Piero Rostagno ancora sui mangimi

Giugno 24th, 2011
Post2PDF Versione PDF | 4 Comments

Roma, 10 giu. - (Adnkronos) - L’anello della filiera più a rischio che deve essere maggiormente controllato “è la razione alimentare, ossia i mangimi, ma anche l’aspetto igienico-sanitario delle bovine”. Così Andrea Sisti, presidente del Conaf, il Consiglio dell’ordine nazionale dei dottori agronomi e dottori forestali, spiega all’Adnkronos cosa occorre migliorare per garantire la qualità della filiera del latte.

In Italia, sottolinea Sisti, “abbiamo degli allevamenti molto controllati ma dobbiamo prestare attenzione anche ai mangimi che possono non essere prodotti dall’azienda stessa”. Dunque, “occorre garantire la rintracciabilità dei foraggi impiegati che devono contenere il giusto apporto di proteine, grassi e fibre” utile agli animali per produrre un latte di qualità.

Leggi Regolamento (CE) 183/2005 del Parlamento Europeo e Del Consiglio del 12 gennaio 2005 che stabilisce requisiti per l’igiene dei mangimi e la rintracciabilità (basterebbe leggere i “considerando”)

Nella categoria: News, OGM & Agricoltura italiana, OGM & Ambiente

Le rubriche di Salmone

Luca Simonetti

Slow Food. Cattivo, sporco e sbagliato

Petrini aggiorna il suo manifesto, “Buono, pulito e giusto”. Qualche…