Didì, Vavà, Pelè [aggiornato a 25.07.2013]

Luglio 9th, 2013
Post2PDF Versione PDF | 235 Comments

trioIl trio meraviglia sta per stupirci, chissà se hanno già pensato a chi ne pagherà il conto: i soliti contribuenti?

(ANSA) - ROMA, 9 LUG - I ministri della Salute, Beatrice Lorenzin, delle Politiche agricole, Nunzia De Girolamo e dell’Ambiente, Andrea Orlando, ”hanno affrontato in un incontro presso il Palazzo dell’agricoltura la questione della coltivazione degli Organismi geneticamente modificati in Italia”. Ne dà notizia il ministero delle Politiche agricole in una nota in cui sottolinea come ”i Ministri hanno convenuto sull’esigenza di promuovere tutte le iniziative a livello nazionale e comunitario, a partire dall’emanazione di un decreto interministeriale, idonee a salvaguardare la sicurezza delle coltivazioni tradizionali e biologiche e gli elementi di biodiversità che caratterizzano il nostro Paese. Si è convenuto altresì di coinvolgere le Regioni nella definizione di un quadro normativo che consenta di affrontare in modo strutturale il problema della coesistenza”. (ANSA).

Ora che i primi della classe hanno scritto un nuovo compito corretto, quanto tempo ci vorrà anche a noi somari abituati a copiare solo le sciocchezze altrui per correggere il nostro compitino? - In Francia a rischio lo stop deciso dal Governo -

Pubblicato il decreto a sei mani

Lettera della Commissione Europea - Direzione generale salute e consumatori a Duilio Campagnolo Presidente del’Associazione degli Agricoltori FUTURAGRA

OGM, scontro Italia Europa

Intervista a Giorgio Fidenato

Il Mais OGM vietato per Decreto

Nella categoria: News, OGM & Agricoltura italiana, OGM & Ambiente, OGM & Mais, OGM & Salute

Le rubriche di Salmone

Luca Simonetti

Slow Food. Cattivo, sporco e sbagliato

Petrini aggiorna il suo manifesto, “Buono, pulito e giusto”. Qualche…