Enrico Letta e gli OGM

Aprile 24th, 2013
Post2PDF Versione PDF | 13 Comments

Vari anni fa quando le prime primarie del PD erano tra Letta, Bindi e Veltroni quest’ultimo aveva eletto il suo “ma anche” a verbo assoluto. In quel caso Veltroni non si era sbilanciato su nulla, ma fece una unica eccezione: andò a firmare il referendum di Capanna. Salmone riuscì ad intercettare la segreteria di Enrico Letta che uscì con questo comunicato davvero poco ambiguo:

http://www.salmone.org/wp-content/uploads/2007/10/comunicatop.pdf

Enrico Letta invita Veltroni a firmare il nostro documento.
Comunicato stampa di Gianni Pittella Coordinatore nazionale della campagna per le primarie di Enrico Letta.
Assumere una posizione definita sulla iniziativa lanciata da Mario Capanna contro la ricerca e la coltivazione degli OGM in Italia, non sarà letto come un bel segnale da quei ricercatori e docenti che faticosamente cercano di tenere alto il prestigio internazionale della scienza italiana. E comunque sarebbe stato e sarebbe meglio attendere una discussione ed una decisione del PD su tale delicata materia. Occorre ascoltare e valutare gli argomenti di tutti , quelli anti-OGM e quelli contenuti nei tre documenti sottoscritti dalle più importanti società scientifiche italiane e dalle Accademie dei Lincei e delle Scienze in rappresentanza di almeno 10.000 scienziati italiani.

Avendo firmato per il referendum anti ogm ora Veltroni per equilibrio, dovrebbe firmare anche il documento degli scienziati ed agricoltori
(http://www.salmone.org/documento) che con argomenti affatto non ideologici e fondati, sostengono che alcuni OGM sono più sicuri per la salute umana degli altri alimenti ora in commercio e consentono di ridurre i costi dei prodotti alimentari, che tanto stanno incidendo sulla spesa delle famiglie italiane. Gli elettori del Pd che temessero una deriva antiscientifica e oscurantista possono contare sul mio impegno a valorizzare il ruolo della scienza e del mercato per rilanciare il sistema della produzione agricola italiana, a vantaggio della salute e della spesa dei consumatori.

Non crediamo che il neo-presidente incaricato si sia pentito visto quanto avvenuto nella sua convention di Vedrò (nei pressi di Riva del Garda) dove dal 2008 insieme ad Angelino Alfano organizza un think tank sulle problematiche più scottanti del momento. Due anni fa ci fu una memorabile conferenza sugli OGM conclusa con l’intervento in sala di Giorgio Fidenato e Silvano Dalla Libera con tanto di piante di mais OGM:

http://www.youtube.com/watch?v=0iypcPWwKyM

Nella categoria: News, OGM & Politica

Le rubriche di Salmone

Luca Simonetti

Slow Food. Cattivo, sporco e sbagliato

Petrini aggiorna il suo manifesto, “Buono, pulito e giusto”. Qualche…