Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /web/htdocs/www.salmone.org/home/wp-settings.php on line 512 Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /web/htdocs/www.salmone.org/home/wp-settings.php on line 527 Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /web/htdocs/www.salmone.org/home/wp-settings.php on line 534 Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /web/htdocs/www.salmone.org/home/wp-settings.php on line 570 Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /web/htdocs/www.salmone.org/home/wp-includes/cache.php on line 103 Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /web/htdocs/www.salmone.org/home/wp-includes/query.php on line 61 Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /web/htdocs/www.salmone.org/home/wp-includes/theme.php on line 1109 Deprecated: Call-time pass-by-reference has been deprecated in /web/htdocs/www.salmone.org/home/wp-content/plugins/newsletter/plugin.php on line 910 Deprecated: Call-time pass-by-reference has been deprecated in /web/htdocs/www.salmone.org/home/wp-content/plugins/newsletter/plugin.php on line 910 Europa | Salmone.org

Come ti trucco la notizia

Settembre 20th, 2013
Post2PDF Versione PDF | 14 Comments

Vari siti web stanno rilanciando la notizia che da una indagine dell’Unione Europea 8 cittadini su 10 dicono che il bio deve essere OGM-free: guardate i titoli disponibili in rete.

http://www.newsfood.com/q/162cd32d/ue-80-vuole-alimenti-ogm-free/

http://www.ansa.it/terraegusto/notizie/rubriche/europa/2013/09/19/Ue-piu-8-cittadini-10-Bio-deve-essere-Ogm-free-_9325393.html

Da questi titoli sembra che hanno intervistato tutti gli Europei e che 8 su 10 difendono il Bio e dicono no agli OGM.

Questo è il modo in cui i media costruiscono le false verità. Qui sotto trovate il link all’indagine Europea

http://ec.europa.eu/agriculture/consultations/organic/2013_en.htm

e si scopre cosi’ che rispondevano solo quelli interessati (ossia non un campione rappresentativo, ad esempio quelli che vendono biologico si sono iscritti subito per dare la loro opinione?) ed inoltre solo quelli interessati al biologico.

Ma mi domando se l’80% degli interessati al biologico dice che dovrebbe essere OGM-free, allora vuol dire che addirittura il 20% di quelli del biologico accettano che ci siano OGM nel biologico, ossia non è il 100% come da disciplinare.

Inoltre visto che sono circa il 5% dei consumatori europei che mangiano biologico, secondo la loro logica per cui il 20% di “oppositori” vanno soppressi, anche loro stessi andrebbero soppressi (secondo la loro logica autoritaria) dal momento che il 95% degli Europei non mangia biologico.

Tra poco sentirete come i soliti italioti useranno questi titoli per rilanciare l’idea che l’80% degli Europei vuole essere OGM-free ed i giornalisti che leggono i titoli e non le fonti originali si convinceranno di un trucco facile da smascherare.

Nella categoria: News, OGM & Europa

L’Europa aumenta il sostegno all’agricoltura

Settembre 20th, 2013
Post2PDF Versione PDF | 2 Comments

https://www.oecd.org/newsroom/support-to-agriculture-rising-after-hitting-historic-lows-oecd-says.htm

Ma l’aspetto da notare è quale sia il sostegno fornito da agricolture vincenti come quelle di USA e Nuova Zelanda…

Nella categoria: News, OGM & Economia

OGM, Monsanto rinuncia all’Europa: ci stiamo dando la zappa sui piedi

Giugno 3rd, 2013
Post2PDF Versione PDF | 20 Comments

zappa-sui-piediUn grande successo (ma non per le prossime generazioni). Con questa nuova notizia, fatta senza approfondimenti e senza capirne le reali conseguenze, si dovrebbero chiudere i finanziamenti alle organizzazioni anti-OGM. Oppure si tratta di una notizia di terz’ordine.
Chissà quanti posti di lavoro ci porterà Greenpeace e quanti OGM entreranno in Italia non targati Monsanto, dove quindi pagheremo anche gli intermediari…

Monsanto rinuncia all’Europa su La Repubblica

Ogm, la Monsanto rinuncia all’Europa e dagli Usa allarme frumento contaminato

La multinazionale delle biotecnologie non farà più attività di lobbying sui Paesi Ue per le sue sementi. Allarme dagli Stati Uniti: in Oregon un agricoltore ha scoperto nei suoi campi la presenza di frumento ogm mai autorizzato. Greenpeace: “Fare più controlli”

Nella categoria: News, OGM & Economia, OGM & Europa

Il Capo Dipartimento della Salute risponde alla SIGA

Maggio 9th, 2013
Post2PDF Versione PDF | 11 Comments

ponzio_pilato La risposta del Ministero della Salute è in relazione all’iniziativa di Balduzzi l’Ambientalista (Ministro della Salute Balduzzi scrive a Bruxelles sugli OGM ) e spiega che ora dobbiamo attendere una risposta dall’Europa. Vediamo poi se rispetteranno le indicazioni dell’Europa.

Insomma non sappiamo se se ne vogliono lavare le mani o se una mano lava l’altra…

Nella categoria: News, OGM & Ambiente, OGM & Aspetti legali, OGM & Europa

Ed ora chiediamo i danni

Giugno 12th, 2012
Post2PDF Versione PDF | 2 Comments

Come pubblicato sul sito Viniesapori.net

Futuragra: la presidenza danese Ue rinuncia alla proposta di divieto nazionale in materia di Ogm

Gli agricoltori pronti a chiedere un risarcimento all’Italia.

Pordenone, 12 giugno 2012 - La Danimarca, che presiede in questo semestre i lavori del Consiglio dell’Ue, ha rinunciato al testo che mirava a consentire agli Stati membri il divieto di coltivazione di organismi geneticamente modificati sul proprio territorio nazionale. “Accogliamo la notizia con soddisfazione” ha dichiarato Duilio Campagnolo, Presidente di Futuragra. “Se l’Italia intende perseguire la strada del divieto alla coltivazione si assuma anche la responsabilità di risarcire agli agricoltori i danni economici derivanti da questa decisione”.
“L’Europa ha deciso di rimanere unita, facendo valere uno dei suoi principi fondamentali su cui è costituita” ha continuato Campagnolo. “Permettere agli Stati membri di legiferare ognuno per conto proprio sarebbe pericoloso e vanificherebbe il Trattato dell’Unione, che impone la libertà d’iniziativa economica all’interno di un mercato unico in cui tutti i suoi cittadini sono liberi di scegliere cosa consumare e cosa produrre senza discriminazioni e a pari condizioni”.
“È questo un monito che il Governo italiano e le organizzazioni sindacali farebbero bene a non dimenticare, soprattutto alla luce della crisi che attanaglia il settore agricolo” ha proseguito Campagnolo. “Nel primo trimestre di quest’anno oltre 13.000 aziende agricole hanno chiuso i battenti, ma le nostre istituzioni continuano a ostacolare l’innovazione. Se la politica italiana ha deciso di dire no alle biotecnologie, dovrà assumersi le conseguenze economiche di una scelta che mina le più elementari regole della concorrenza all’interno del mercato europeo e nei confronti del mercato mondiale. Gli agricoltori di Futuragra sono pronti a chiedere il risarcimento dei danni allo Stato italiano” ha concluso Campagnolo.

Nella categoria: News, OGM & Politica