nessuno potrebbe smentirlo, non ci sono nè dati nè cifre che possono sbugiardare un’affermazione che semplicemente non c’entra nulla, è assolutamente illogica.
    grazie per l’attenzione, mirko

  8. roberto defezNo Gravatar scrive:

    Caro Mirko,
    tutto quello che dici è ineccepibile.
    Io non serò mai l’argomento della sua azienda agricola come esempio chi possono essere gli AB perchè lo rtengo sbagliato ed ingiusto. Se altri lo faranno in altri luoghi e sedi che non siano questo sito hanno tutto il diritto di farlo. Ti ringrazio anzi per averlo ri-chiamato nazista perchè già circolano nuove scandalose definizioni come ad esempio “psicopatico”.

    Hai anche ragione che nel dire che i dati sui suicidi sono falsi e quindi smentibili con i dati. Il parallelismo da equilibrista che ho fatto è che quando ci sono morti per qualunque ragione nessuno dovrebbe usarli per portare acqua alla propria causa, a meno che non ci sia una relazione diretta di causa-effetto (ad esempio consumo di un alimento derivante da una certa tecnica agronomica che uccide). Ne’ il nazista ne’ i suicidi rientrano nel parametro causa effetto.

    grazie ancora dei tuoi commenti,
    ciao roberto

  9. roberto defezNo Gravatar scrive:

    Caro Mirko,
    tutto quello che dici è ineccepibile.
    Io non userò mai l’argomento della sua azienda agricola come esempio di chi possono essere gli AB perchè lo ritengo sbagliato ed ingiusto. Se altri lo faranno in altri luoghi e sedi che non siano questo sito hanno tutto il diritto di farlo. Ti ringrazio anzi per averlo ri-chiamato nazista perchè già circolano nuove scandalose definizioni come ad esempio “psicopatico”.

    Hai anche ragione che nel dire che i dati sui suicidi sono falsi e quindi smentibili con i dati alla mano.
    Il parallelismo da equilibrista che ho fatto è che quando ci sono morti per qualunque ragione nessuno dovrebbe usarli per portare acqua alla propria causa, a meno che non ci sia una relazione diretta di causa-effetto (ad esempio consumo di un alimento derivante da una certa tecnica agronomica che uccide). Ne’ il nazista ne’ i suicidi rientrano nel parametro causa-effetto.

    grazie ancora dei tuoi commenti,
    ciao roberto

Lascia un tuo commento

Per allegare una vostra immagine a fianco ai commenti registrarsi al sito Gravatar. Quando inserite la mail in fase di commento, bisogna usare la stessa mail che avete usato per registravi al Gravatar

Nella categoria: News, OGM & Mondo

Le rubriche di Salmone

Luca Simonetti

Slow Food. Cattivo, sporco e sbagliato

Petrini aggiorna il suo manifesto, “Buono, pulito e giusto”. Qualche…