Lucciole e lanterne

Luglio 24th, 2015
Post2PDF Versione PDF | 10 Comments

luccioleLa rapidità e’ spesso un fattore decisivo. Il 22 luglio le agenzie rilanciano una notizia apparsa solo il giorno prima: la soia Ogm potrebbe accumulare formaldeide. Vediamo come ne da notizia un sito per nulla neutrale sul tema Ogm: Greenreport
(http://www.greenreport.it/news/consumi/la-soia-ogm-accumula-formaldeide-duro-colpo-agli-organismi-geneticamente-modificati/)

si parla di:
a) I risultati prevedono un significativo accumulo di formaldeide
b) Ray Seidler, dell’Environmental protection agency (EPA), è preoccupato: «La formaldeide è conosciuta come cancerogeno di classe 1. La sua elevata presenza nella soia causata nell’ingegneria genetica comune è allarmante (ma almeno un traduttore decente o qualcuno che conosce l’italiano non ve potevate permettere?)
c) La soia si coltiva e si consuma ampiamente negli Usa, compreso negli alimenti per l’infanzia.  Un 94% della soia coltivata qui ègeneticamente modificata

Ce ne e’ abbastanza per gridare un allarme planetario e mettere in questione il principale Ogm esistente e commercializzato sul pianeta. Ma forse non e’ tutto oro quello che luccica, oppure non tutto quello che che brilla nelle notti di questa calda estate sono quelle lucciole che talvolta vengono prese per lanterne. Roberto Mattioli (Dpt. Biologia e Biotecnologie “Charles Darwin” - Sapienza University of Rome)in tempo reale, vedete cosa vuol direr il fattore “rapidità”, fa una accurata e competente analisi del nuovo allarme traendo conclusioni che ci consentono di andare a dormire anche stanotte senza farci abbagliare da queste luci. Qualcuno poi cerchi di spiegare a Greenreport che il giornalismo scandalistico fa vendere copie (o visite al sito), ma squalifica definitivamente chi lo pratica
per vivere alla luce effimera di una lucciola estiva.

Nella categoria: News, OGM & Agricoltura italiana

Le rubriche di Salmone

Luca Simonetti

Slow Food. Cattivo, sporco e sbagliato

Petrini aggiorna il suo manifesto, “Buono, pulito e giusto”. Qualche…